Redazione

E’ fissata per il 17 marzo prossimo la nuova edizione della pulizia spiagge di comunità di Torre Guaceto: “Spazziamo via l’inverno”. La partecipazione è aperta sia ai privati cittadini, sia alle associazioni. L’obbiettivo della giornata è unire quanti amano la riserva e rimuovere dall’arenile i rifiuti portati dal mare. 

Una mattinata dedicata all’ambiente e all’impegno civile. Alla vigilia dell’arrivo della primavera, ricominceranno le attività di comunità di Torre Guaceto. 
Prendere parte all’evento “Spazziamo via l’inverno” è semplice, il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto offrirà ai volontari i guanti e tutto il necessario per la raccolta dei rifiuti, chi vorrà partecipare, dovrà solo compilare il seguente form undefined entro le ore 14 di lunedì 11 marzo, indicando i propri nome e cognome, età, città di provenienza, specificando il nome della propria associazione se ne si rappresenta una e riportando gli stessi dati per ciascun eventuale accompagnatore con il quale si intende raggiungere l’area protetta. 
 L’attività partirà alle ore 9 e terminerà intorno alle 12.30, i dettagli circa il punto di incontro saranno comunicati in tempo utile a chi compilerà il form.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

 

 COLDIRETTI PUGLIA,  DA CARCIOFI EGIZIANI A GRANO EXTRA UE PUGLIA INVASA DA CIBO STRANIERO; PRIMA REGIONE DEL SUD PER IMPORT (+66%)

Dal grano di Putin a quello turco ma anche canadese fatto seccare con il glifosato, dai carciofi egiziani all’uva e alle arance del sud Africa, mai così tanto cibo straniero è arrivato in Puglia che risulta  la prima regione del sud per importazioni di prodotti agricoli e agroalimentari dai Paesi extra UE con un aumento del 66% nel 2023. E’ la denuncia di Coldiretti Puglia, sulla base di dati Coeweb Istat, in occasione della protesta a Bruxelles con migliaia di agricoltori arrivati anche dalla Puglia  guidati dal presidente Ettore Prandini scesi in piazza con un corteo arrivato a pochi passi dal Parlamento europeo a Bruxelles, dove si tiene il Consiglio dei Ministri agricoli.

Nel 2023 secondo i dati provvisori di ISTAT le importazioni in Puglia da Paesi extra UE hanno raggiunto quasi i 3 miliardi di chilogrammi di prodotti agricoli contro 1,7 miliardi del 2022, una concorrenza sleale – denuncia Coldiretti Puglia – alle produzione agroalimentari del territorio e ai redditi degli agricoltori.

Coldiretti chiede di tornare a investire nella sovranità e nella sicurezza alimentare europea assicurando più fondi alla Politica agricola comune dopo che la pandemia e le guerre hanno dimostrato tutta la fragilità dell’Unione europea davanti al blocco del commercio mondiale, ma anche la difficoltà del sistema produttivo sconvolto dalla violenza dei cambiamenti climatici, per proteggersi dai quali servono investimenti adeguati nella difesa attiva e passiva.

Quasi 1 prodotto alimentare su 5 importato in Italia – denuncia la Coldiretti – non rispetta infatti le normative in materia di tutela della salute e dell’ambiente o i diritti dei lavoratori vigenti nel nostro Paese, spesso anche grazie ad agevolazioni e accordi preferenziali stipulati dall’Unione Europea. Ad esempio dalle banane dal Brasile al riso birmano dalle nocciole turche ai fagioli messicani dal pomodoro cinese fino alle fragole dall’Argentina e ai gamberetti tailandesi sono molti i cibi accusati di essere ottenuti dallo sfruttamento del lavoro minorile secondo l’analisi della Coldiretti sui dati del Dipartimento del lavoro Usa per sfruttamento del lavoro minorile.

Ma ci sono anche i rischi per la salute con ben l’80% degli allarmi alimentari scattati in Italia che sono stati causati dal cibi importati dall’estero. In generale, in testa alla classifica dei Paesi dai quali arrivano i prodotti più contaminati c’è la Turchia responsabile del 13% degli allarmi alimentari scattati in Europa.

