Redazione

Emergenza epidemiologica a Mesagne: aumentano i contagi, oggi sono 12 in più, 7 guariti. 

 
Risultano 110 persone attualmente positive: 9 di queste necessitano di cure ospedaliere, 2 per sintomi severi e una per le gravi condizioni in cui versa. 
 
Raccomandiamo la massima prudenza: tra ieri ed oggi, in appena 2 giorni, nella nostra città si sono registrati 22 casi positivi. Il trend è in preoccupante salita.

La condotta AqP. che serve il tratto urbano  Via De Virgilis - Via Cavour risulta essere, da anni, assolutamente insufficiente ed inidonea  all’uso contrattualmente convenuto, effetti che si accentuano in occasione delle precipitazioni meteoriche con il risultato della fuoriuscita di liquami e di liquidi fognari dai tombini. 

Un problema che arreca gravi disagi ai cittadini residenti ed alle attività commerciali che in quelle zone operano, nonché problemi di igiene pubblica. 
Appare evidente che tale situazione genera un tributo ingiusto a fronte di una controprestazione dell’ente aqp non all’altezza. 
Sono anni, che le amministrazioni che si sono susseguite, hanno avuto interlocuzioni con i tecnici dell’Aqp. e negli anni tutti gli inteventi che come amministrazione bisognava intraprendere sono stati realizzati. 
Ora sta all’AqP. adempiere alle opere di propria pertinenza. 
Abbiamo pertanto presentato attraverso i nostri consiglieri comunali una mozione, discussa ed approvata nel consiglio comunale del 30 Novembre 2020 con cui  abbiamo chiesto di impegnare l’ammistrazione a costituire in mora l’ente Aqp. assegnando allo stesso tempi stretti quanto perentori di adempimento per le opere di propria spettanza ed  in ipotesi del perdurante della situazione di inadempimento, di citare in giudizio la stessa per l’adempimento coatto delle opere di sua pertinenza e per il risarcimento del danno di immagine  patito dalla città. 
Siamo soddisfatti dell’approvazione della nostra mozione che darà maggiore forza all’interlocuzione con Aqp. ed  una strada precisa e condivisa che l’amministrazione dovrà seguire. 
Una mozione approvata che può avvicinarci finalmente alla risoluzione del problema.
Coalizione Claudio Ruggiero

Discrimination Free Puglia, domani in videoconferenza la presentazione del progetto “C(entro) la mia autonomia”: protagoniste 19 donne vittime di violenza

Verrà presentato domani, giovedì 3 dicembre, alle ore 16 il progetto “C(entro) la mia autonomia”, a cura dell’Ambito Territoriale Sociale BR4 del quale fanno parte - oltre a Mesagne, in qualità di capofila - i Comuni di Cellino San Marco, Erchie, Latiano, San Donaci, San Pancrazio, San Pietro Vernotico, Torchiarolo e Torre Santa Susanna.

Interverranno: Toni Matarrelli, presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito BR/4; Anna Maria Margiotta e Maria Rosaria Cervelli della sezione Sicurezza del Cittadino, Politiche per le Migrazioni e Antimafia sociale della Regione Puglia; Cosima Campana, responsabile dell’Ufficio di Piano dell’Ambito Br/4; la referente del Centro Antiviolenza “Io Donna” di Brindisi, Lia Caprera; Sandro De Giorgi e Romina Troisio, referenti del Consorzio “Atena Formazione e Sviluppo”; Matteo Robustella, docente del corso. Gli interventi saranno coordinati da Antonio Calabrese, consulente istituzionale dell’Ambito BR/4.

Il corso di formazione per tecnico di cucina - avviato grazie all’azione 9.5, “Interventi di contrasto alle discriminazioni”, e sub –Azione 9.5.a, “Progetti di inclusione attiva” dell’Avviso Pubblico regionale “Discrimination Free” - ha come obiettivo l’inclusione sociale e l’occupabilità di 19 donne residenti o domiciliate in uno dei nove Comuni dell’Ambito, disoccupate e vittime di violenza di genere.

