Redazione

Esiste una persona che almeno una volta nella vita non sia rimasta immobile anche solo per qualche secondo ad ammirare la luna? Qualcuno che non abbia sperato, pregato o semplicemente sognato ad occhi aperti guardando la sfera luminosa che sembra osservarci e proteggerci? Probabilmente no.

La lista dei poeti e dei cantanti che hanno dedicato anche solo un verso dei loro componimenti alla luna è sterminata e sarebbe impossibile farne una sintesi esaustiva.

Con queste certezze quest’anno l’IC Commenda di Brindisi ha promosso, con il patrocinio del Comune di Brindisi, la quinta edizione del Concorso Letterario “La lettera… un gioiello prezioso da donare alla Luna, compagna di sogni e desideri”.

 E, come si immaginava, sono state tantissime le lettere giunte, molte di più che nelle quattro edizioni precedenti.

“Credo di poter dire – afferma la Dirigente Scolastica, Patrizia Carra – che il nostro concorso letterario sia diventato un appuntamento sempre più atteso dalla cittadinanza.

In una contemporaneità in cui la scrittura sembra a volte qualcosa di lontano e superato e in cui siamo portati ad essere troppo spesso sulla difensiva nei riguardi del mondo che ci circonda, mettere nero su bianco e affidare i propri sentimenti con fiducia all’altro diviene sorprendentemente semplice.” “Il tema di quest’anno ha saputo smuovere, a quanto pare, - continua la DS -, anche i più restii ad abbandonarsi e ad aprirsi con le parole.

Esplorare temi come la bellezza della Luna, le sue influenze sulla natura e sull'umore umano, riflettere sul ruolo che essa svolge nella vita di ognuno; essere consapevoli che, anche involontariamente, molto spesso è proprio a lei che confidiamo i nostri desideri più nascosti e le speranze che ci legano alla vita; ecco, tutto questo è parte della nostra esistenza anche se spesso non ci facciamo caso, ma se per un istante ci soffermiamo a pensare eccola che fa capolino nei nostri occhi e nei nostri pensieri.”

Quest’anno, inoltre, per prolungare questa opportunità preziosa per indagare il potere della scrittura come mezzo di espressione personale e di comunicazione creativa, successivamente al concorso, è prevista la realizzazione del Laboratorio di Scrittura Creativa "Dillo alla luna", che sarà attivato nei prossimi mesi presso l’IC Commenda.

E dunque, il prossimo 26 febbraio, presso l’Aula Magna del plesso “Giulio Cesare” dell’IC Commenda si terrà la premiazione dell’edizione del Concorso di quest’anno.

Interverranno la Dirigente Scolastica, Patrizia Carra, le referenti dell’iniziativa, le prof.sse Francesca Goduto e Federica Rollo, Serena Carlucci dell’agenzia viaggi “Esperanto” e l’Associazione culturale “Cosplay for charity”.

Le lettere vincitrici saranno declamate dal maestro Mino Profico e dagli allievi del suo Laboratorio Teatrale.

La serata sarà allietata dal Coro e dall’Ensemble di flauti dolci della “Giulio Cesare” diretti dalle professoresse Stefania Coccia e Antonia Minardi.

La premiazione sarà trasmessa in diretta Facebook alla pagina dell’Istituto Comprensivo Commenda.

L’appuntamento è per le ore 17.

Invasione di carciofi egiziani sul mercato all’ingrosso, una concorrenza sleale che si ripercuote sui prezzi del pregiato violetto di Brindisi crollati a 20 centesimi a capolino per lo stop dei consumi di ortaggi che non riescono a coprire gli aumentati costi di produzione. E’ quanto denuncia Coldiretti Puglia che denuncia l’invasione di carciofi egiziani sul mercato all’ingrosso, mentre i prezzi del carciofo violetto di Brindisi nei campi non riescono a coprire neppure i costi di produzione, per cui gli agricoltori pugliesi manifesteranno a Bruxelles il 26 febbraio prossimo, con il corteo che partirà dalla Stazione Luxembourg e arriverà fino a Roi de la Loi per cambiare le politiche europee che minacciano la sopravvivenza del settore, affinché l’UE garantisca il principio di reciprocità e venga messo uno stop alle importazioni che non rispettano gli standard europei, alle frodi sull’origine e l’italian sounding anche in Italia.

Inaccettabile il crollo dei prezzi di quasi il 70% per il carciofo violetto di Brindisi, il francesino, un prodotto pregiato che oggi vede le quotazioni a picco fino a 0,20 euro a capolino, anche per la concorrenza spietata delle importazioni selvagge dall’estero di prodotto di dubbia qualità da Tunisia ed Egitto. Una situazione inaccettabile in uno scenario di crisi che andrebbe affrontata con maggiore serietà senza speculare sugli anelli più deboli della filiera, gli agricoltori e i consumatori.  