Occorre garantire che le importazioni di prodotti da paesi terzi rispettino gli stessi standard sociali, sanitari e ambientali delle produzioni italiane ed europee, afferma Coldiretti nel sottolineare l’importanza che l’Ue assicuri il principio di reciprocità nei rapporti commerciali, per non aprire le porte a prodotti che utilizzano più di 200 pesticidi non autorizzati da noi e ad aumentare la deforestazione e l’inquinamento, mettendo in ginocchio le imprese agricole europee.

Resta anche la minaccia dell’accordo Mercosur, il mercato comune dell’America meridionale di cui fanno parte Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay, con le gravi inadempienze di molti Paesi sudamericani sul piano della sostenibilità delle produzioni agroalimentari con rischi per l’ambiente, la sicurezza alimentare e lo sfruttamento del lavoro minorile evidenziato dallo stesso dipartimento del lavoro statunitense.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Lotto, in Puglia vincite per 88 mila euro. Il Lotto premia la Puglia. Nel concorso di venerdì 23 febbraio, come riporta Agipronews, a Copertino, in provincia di Lecce, è stata centrata la vincita più alta di giornata: 65mila euro con una giocata da appena 3,50 euro. Proprio a Lecce, invece, è arrivata un’altra vincita importante nel concorso di sabato 24 febbraio: 14mila euro grazie alla combinazione 7-8-9 sulla ruota Nazionale. A Taranto, poi, un fortunato giocatore ha messo in tasca 9.500 euro. L’ultimo concorso del Lotto ha distribuito vincite per 11,8 milioni di euro in tutta Italia, per un totale di 192,1 milioni di euro da inizio 2024.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Mediaporto di Brindisi, struttura gestita da Santa Teresa S.p.A. e che trova sede nei locali di quella che fu la biblioteca provinciale ora completamente rinnovata, ha presentato alla stampa la propria mission e il suo primo programma culturale “d’avvio”. Il nuovo presidio culturale si candida a centro d’eccellenza nel meridione d’Italia per la sperimentazione di nuovi modelli per il contrasto alla povertà culturale ed educativa.


Un progetto di ampio respiro, probabilmente il primo così ambizioso nel territorio regionale, che affonda le origini nel progetto Community Library: la più grande azione di Regione Puglia che in questi anni ha permesso il rilancio dell’intero sistema bibliotecario pugliese. A Brindisi il progetto di rinnovo e rilancio, firmato allora dall’arch. Simonetta Dellomonaco e risultato poi vincitore, ha portato all’apertura nella scorsa estate di uno spazio completamente nuovo per la provincia: un centro moderno, tecnologico e open source dedicato in primis alle nuove generazioni ma anche all’intera cittadinanza con una grande vocazione alla sperimentazione di nuovi modelli culturali in dialogo con le arti, il cinema, i nuovi media, il territorio stesso.


Fin dall’apertura del nuovo spazio Santa Teresa S.p.A. ha accolto la sfida di gestire la Struttura, anche nell’ambito di un rilancio significativo dell’importante realtà aziendale (l’occasione è stata propizia per presentare alla Stampa il nuovo logo), che già in diversi siti sta operando come Impresa culturale in Puglia. In dialogo con Regione Puglia, Provincia di Brindisi e Poli Biblio-Museali, l’Azienda con a capo l’on. Giovanni Luca Aresta, intende ora rilanciare la propria azione con nuovi servizi e con un programma di alto profilo culturale, sociale e istituzionale, che è stato presentato nella mattina di lunedì ed è frutto della designazione da parte di Santa Teresa S.p.A. della figura professionale di un Consulente per lo sviluppo del nuovo Mediaporto. Una scelta che al termine di una procedura di evidenza pubblica è ricaduta su Luigi D’Elia, autore, attore pluripremiato e operatore culturale a tutto tondo, originario proprio di Brindisi e che da anni opera su scala internazionale nell’ambito del teatro di narrazione, la ricerca sui nuovi linguaggi del teatro, per le giovani generazioni e non, e in generale sulla sperimentazione di progetti culturali integrati che in questi anni hanno segnato molte delle buone partiche del territorio pugliese.


