Menu

Le Cantine Paolo Leo Antoniolli Mesagne volley vincono sul Ciu Ciu Offida Volley

mesagne volley 2019Per la terza giornata di campionato,

la Cantine Paolo Leo Antoniolli Mesagne ospita la Ciu Ciu Offida Volley, ostica squadra marchigiana che già lo scorso anno aveva dato del filo da torcere alle ragazze di coach Giunta. Formazione tipo per il Mesagne, con Di Bert al palleggio, Armonia opposto, Cristofaro (k) e Leone laterali, Iacca e Pichierri centrali e Della Rocca libero. Panchina corta, rispetto al solito, per la concomitanza della gara di C delle ragazze di coach Mariano, con De Paola, Malerba, Lapenna e Demilito. Il primo set è equilibrato ed è giocato punto a punto fino al 10-10, quando le ospiti piazzano un break di 0-3 che le porta sul 10-13. Il Mesagne è un po’ contratto e non gioca la pallavolo vista nelle prime due gare. La ricezione latita e la ricostruzione ne risente, finendo spesso preda del muro marchigiano. Nonostante il momento di difficoltà, le gialloblu riescono a capovolgere la situazione sul 18-17, perdendo poi al fotofinish un parziale giocato al di sotto delle proprie possibilità. Il set perso scuote la Cantine Paolo Leo Antoniolli Mesagne, che prende in mano le redini dell’incontro per non lasciarle più. Le percentuali in ricezione salgono vertiginosamente e, di conseguenza, Di Bert inizia a smistare il gioco con eleganza, facendo impazzire il muro avversario. Armonia, Cristofaro e Leone iniziano a martellare la difesa ospite chiudendo sul 25-16 un parziale senza storia. Il terzo gioco è il migliore per intensità e tensione agonistica. La prima interruzione chiesta dalla panchina marchigiana, sul 15-7, racconta perfettamente la differenza di valori in campo. Molto bene Iacca, sia in attacco che a muro, impressionante Della Rocca per un paio di recuperi difensivi che fanno esplodere il Palasport, sold out come sempre (25-15). Anche il quarto set è di marca gialloblu: ormai le ragazze del patron Antoniolli giocano in scioltezza e la gara è indirizzata senza che le ospiti possano opporre una reale resistenza. La gara si chiude nuovamente sul 25-16 con una bellissima “fast” di Iacca, dopo una buona serie al servizio di Demilito, ma il parziale sarebbe potuto essere anche più netto senza un rilassamento finale delle mesagnesi, lecito e comprensibile dopo la bella rimonta che regala altri tre punti al sodalizio messapico. “Sapevamo che sarebbe stata una gara ostica”, sono le parole del presidente Sportelli, “Offida è una squadra difficile da affrontare ed era un banco di prova importante per valutare la nostra crescita. Siamo soddisfatti e andiamo avanti decisi. Oggi ho avuto il piacere di assistere alla partita con i miei collaboratori, Antoniolli, Saponaro e tutti i dirigenti. Il pubblico è stato commovente. Bella pagina di sport”. Effettivamente il pubblico mesagnese è stato il settimo giocatore in campo, oggi arricchito anche da una folta rappresentanza dell’amministrazione comunale, sempre vicina ai colori gialloblu. La gara è stata combattuta solo nel primo parziale, nel quale il Mesagne ha pagato qualche errore di troppo finendo per sporcare la casella dei set persi per la prima volta in stagione. La reazione, però, è stata da grandissima squadra. Offida ha giocato una buona gara, dimostrando di non meritare la posizione che occupa, ma è stata impossibilitata a reagire per la grandissima carica agonistica messa in campo dalle messapiche, dal secondo set in poi. Buona la correlazione muro-difesa, con Iacca che sporca quasi tutto e con Pichierri autrice di 4 muri punto. Armonia sfonda il muro dei 20 a tabellino (21), mentre Leone (18) finisce in crescendo dopo un inizio in sordina. Cristofaro, invece, chiude con un impressionante 60% di efficienza offensiva. Il ruolo di MVP della giornata, però, è tutto per Sara Della Rocca, leader indiscusso di una difesa che guida tra tuffi e recuperi impossibili. A coronamento della prestazione, anche un punto ottenuto con un palleggio spinto in zona 1, approfittando con grande intelligenza tattica del buco lasciato dalla difesa marchigiana. Mesagne - Offida 3-1 (23-25, 25-16, 25-15, 25-16) Note: Raffaele Mansi 1^ arbitro, Andrea Tavano 2^ arbitro. Muri 7-7, Battute sbagliate 9-6, Ace 5-3, Errori punto 25-25. Mesagne: Di Bert 1, Armonia 21, Cristofaro (k) 15, Leone 18, Iacca 11, Pichierri 5, Della Rocca (L1) 1, De Paola, Malerba, Lapenna, Demilito 1. All. Giunta. Offida: Zamponi 8, Napolitano 2, Sabbatini, Delfino 14, Morgia 15, Angelis 1, Citeroni 8, Mercanti, Capriotti (k) 1, Tardini (L1), Spinozzi (L2). All. Fusco. MAURO POCI  

Ultima modifica ilLunedì, 04 Novembre 2019 13:08
Torna in alto