La videoconferenza sarà trasmessa in diretta streaming sulle pagine facebook di “BrindisiOggi”, “Il7 Magazine” e “Qui Mesagne”, per le quali saranno presenti i giornalisti delle rispettive testate online, Lucia Portolano, Gianmarco Di Napoli e Cosimo Saracino.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 2 dicembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 9.693 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.668 casi positivi: 878 in provincia di Bari, 87 in provincia di Brindisi, 206 nella provincia BAT, 208 in provincia di Foggia, 98 in provincia di Lecce, 174 in provincia di Taranto, 11 residenti fuori regione, 6 casi di residenza non nota.

Sono stati registrati 29 decessi: 9 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 10 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 804.028 test.

15.341 sono i pazienti guariti.

40.760 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 57.647, così suddivisi:

22.294 nella Provincia di Bari;

6.568 nella Provincia di Bat;

4.002 nella Provincia di Brindisi;

13.364 nella Provincia di Foggia;

4.295 nella Provincia di Lecce;

6.741 nella Provincia di Taranto;

375 attribuiti a residenti fuori regione;

8  provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

FI- Rossi e l’alternanza tra Dottor Jekyll e Mister Hyde. Ricorderanno tutti Rossi nella veste di dottor Jekyll, con la maglietta nera “no al carbone” tenere assemblee pubbliche in Piazza della Vittoria con i suoi amici “le Formiche” a trattare temi importanti di sviluppo eco-sostenibile, di sviluppo del porto, del turismo ecc ecc. ; assemblee in cui gridavano “dignità” per una città mortificata da interessi personali dei più, schiacciata dai poteri forti, dimenticata da Emiliano e da un governo regionale a cui Brindisi non stava proprio a cuore. E dallo scranno di oppositore in consiglio comunale, poi, contestare tutti i Sindaci che si susseguivano e si sarebbero susseguiti nel corso degli anni, urlando “allo scandalo” e alla “sciatteria politica”.
Ricorderanno tutti le affermazioni “mai con Emiliano” o “Emiliano è la rovina di Brindisi”.
Poi ad un certo momento si è trasformato ed è diventato Mister Hyde, siglando il patto con il diavolo, ossia il PD, nel frattempo purificato con l’acqua benedetta di Emiliano di tutti i disastri politici precedenti.
Un nuovo progetto che avrebbe portato Brindisi in vetta alle classifiche per sviluppo, turismo, porto, aeroporto, lavoro ai giovani (quelli che giravano con un una valigia in mano dichiarando che la vittoria di Cavalera avrebbe tolto loro il futuro), PUG, ecc ecc..
Una volta eletto però ha cominciato a perdere i primi pezzi. Il suo vicesindaco si dimetteva dopo un paio di mesi dall’insediamento.
Tentando di rimanere in auge, allora è ritornato ad essere mister Hyde, dichiarando a gran voce che Brindisi rientrando nel CIS, avrebbe ricevuto ben 250 milioni di Euro; venendo però smentito dallo stesso Ministro grazie, all’interrogazione del nostro parlamentare D’Attis.
Nel frattanto il progetto di rendere Brindisi città Smart, veniva stroncato sul nascere con la improvvisa dipartita politico-amministrativa del suo Ideatore Covolo.
Ed ancora: ha rotto con il dirigente ai servizi finanziari ed ha perso il suo Assessore al bilancio. Oggi, non riesce ad approvare il bilancio preventivo. Ha invocato l’aiuto di un commissario ad acta, ma Questi lo ha censurato in termini di legalità, coerenza e correttezza contabile.
Peraltro è solo di ieri la notizia della perdita di un altro pezzo, il suo referente del Comitato portuale.
A questo punto, il problema non sono più i pezzi che perde Rossi ma le opportunità che perde la nostra città.
Ci lanciamo nel dare un consiglio a Rossi: dimettiti!Non sappiamo infatti se è ancora in tempo nel cercare dentro di se un briciolo di dignità per dire autonomamente, basta.
BASTA! a questo stillicidio denominato con la ragione sociale “Rossi-Cannalire-Emiliano Società ad irresponsabilità illimitata”.
Coordinamento cittadino FI Brindisi