QUESTO MARE E’ PIENO DI VOCI è il titolo scelto da D’Elia per questa prima fase di avvio, che a partire dalla creazione di un Osservatorio di ricerca per il contrasto alla povertà culturale ed educativa mediante i linguaggi della narrazione  e delle arti, traccia già un primissimo viaggio che attraversa l’Adriatico, le voci del mare e dei libri, il mondo nuovo dei ragazzi, sempre attento al benessere “culturale” del territorio in una visione biologica, ecosistemica, del fare, creare e fruire della narrazione e delle storie. Con qualsiasi linguaggio e forma esse arrivino.


A partire quindi dal convegno di presentazione del lavoro dell’Osservatorio che avrà luogo il 20 marzo e che sarà un’esperienza pilota per l’intero sistema regionale, prenderà il via un programma tra incontri, formazioni, performance dal vivo, libri e presentazioni, che farà sì che il Mediaporto diventi “porto della parola” e del suo potere trasformativo affacciato sul mare Adriatico, aperto al Mediterraneo, proteso al futuro che dal mare prende le rotte della sua ricerca sempre indirizzata allo scambio, l’incontro, il viaggio, la scoperta del nuovo.

santa_teresa_logo_nuovo.jpg
Sono intervenuti all’incontro con la Stampa:

Toni Matarrelli - Presidente Provincia di Brindisi, Emilia Mannozzi - Direttrice Polo Biblio-Museale di Brindisi, Giovanni Luca Aresta - Amministratore Unico di Santa Teresa S.p.A., Rosalia Fumarola – consigliera provinciale con delega alla cultura, Luigi D’Elia - Consulente per lo sviluppo del Mediaporto.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

ITA Airways ripristina il terzo volo giornaliero tra Brindisi e Milano Linate per la prossima stagione estiva, accogliendo le istanze del territorio pugliese, a conferma dell’interesse della Compagnia per la connettività della Puglia e per la mobilità dei suoi cittadini.

Nel dettaglio, il volo in partenza da Brindisi alle 6:25 con arrivo a Milano Linate alle 8:00, a cui è collegato il volo serale da Milano Linate a Brindisi delle 21:55, sarà nuovamente operativo dal giorno 2 aprile.

Con questa novità tornano a tre i voli giornalieri tra i due aeroporti, consentendo ai passeggeri pugliesi di recarsi nel capoluogo lombardo e far ritorno a Brindisi in giornata. 

Inoltre, dal 1° giugno al 30 settembre, nel picco della stagione estiva, ITA Airways garantirà anche una quarta frequenza giornaliera tra Roma Fiumicino e Brindisi, con partenza alle 13.20 da Roma, arrivando alle 14.30 in Puglia e, ripartendo alle 15.15 da Brindisi, con arrivo a Fiumicino alle 16:25.

“Il ripristino del volo della mattina e del corrispondente volo serale che collegano Brindisi e Milano Linate conferma la presenza di ITA Airways sugli scali pugliesi per tutta la stagione summer 2024, garantendo al territorio un’estesa connettività grazie alla valorizzazione delle prosecuzioni su tutto il nostro network dall’hub di Roma Fiumicino – ha dichiarato Andrea Benassi, Direttore Generale di ITA Airways – La Puglia rappresenta per noi un territorio importante che quest’anno sarà ancora più protagonista in vista del vertice del G7 di giugno, per il quale la Compagnia valuterà incrementi  dell’operativo sugli aeroporti di Bari e Brindisi. Il potenziamento dell’offerta di ITA Airways sugli aeroporti pugliesi è stato possibile grazie alla rinnovata collaborazione con la Regione Puglia e Aeroporti di Puglia, con i quali la compagnia, come già affermato nelle sedi istituzionali, ha intrapreso un dialogo franco e costruttivo che ci ha portati al raggiungimento del comune obiettivo del miglioramento della connettività del territorio”.

Per Antonio Maria Vasile, Presidente di Aeroporti di Puglia “la conferma dell’operativo mattino – sera tra Brindisi e Milano Linate rappresenta il raggiungimento di un obiettivo che ci eravamo posti e che, pubblicamente, avevamo assunto in diverse sedi istituzionali. Aeroporti di Puglia, Regione Puglia e ITA Airways hanno lavorato a questo risultato con grande impegno e comunione d’intenti al solo fine di garantire al Salento, ai cittadini e alle imprese le migliori condizioni di trasporto su un’area che, in ogni caso, è adeguatamente servita. Abbiamo operato per dare una risposta adeguata alle aspettative del territorio, a dispetto dello scetticismo ingiustificato di quanti hanno inteso vedere in Aeroporti di Puglia un nemico del Salento. Un atteggiamento che, invece, ha rischiato di compromettere un lavoro fatto con grande serietà, ma che, proprio per questo, ha richiesto tempi giusti e modalità di approccio ponderate nell’esclusivo interesse della comunità pugliese. Da oggi diamo nuovo slancio all’intesa tra Aeroporti di Puglia e ITA Airways con la quale intendiamo operare per consolidare e potenziare il network dei collegamenti dagli scali pugliesi”.

