Tutto pronto per i play off Mesagne-Fasano, attenzione al massimo nello stadio In evidenza

Giugno 06, 2015 3653

stadio tagliata campo Ci sono gravi problemi strutturali e di ordine pubblico

nel nuovo stadio comunale di Mesagne che, al momento, non avrebbe i requisiti di sicurezza. Intanto, domenica si gioca Mesagne-Fasano, gara dei play off, in cui in palio c'è il passaggio nella categoria Eccellenza. Per tale occasione il Comune ha pulito due aree adiacenti lo stadio per realizzare le aree di parcheggio necessarie per accogliere sia i tifosi fasanesi che i supporter locali. Si tratta di una partita ritenuta a rischio con possibili infiltrazioni di diverse tifoserie. Il calcio di inizio è per le ore 16,30. Massima allerta anche da parte delle forze dell'ordine che per domenica hanno rinforzato gli uomini presenti nello stadio. Ieri mattina si è svolto un summit in questura per pianificare le iniziative da adottare affinché il tutto si svolga nella massima sicurezza. Da Fasano, infatti, dovrebbero arrivare circa 500 tifosi. Lo stadio comunale di Mesagne, dalla capienza di mille posti, è stato costruito circa dieci anni fa, dagli assessori Maurizio Piro, Sport, e Fabrizio Dipietrangelo, Lavori pubblici, e oggi mostra i segni di una manutenzione poco attenta della struttura. Infatti, il terreno di gioco, realizzato in erbetta sintetica, avrebbe bisogno di un restyling generale poiché non è stato mai irrigato, per problemi legati all'impianto idrico, e spazzolato. Inoltre, domenica prossima scade la deroga dell'omologazione concessa dalla Figc. Questi sono solo una parte dei problemi legati alla struttura sportiva poiché c'è ben altro. La cosa più importante è che la struttura calcistica è dotata di una sola strada d'ingresso. Per motivi di sicurezza l'impianto dovrebbe avere una seconda strada di accesso. Ma non è mai stata realizzata nonostante le sollecitazioni più volte espresse in Comune dalle forze dell'ordine e dalla dirigenza. Inoltre, l'unica strada di accesso durante le giornate piovose è un pantano mentre durante le giornate secche è un deserto di polvere che imbianca tutto e tutti. Poi c'è la carenza di parcheggi. Oggi le auto posteggiano lungo la strada e le tribune. C'è solo un piccolo spazio per transitare. In caso di necessità sia per le forze dell'ordine sia per le ambulanze del 118 lo spazio non è sufficiente per il transito dei mezzi di soccorso o dei reparti mobili. Così, in caso di tafferugli l'area può divenire una pericolosa trappola per i tifosi e i giocatori. Non è tutto poiché i problemi ci sono anche negli spogliatoi dove non c'è nessuna separazione tra gli ambienti della squadra ospite e quella di casa. Giorni fa la Digos di Brindisi ha effettuato un sopralluogo insieme al commissario per rendersi conto delle criticità esistenti e vedere come superarle. Intanto, la società ha messo in vendita i biglietti che potranno essere acquistati al botteghino del campo fino a sabato. Domenica non sarà venduto nessun biglietto e il botteghino resterà chiuso. Alla squadra ospite sono stati riservati 350 biglietti, compresi quelli per le donne che allo stadio non pagano.