Va riposta una particolare attenzione – aggiunge Coldiretti Puglia – alla provenienza dei prodotti acquistati con un deciso orientamento a sostenere gli acquisti di prodotti Made in Puglia per aiutare lavoro ed economia. In Puglia si producono 1.245.400 quintali di carciofi – ricorda Coldiretti Puglia – di cui 475mila solo nella provincia di Brindisi, una delle aree vocate soprattutto per i carciofi di pregio, tanto da essersi assicurata il riconoscimento comunitario della IGP (indicazione Geografica Protetta) al carciofo brindisino.

Sugli accordi commerciali occorre garantire il principio di reciprocità e in tale ottica è positivo l’annuncio della Commissione Ue sul fatto che “non sono soddisfatte le condizioni” per raggiungere un accordo commerciale con i Paesi del Mercosur, il mercato comune dell’America meridionale di cui fanno parte Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay. Una scelta che segue la denuncia della Coldiretti in Italia sulla concorrenza sleale provocata dalle gravi inadempienze di molti Paesi sudamericani sul piano della sostenibilità delle produzioni agroalimentari con rischi per l’ambiente, la sicurezza alimentare e lo sfruttamento del lavoro minorile evidenziato dallo stesso dipartimento del lavoro statunitense. Vanno fermate le importazioni sleali ed introdurre con decisione il principio di reciprocità per fare in modo che tutti i prodotti che entrano nell’Unione rispettino gli stessi standard dal punto di vista ambientale, sanitario e del rispetto delle norme sul lavoro previsti nel mercato interno.Carciofi_egiziani_invadono_mercato_allingrosso.jpg

Occorre al contempo lavorare – precisa la Coldiretti – per accordi di filiera tra imprese agricole ed industriali con precisi obiettivi qualitativi e quantitativi e prezzi equi che non scendano mai sotto i costi di produzione come prevede la nuova legge di contrasto alle pratiche sleali e alle speculazioni. In questo contesto è importante l’opportunità del Pnrr con richieste di investimenti per i contratti di filiera superiori alla dotazione – conclude la Coldiretti – e l’incremento dei fondi va nella direzione auspicata di aumentare la produzione in settori cardine, dalla pasta alla carne, dal latte all’olio, dalla frutta alla verdura e “raffreddare” il carovita che pesa sulle tasche degli italiani e sui costi delle imprese.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Il Comitato Provinciale del C.S.I. – Centro Sportivo Italiano, con il patrocinio della Città di Mesagne, organizza,  per domenica 25 febbraio, dalle 9 alle 15, a Mesagne, presso la palestra del Liceo Scientifico E. Ferdinando in via Eschilo, la gara provinciale di Ginnastica Ritmica.

La gara valida per la fase regionale, che si terrà nel mese di Marzo al Pala Pentassuglia di Brindisi, vedrà la partecipazione di circa 200 ginnaste provenienti dall’Asd Relevè di Brindisi, ASD Ginnastica Brindisi e Gym Rebels di Castellana Grotte, che si contenderanno un posto sul podio per conquistare una medaglia.

Le ginnaste si esibiranno nelle varie specialità della fune, cerchio, palla, clavette e nastro.

“Iniziamo con la Ritmica, un lungo percorso che ci vedrà impegnati sino a Giugno” dichiara Angelo Taurisano, Presidente Provinciale CSI Brindisi. “Già a partire da sabato prossimo 2 marzo, saremo impegnati  la prova provinciale di Ginnastica Artistica e a seguire inizieranno i preparativi in vista delle prove Regionali sia di Ginnastica Ritmica e Artistica e a seguire con le finali regionali degli sport di squadra. Il tutto sarà ancora più bello, ogni evento sarà per noi l’occasione per festeggiare le 80 candeline del CSI”.

---------------ginnastica_ritmica_2024_1.JPG
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

TENTA IL SUICIDIO LANCIANDOSI DALLA SCOGLIERA – BRINDISINO SALVATO DALLE VOLANTI

Gli uomini della Polizia di Stato della Questura di Brindisi hanno soccorso un sessantenne brindisino che, in preda alla disperazione dovuta a problemi personali, aveva deciso di suicidarsi lasciandosi cadere dalla scogliera del litorale a nord del capoluogo. 