I nuovi voli saranno disponibili per l’acquisto da domani, 27 febbraio, sul sito www.ita-airways.com, presso le agenzie di viaggio, il Customer Center e le biglietterie aeroportuali.

 

-------------------

Aeroporto Salento, Pagliaro: “Vasile eviti toni trionfalistici per ripristino volo cancellato e si impegni per nuove tratte e servizi di qualità”

Nota di Paolo Pagliaro, consigliere regionale, capogruppo La Puglia domani

“Contenti di sapere che ITA Airways ha deciso di ripristinare il terzo volo giornaliero tra Brindisi e Milano Linate per la stagione estiva; parliamo quindi del volo in partenza da Brindisi alle 6.25, che sarà di nuovo operativo dal 2 aprile. Le nostre richieste sono state accolte, ma mi auguro che il volo sia mantenuto non solo per la stagione estiva ma permanentemente, perché come ho già detto in precedenza è importantissimo per l’intero Salento.
Il nostro incessante impegno non è scetticismo, come qualcuno ha avuto modo di affermare, ma un dato di fatto che testimonia la scarsa attenzione verso lo scalo brindisino che rispetto a quello barese è spesso penalizzato.
Mettendo da parte ogni forma di polemica, chiediamo ad Aeroporti di Puglia e al il suo presidente di evitare toni trionfalistici per un volo ripristinato e di rispondere con i fatti ad ogni nostra richiesta fatta in Commissione Trasporti del Consiglio regionale a gennaio, nell’audizione più volte rimandata, dove oltre a Vasile era presente il responsabile International & Industry Affairs di ITA, Giorgio Garbeglio. Chiediamo che sia assicurato al Salento lo stesso trattamento dell’Aeroporto di Bari, per assicurare nuovi voli e servizi di qualità all’intero territorio salentino”

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Un tragico incidente stradale si è verificato ieri sera lungo la provinciale che collega Mesagne a Torre Santa Susanna dove, per cause ancora in fase di accertamento, due auto si sono scontrate. Nell’urto una coppia di ragazzi, lei 18 anni di Latiano e lui 20 anni residente a Sava in provincia di Taranto, è deceduta. Il guidatore dell’altro mezzo, un 32enne, è rimasto ferito gravemente ed è stato trasportato presso l’ospedale Perrino di Brindisi. Gli automobilisti che hanno assistito alla scena hanno lanciato l’allarme e sul posto sono giunte le ambulanze del 118, la polizia di stato, la polizia locale e i vigili del fuoco. Per i due ragazzi purtroppo non c’è stato nulla da fare. Le salme sono state rimosse dopo che i vigili hanno ricevuto l’autorizzazione dal magistrato e trasferite presso l’obitorio dell’ospedale “Perrino” di Brindisi. Indaga la polizia locale di Mesagne che ha ascoltato alcuni testimoni che hanno assistito al sinistro.

L’episodio si è verificato intorno alle ore 8,15 di ieri sera. Sull’intera provincia ieri è caduta una pioggia che ha reso viscido l’asfalto. Sulla provinciale che collega i due centri della provincia di Brindisi stanno viaggiando diverse auto. Tra queste una Fiat Grande Punto che viaggiava in direzione Mesagne e una Bmw 320 che viaggiava in direzione Torre Santa Susanna. Le due auto giunte in contrada Crepacane, a circa un chilometro e mezzo dalla rotatoria della circonvallazione, per cause ancora in fase di indagine si sono scontrate. Un urto alquanto violento che ha sbalzato la Fiat Grande Punto fuori strada. La Bmw è rimasta al centro della carreggiata. Alcuni automobilisti che hanno assistito alla scena si sono fermati per prestare i soccorsi. Tra questi un soccorritore del 118. È stato lanciato l’allarme e sul posto sono giunte tre unità del 118, pattuglie di polizia di stato e vigili urbani. Per fare luce nella zona è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi. Lo scenario che si è presentato davanti ai loro occhi è stato terribile poiché la Fiat Grande Punto era completamente accartocciata e i pezzi di carrozzeria sparsi un po' sull’asfalto e un po' nel terreno circostante. La strada è stata bloccata in entrambi i sensi di marcia e le automobili fatte defluire per altre direttrici.