-----------------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Brindisi. Sorpreso senza permesso di soggiorno, poi risultato scaduto di validità, denunciato. I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brindisi, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà per violazione degli obblighi inerenti al soggiorno, un 25enne di origine ghanese domiciliato a Brindisi, il quale, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, è stato fermato alla guida di un’autovettura e trovato sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita, del documento attestante la sua regolare presenza sul territorio dello stato e di copertura assicurativa R.C.A.. I successivi accertamenti hanno comprovato il possesso del permesso di soggiorno scaduto in data 23 maggio 2020. Il giovane è stato invitato a presentarsi presso i competenti Uffici di P.S. per la regolarizzazione della posizione sul territorio nazionale. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro.

------------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Brindisi. Servizio straordinario di controllo dei soggetti nominati custodi di veicoli sottoposti a sequestro penale o amministrativo, denunciate tre persone. I Carabinieri della Compagnia di Brindisi, nell’ambito del territorio di competenza, nel corso di un servizio straordinario di controllo dei soggetti nominati custodi di veicoli sottoposti a sequestro penale o amministrativo, hanno denunciato in stato di libertà due 40enni e un 58enne, tutti residenti a Brindisi, per violazione degli obblighi di custodia, poiché, in qualità di custodi giudiziari, hanno violato i prescritti obblighi. Complessivamente, sono stati controllati 21 veicoli già sottoposti a sequestro penale o amministrativo.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Ostuni. Minaccia il personale ARIF e i Carabinieri, brandendo una forca, arrestato. I Carabinieri della Stazione di Ostuni hanno tratto in arresto per violenza o minaccia a pubblico ufficiale un 67enne del luogo. In particolare, l’uomo, nella mattinata del 1° dicembre, in una contrada periferica, brandendo una forca e avendo nella disponibilità una accetta, ha minacciato verbalmente il personale dell’Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali (A.R.I.F.), impegnato nelle operazioni di estirpazione di alcune piante di olivo infette dal batterio “Xylella”, responsabili, a dire dell’anziano, di aver rovinato con una ruspa il tratturo ricadente nel terreno di proprietà della figlia, nonché i militari operanti in servizio di ordine pubblico, prontamente intervenuti per evitare più gravi conseguenze. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, l’uomo è stato rimesso in libertà.

-------------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Carovigno. Detiene in casa 55,45 grammi di marijuana, arrestato. A Carovigno, a conclusione degli accertamenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno tratto in arresto in flagranza di reato ALTAVILLA Daniele, 38enne residente a Brindisi di fatto domiciliato a Carovigno, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, nella tarda serata di ieri, nel corso di mirato servizio per la repressione dello spaccio di stupefacenti, i militari operanti hanno proceduto alla perquisizione domiciliare nei confronti dell’uomo, rinvenendo e sequestrando 55,45 grammi di marijuana, suddivisa in 11 dosi, un bilancino di precisione e la somma di 180 euro in banconote di vario taglio. L’arrestato, concluse le formalità di rito, è stato tradotto presso la sua abitazione di Carovigno, in regime di arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

------------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Dal 1° dicembre il Comune di Fasano ha attivato il un nuovo servizio di certificazione e autocertificazione online. Il nuovo servizio a disposizione dei cittadini è stato presentato nella conferenza stampa che si è svolta oggi, mercoledì 2 dicembre a Palazzo di Città, alla presenza del Sindaco Francesco Zaccaria e dell’assessore con delega alla Comunicazione e Relazioni con il pubblico Cinzia Caroli. Il servizio informatizzato di certificazione online consente ai cittadini residenti nel Comune di Fasano di produrre via web, dal proprio PC di casa, in totale autonomia, autocertificazioni e certificati anagrafici. «Il nuovo servizio attivo dal 1° dicembre, - ha dichiarato il sindaco Francesco Zaccaria – continua il nostro programma di progressiva digitalizzazione dei servizi offerti ai cittadini, arricchendo l’offerta di quelli già attivati: il SUET – Sportello Unico Edilizia Telematico, l’Impresa in un Giorno, il SIT - Sistema Informativo Territoriale o la Dematerializzazione delle Pratiche Urbanistiche.