Ad allertare il numero di emergenza è stata la moglie dell’uomo, la quale, preoccupata per il mancato rientro a casa del marito, ha fornito la posizione registrata dal sistema di geo localizzazione montato sull’auto di proprietà. Le pattuglie dell’UPGSP- Sezione Volanti, portatesi immediatamente sul posto, sono riuscite ad individuare subito la posizione dello stesso che, in preda alla disperazione, aveva già raggiunto il ciglio della scogliera in un punto alto circa sette metri, ormai deciso a lasciarsi cadere. Dopo un primo approccio verbale che permetteva ai poliziotti di prendere tempo ed avvicinarsi all’uomo, gli operatori hanno evitato l’insano gesto bloccandolo proprio nel momento in cui si stava lanciando in mare.

Nell’atto del soccorso due poliziotti hanno rischiato a loro volta di cadere dalla scogliera rimanendo lievemente feriti . Dopo l’intervento della Polizia di Stato, l’uomo è stato affidato alle cure dei sanitari del Servizio 118 giunti sul posto allertati dalla Sala Operativa della Questura.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Nel pomeriggio il Presidente della Provincia di Brindisi Toni Matarrelli ha accolto nella sede di via De Leo il nuovo Questore di Brindisi, il dott. Giampietro Lionetti.

“Sarà prioritario - ha dichiarato il Questore a margine dell’incontro - lavorare insieme in nome della legalità e della coesione sociale. La collaborazione con le istituzioni e le comunità rappresenta la premessa fondamentale per garantire sicurezza e serenità al territorio”. 

Sulla stessa lunghezza d’onda il Presidente Matarrelli che, augurandogli buon lavoro e porgendo il benvenuto a nome della provincia di Brindisi, si è reso fin da subito disponibile a cooperare, nel solco delle consolidate relazioni stabilite con le forze dell’ordine negli anni.

Infine, in vista dell’importante appuntamento del G7 in programma nella provincia dal 13 al 15 giugno, il nuovo Questore si è detto pronto ad affrontarlo nel miglior modo “potendo disporre di grandi professionalità”. “E’ un evento che merita la massima attenzione - ha aggiunto il Presidente Matarrelli - per il quale abbiamo messo in campo da mesi tutte le competenze e le energie di cui disponiamo”.

Sono 150 i profili professionali ricercati dalle aziende locali nella settimana dal 23 al 29 Febbraio 2024, per un totale di 52 annunci.   A questi si aggiungono opportunità  di impiego all’estero, tramite la Rete EURES  e le opportunità riservate agli iscritti a categorie protette.

Con la proroga disposta dal Dipartimento delle Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale, fino al 22 Febbraio è possibile candidarsi per uno dei progetti previsti dal Servizio Civile Universale sul territorio dei Comuni di Ceglie Messapica, Carovigno, Francavilla Fontana, Oria, San Michele Salentino, Villa Castelli, Fasano, Mesagne, Cellino San Marco, Torchiarolo e Torre Santa Susanna.

Sul nostro portale SINTESI Brindisi è stato pubblicato l’avviso pubblico  di selezione finalizzato all’avviamento numerico – mediante procedura ex art. 16 della L. n.56/1987 – per l’assunzione, a tempo indeterminato e pieno, di n.2 “Operatori” da inquadrarsi nel Ruolo degli Operatori e degli Assistenti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, presso la sede del Comando Provinciale dei VV.F. di Brindisi.

Dopo il successo degli anni scorsi, il 5 Marzo si terrà, presso il Laboratorio Urbano a Fasano, l’evento “Turismo è lavoro”, il Job Day dedicato al turismo.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

FASANO – Martedì 27 febbraio, alle 20:30, Francesco Pannofino sarà in scena al teatro Kennedy con ‘Chi è io?’ la commedia scritta e diretta da Angelo Longoni. ‘Chi è io?’ è la domanda rivolta a Leo Mayer che lo costringe a ripercorrere alcuni momenti della sua vita come in un sogno accompagnato dalle persone che ama e che lo amano. Il suo è un tumulto di paure, debolezze e passioni in un vortice di annegamento. Il protagonista rivive la propria esistenza con spostamenti della credibilità, verosimili ma non veri. È così che lui, intellettuale, ironico pensatore, critico raffinato e sarcastico della società si trova nel tritacarne trash di un’ospitata televisiva in cui tutto viene fuso e mischiato.

Per esigenze della compagnia per la data del 27 febbraio non ci sarà l’appuntamento con il progetto ‘Dietro le quinte’.

Si ricorda inoltre che lo spettacolo ‘Il Malloppo’, che era previsto come da cartellone a gennaio al teatro Kennedy, è stato riprogrammato nella data del 7 marzo.

«Con questa proposta e grazie alla versatilità del teatro si riesce a portare la verità in scena con un riso amaro che libera i conflitti irrisolti con noi stessi regalandoci, a volte, verità nascoste delle nostre vite - dichiara l’assessore alla cultura, Cinzia Caroli, - con gioia accoglieremo a Fasano questo spettacolo psicologico che diverte e fa riflettere gli spettatori e che compone, insieme a tanti altri appuntamenti, quasi tutti sold out, il nostro cartellone di prosa».

Sinossi: Chi è io? è una commedia teatrale divertente e metafisica, è uno show televisivo di successo nel quale si intervistano personaggi anticonformisti. Chi è io? è un’indagine condotta sotto i riflettori e davanti alle telecamere, con presentatori vestiti di paillettes che rappresentano contemporaneamente lo show e la vita reale. Chi è io? è una commedia psicologica, psicosomatica, psichedelica, psicotropa che agisce su spettatori, pazienti, personaggi, presentatori e terapeuti. Un tumulto di paure, debolezze e passioni in un vortice di annegamento. Può l’amore essere più forte della morte? Forse sì se i sogni, mischiandosi con la vita, ci riescono a strappare dall’anticamera dell’irreale. L’alto e il basso sono indistinguibili e lo spaesamento è comico e inquietante.

 

Il problema dei parcheggi diventa per tutti i Sindaci sempre più di difficile gestione, si presenta l’estate sulla litoranea nord tanto che l’Amministrazione è costretta a reperire aree private da adibire a parcheggi temporanei ad uso pubblico e si presenta inesorabilmente quasi tutto l’anno particolarmente nel centro città.

L’aumento della tariffa oggi allarma cittadini e titolari di piccoli esercizi commerciali e artigianali, in Confartigianato a manifestare disappunto in questi giorni sull’argomento sono stati alcuni parrucchieri e pasticceri/gelatai, sono preoccupati perché ritengono che gli aumenti dei parcheggi possano rappresentare un deterrente per raggiungere il centro ed invogliare tanti concittadini a farsi un taglio di capelli o a mangiare un gelato in qualche vicino Comune.

Quali sono le proposte alternative che Confartigianato, associazione di piccole imprese, può offrire al Sindaco ed all’Amministratore della BMS Srl, la prima è quella di contenere il più possibile gli aumenti, la seconda di utilizzare di più i parcheggi delle scuole dei quartieri periferici e coinvolgere maggiormente la STP oppure, in alternativa, incentivare il trasporto privato di persone con gli NCC, la terza di autorizzare la destinazione di nuove aree private ad attività di parcheggio, la quarta incentivare l’uso delle bici o il camminare a piedi rendendo marciapiedi e strade di tutta la città a misura di pedone, a Brindisi si può passare da un quartiere all’altro nel giro di un quarto d’ora.

Si tratta di quattro semplici proposte, forse poco innovative, potranno incidere poco sulle cassa della BMS Srl ma sono proposte su cui si può iniziare un confronto e dare inizio ad un percorso di partecipazione di tutte le Associazioni di categoria che può risultare utile sia a chi amministra che ai cittadini oltre ai tanti lavoratori che raggiungono la città da altri quartieri e da altri Comuni.

Confartigianato nei prossimi giorni ascolterà i suoi associati per elaborare, dai suggerimenti che giungeranno direttamente dagli operatori, altre proposte da sottoporre al Sindaco.

Brindisi, 23 febbraio 2024

                                                                                                       Il Segretario territoriale Confartigianato Brindisi

                                                                                                                              Teodoro Piscopiello

Caroli: “Al Camberlingo viene inaugurato il reparto di oncologia ma scompare la risonanza magnetica”

Nota del consiglieri di Fratelli d’Italia, Luigi Caroli
“Certe cose, penso, avvengono solo a Brindisi, a conferma che la Sanità brindisina è per la Regione Puglia di serie B. All’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana viene inaugurato il reparto di oncologia ma viene portata via la risonanza magnetica ad alto campo. Assurdo! Mentre siamo ancora in attesa che riapra il centro nascite da quasi un anno, come promesso dal presidente Emiliano alla presenza del sindaco di Francavilla, Antonello Denuzzo, e del consigliere regionale del Pd, Maurizio Bruno.
Non solo, ma mentre i lavori e le attrezzature del reparto di rianimazione sono pronti da oltre un anno, del servizio non si sa ancora nulla. Inoltre la sala operatoria necessita di interventi urgentissimi di manutenzione ormai improcrastinabili e non si sa ancora a cosa serviranno gli spazi recuperati al piano superiore del pronto soccorso.
Questa la situazione in cui versa da tempo uno dei più importanti e fondamentali ospedali della provincia. Un intero territorio mortificato dall’indifferenza e incompetenza del centrosinistra che governa da troppo tempo la Regione Puglia”.

------------------------

– Comune di Oria. Marrazzi: “Basta con il depotenziamento del Camberlingo”

In riferimento alla decisione dell'Asl Brindisi di interrompere il servizio di risonanza magnetica nucleare presso l'Ospedale 'Camberlingo' di Francavilla Fontana, l'Assessore ai Servizi Sociali e Sanitari del Comune di Oria Elena Marrazzi esprime profonda preoccupazione per l'ulteriore depotenziamento della struttura, già segnata dalla chiusura del punto nascita.

“È con grande amarezza - afferma la Marrazzi - che constatiamo il progressivo depotenziamento dell'Ospedale 'Camberlingo' che rappresenta una risorsa essenziale per la salute della nostra comunità. Dopo la chiusura del punto nascita, che già aveva generato grande preoccupazione e che ha creato enormi difficoltà, questa nuova sospensione dei servizi di risonanza magnetica aumenta incertezza per i cittadini del Comune di Oria e dell'intero distretto.

La salute è un bene primario e il taglio di servizi essenziali come la risonanza magnetica impatta direttamente sulla qualità dell'assistenza sanitaria offerta. Chiediamo con forza un ripensamento da parte dell'Asl Brindisi e sollecitiamo misure immediate per il ripristino di questo servizio vitale per la diagnosi e la cura dei pazienti”.  

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Radiologia interventistica Brindisi, Amati: “Pazienti trasferiti a Bari a causa dell’inerzia dei burocrati. Chiedo aiuto ai media”.

Dichiarazione del Consigliere regionale Fabiano Amati. 

“Accade in queste ore al Perrino di Brindisi. Pazienti salvati e stabilizzati grazie all’eccellente lavoro dei neurochirurghi e rianimatori, a cui va la mia profonda gratitudine, ma poi trasferiti a Bari per l’assenza della radiologia interventistica e quindi della possibilità di effettuare studi angiografici di dettaglio, nonostante al Perrino ci sia l’angiografo più moderno della Puglia. Un paradosso tragico e addirittura pazzesco, da denunciare attraverso l’aiuto di tutti i media e con ogni mezzo. 
Trentotto giorni fa era stato assicurato il riavvio della radiologia interventistica nel giorno di due giorni. Ancora niente. Una cosa pazzesca e con una chiara responsabilità addebitabile ai burocrati regionali e aziendali, i quali convocano riunioni su riunione e costruiscono, esperti falegnami, tavoli su tavoli, per non chiuderli mai o per partorire al più un foglio di carta - chiamati, a seconda delle condizioni meteo, protocolli, verbali, intese, addendum, circolari, direttive, editti, rescritti, proclami ecc. - per mettere nero su bianco ciò che da qualche anno già avviene e colpevolmente: il trasferimento dei pazienti in altri ospedali. 
La responsabilità dei burocrati, che forse non sanno di essere in posizione di garanzia e quindi con l’obbligo giuridico d’impedire gli eventi dannosi, consiste dunque nel fatto di non attivare l’unica soluzione plausibile, al cospetto della principale esigenza di garantire il servizio di radiologia interventistica negli ospedali di II livello e Centri di trauma, come lo è il Perrino. 
Tale soluzione è la formazione immediata di un’équipe, provvisoria, destinando al Perrino i radiologi interventisti in servizio negli ospedali di I livello e perciò non rientranti nella rete dei Centri di trauma. Insomma, un provvedimento a valore interaziendale, con pagamento di speciali indennità, adottato al duplice fine di riattivare provvisoriamente il servizio e formare il personale destinato a gestirlo nell’ordinario. 
Ma di questa soluzione non v’è traccia, inviluppati nelle antiche e sempre vive logiche corporativistiche, inclini ad adattare le esigenze dei malati agli ingranaggi dell’organizzazione. 
E intanto i pazienti, peraltro gravissimi, vengono portati in giro per la Puglia, nonostante si disponga del miglior angiografo della regione, dotato di tecnologia biplanare e con scarsissima emissione di radiazioni.
L’unica fortuna che abbiamo è di poter contare su ottimi medici nei reparti - tra gli altri - di neurochirurgia e rianimazione, grazie alla cui scienza ed esperienza molti casi si risolvono al meglio pur in stato di privazione delle tecnologie necessarie. E a loro va tutta la mia gratitudine”.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Pagina 1 di 2238