L’automobilista della Bmw è stato trasferito presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi. Le sue condizioni sono apparse critiche. Sul posto del sinistro la polizia locale ha ascoltato alcuni testimoni che hanno assistito alla tragedia ed eseguito gli accertamenti per poi ricostruire la dinamica dei fatti. I corpi dei due giovani sono stati ricomposti e trasferiti presso l’obitorio dell’ospedale Perrino di Brindisi a disposizione del magistrato. Il tratto di strada dove è avvenuto l’incidente è purtroppo maledetto poiché negli anni scorsi sono stati diversi i sinistri che si sono verificati con esito mortale. I mezzi sono stati posti sotto sequestro.

---------------incidente_stradale_mesagne_torre_25_febbraio_24_1.jpga6ee0bfb-1bd7-44db-8efb-0967731f5ecf.jpg
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

 
 Si sono infrante questa mattina a Pulsano, in una giornata grigia e uggiosa,le speranze della Chirico Impianti Annunziata Volley di accedere alla Finale Interzonale Under 15 Maschile che avrebbe dato accesso alle Finali Regionali di Categoria.Per i ragazzi di Giacomo Viva e' stata una sconfitta per 0-3( 21-25 / 23-25 / 16-25) maturata al termine di un incontro strano ma anche combattuto.In vantaggio sempre in ogni set, (anche +5 punti )Renna compagni si sono fatti sempre riprendere e superare sul filo di lana da avversarsi coriacei e ordinati in ogni fondamentale, che trascinati dal loro tifo scatenato hanno certamente meritato il successo odierno. E pensare che dopo la vittoria per 3-1 dell'andata ai mesagnesi bastava vincere un set per andare avanti a dispetto di un regolamento astruso ed obsoleto che ha privato la Chirico Annunziata di disputare il secondo match di ritorno in casa ,avendo vinto il Girone di qualificazione.Alla fine della semifinale abbiamo sentito il Dott.Aldo Indolfi " E' stata una partita a tratti drammatica dove i nostri ragazzi hanno forse patito il clima gara ma soprattutto una pressione per loro abnorme.Sono poco piu' di 5 mesi che questi ragazzini stanno lavorando con Giacomo Viva, a cui vanno i nostri piu grandi ringraziamenti, e se mi avessero chiesto a ottobre se avessi firmato per un cammino del genere avrei sottoscritto immediatamente.Spero solo che il viatico che abbiamo intrapreso,e lo chiedo soprattutto ai loro genitori, non abbia alcun sussulto e che da domani si torni serenamente in palestra per preparare quel terreno tale da raggiungere nuovi esaltanti traguardi in futuro.
 
 

Le abbondanti piogge hanno creato disagi nel territorio comunale di Fasano. Disposta ordinanza in materia di viabilità. Le incessanti piogge delle ultime ore hanno fatto scattare l’allerta per l’allagamento del sottovia della stazione ferroviaria. Il sottovia è temporaneamente chiuso, per la presenza di un veicolo – senza passeggeri all’interno –, che sarà rimosso non appena possibile.

Le piogge, inoltre, hanno contribuito al crollo del Lazzaretto in via Roma. I vigili del fuoco intervenuti subito dopo il crollo, hanno deciso, per garantire l’incolumità dei cittadini, di interdire il traffico in via Roma nell’area prospiciente il crollo. 
Pertanto è stata firmata, con carattere d’urgenza da parte della Direzione di Polizia locale, un’ordinanza contingibile per la messa in sicurezza dell’immobile che è di proprietà privata. 
L’ordinanza prevede dal 25 febbraio 2024, e fino al definitivo ripristino in sicurezza dello stato dei luoghi, la sospensione temporanea della circolazione in Via Roma dell’abitato di Fasano, all’altezza delle coordinate geografiche 40°50'37.4"N 17°21'26.2"E. 
I luoghi interessati saranno opportunamente corredati di segnaletica mobile verticale attestante i divieti e gli obblighi rivenienti dall’attuazione del provvedimento. 
Nella zona interessata dal presente provvedimento mantengono la loro piena efficacia tutte le prescrizioni, gli obblighi, le limitazioni o i divieti già vigenti e che non siano in contrasto o incompatibili con le misure di questo provvedimento.
 