Con questo nuovo servizio diamo il giusto valore al tempo dei cittadini, che non saranno più costretti ad estenuanti file presso gli uffici comunali per richiedere un certificato, perché potranno comodamente scaricarlo e stamparlo da remoto con pochi click. Inoltre, in questo momento storico particolare, che ci vede impegnati nella lotta contro la diffusione di questo virus, questo nuovo strumento aiuta a preservare la sicurezza dei cittadini, che non avranno più l’obbligo di recarsi negli uffici per richiedere un certificato. Ringrazio per il lavoro svolto il dirigente di settore, il dottor Giuseppe Carparelli e la dottoressa Angela Colella del Servizio Informatico, che hanno reso possibile questo nuovo servizio». La procedura da seguire è rapida e intuitiva, basta collegarsi sul portale del sito istituzionale del Comune di Fasano cliccando sul link undefined per accedere al modulo di certificazione online.

L’utente deve utilizzare le proprie credenziali SPID e ha la possibilità di produrre autocertificazioni e certificati per sé stesso e per i membri della propria famiglia (presenti sul proprio stato di famiglia). I certificati possono essere emessi con o senza marca da bollo. Nel caso vengano richiesti senza marca da bollo, occorre darne adeguata motivazione, selezionando una delle casuali previste dal sistema. Se per il certificato è prevista la marca da bollo il pagamento della stessa avviene online con l’utilizzo della carta di credito.

Durante la conferenza stampa sono stati mostrati i due video tutorial prodotti dall’amministrazione (consultabili sui canali Facebook e You Tube Città di Fasano) che spiegano aiuteranno gli utenti ad eseguire correttamente la procedura.

Questi i certificati che si possono produrre online: - anagrafico di nascita; - anagrafico di morte; - anagrafico di matrimonio; - di cancellazione anagrafica; - di cittadinanza; - di esistenza in vita; - di residenza AIRE; - di stato civile; - di stato di famiglia; - di stato di famiglia e di stato civile; - di residenza in convivenza; - di stato di famiglia AIRE; - di stato di famiglia con rapporti di parentela; - di stato libero; - anagrafico di unione civile; - di contratto di convivenza; - storico di residenza alla data. Queste le autocertificazioni: - autocertificazione Stato lavorativo, pensionistico e titoli di qualificazione; - atto notorio Accettazione eredità e vendita auto; - atto notorio Dichiarazione generica non autentica; - autocertificazione Dichiarazione sostitutiva ci Certificazione generica (testo libero); - autocertificazione Qualità di legale rappresentante, tutore o curatore; - atto notorio Accettazione eredità auto; - atto notorio Riscossione benefici; - autocertificazione Posizione contributiva; - atto notorio assegno pagato – quietanza liberatoria; - autocertificazione Posizione economica e fiscale; - atto notorio Copia conforme di documento; - autocertificazione Nascita del figlio; - atto notorio Auto senza foglio di proprietà; - atto notorio Dichiarazione generica senza autentica; - autocertificazione Titoli culturali e professionali; - autocertificazione Posizione agli effetti militari; - atto notorio Successione senza testamento; - atto notorio Riscossione benefici e impossibilità a firmare; - autocertificazione Qualità di vivente a carico; - autocertificazione Carichi pendenti; - autocertificazione Decesso (relativo al decesso di coniuge, ascendente o discendente); - autocertificazione Stato di Famiglia; - autocertificazione Godimento dei diritti politici; - autocertificazione Residenza; - autocertificazione Possesso del codice fiscale e della partita IVA; - atto notorio Successione con testamento; - autocertificazione Iscrizione in associazioni, albi o elenchi; - autocertificazione Cumulativo di nascita, esistenza in vita, residenza, cittadinanza e stato civile.

-------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Pagina 1 di 1012