È fatto obbligo a tutti gli utenti della strada di rispettare quanto stabilito nella presente Ordinanza.
 
È utile specificare che l’accesso a McDonald’s e supermercato Famila sarà possibile transitando dal centro cittadino, mentre sarà possibile accedere al supermercato Todis arrivando da Monopoli
e/o dalla zona industriale nord di Fasano.
LUNA e CLOE rispettivamente mamma e figlia di 5 e 3 anni, due femmine di pinscher sempre vissute in appartamento sono rimaste da sole.
La loro storia non è felicissima già in principio, due anni fa circa sono state recuperate da una situazione di maltrattamento, chi ha accolto loro due in casa e le ha tenute come figlie oggi non c’è più, la donna che ha fatto quel nobile gesto è passata a miglior vita.
LUNA e CLOE vivono da sole momentaneamente in appartamento, lì dove é stata la loro casa negli ultimi due anni.
Sono regolarmente microchippate entrambe, vaccinate e si sta provvedendo alla loro sterilizzazione in questi giorni.
Sono abituate a non uscire da casa per la passeggiata, non hanno maturato questa esigenza e fanno i loro bisogni sulla traversina.
Per loro cerchiamo una Famiglia che possa tenerle come figlie, che voglia adottarle entrambe, devono rimanere insieme.
Naturalmente l’adozione é gratuita.
Per info e adozione potete lasciare un commento oppure contattare il 3474891753 (whatsapp).

I precari ex Ecotecnica, in attesa di essere reimpiegati dalla nuova ditta della raccolta dei rifiuti Teorema, sostenuti dal sindacato Cobas ritornano sotto il Comune di Brindisi in Piazza Matteotti a partire da Lunedì 26 Febbraio alle ore 8,00 ed intanto per tutta la settimana prossima .

Gli obiettivi dei precari sono quelli di continuare a chiedere l’applicazione del Capitolato di gara dei rifiuti urbani e la sostituzione di personale dovuta a pensionamenti e mancanze lunghe da lavoro  a vario titolo come 104  , malattie purtroppo gravi, ed altro ancora.

I precari nelle settimane scorse sospesero la protesta per voler dare un segnale di confronto   alla ditta Teorema;

lo scopo era quello  di riprendere un dialogo che portasse a dei risultati anche non proprio vicini nel tempo , ma che fossero incoraggianti  per un ritorno al lavoro anche a tempo determinato.

Quello che noi vediamo però è  un servizio insufficiente, senza una vera e propria organizzazione del lavoro  per lo   più rivolta a mettere delle pezze quotidiane ,con una raccolta differenziata al 40% che ci fa veramente male segno inequivocabile che qualcosa non funziona.

Il Cobas chiede alla Teorema perentoriamente di far ritornare al lavoro questi precari perché di loro c’è bisogno viste le carenze giornaliere per coprire bene la raccolta .

Il Comune aveva chiesto loro anche un piccolo progetto al fine di attivare con fondi regionali l’acquisizione di mezzi utili ad aumentare la raccolta differenziata, cosa che avrebbe fatto avere qualche operaio in più ma di cui non sappiamo ancora nulla.

Di fatto Teorema cerca di rimandare quanto è più possibile il loro rientro allo scopo evidente di risparmiare , ma a pagarne le conseguenze sono i cittadini e lavoratori occupati e di quelli che sperano in un rientro.

Vogliamo solo ricordare a Teorema che i precari fanno parte di un accordo sindacale avvenuto nei giorni precedenti al cambio appalto, con l’impegno a riprenderli qualora se ne verificasse la necessità.

Oggi è possibile e necessario, questa situazione non può più essere tollerata!!!

Brindisi 25.02.2024

Per il Cobas Roberto Aprile

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci