Mesagne e la sconfitta dei disabili che restano mal tutelati

Luglio 14, 2023 1473

Alcuni mesi fa l'amministrazione comunale ha tenuto più conferenze stampa per annunciare con grande soddisfazione la realizzazione del Peba, ossia il Piano comunale per l'eliminazione delle barriere architettoniche. Finalmente, si disse, Mesagne è a misura di disabile. Tuttavia con il passar dei mesi e del tempo ci si è resi conto che quel motto era stato scritto sulla battigia. Chi all'epoca ha fatto battaglie per i disabili oggi ha abdicato a quel ruolo avendo assunto altri impegni istituzionali. Mesagne, ad esempio, non ha ad oggi una figura istituzionale per la difesa dei disabili. Chi deve far rispettare regolamenti e ordinanze, insomma il rispetto della legge, ha evidentemente altri servizi più importanti da svolgere. Su tutto ciò, ieri come oggi, resta l'attenzione civica dei cittadini sul mancato rispetto della legge ma, soprattutto, dei disabili...e non solo. Riportiamo la segnalazione fotografica ed epistolare di un civico cittadino che ha annotato quanto difficile siail passaggio dei pedoni su questo tratto di marciapiede di via Carminementre per altri, i disabili, è impossibile. "Caro direttore si parla tanto di Mesagne città della cultura, ma tutto c'è tranne la cultura. Per me Mesagne ormai è una mangiatoia a cielo aperto. Si parla di abbattimento delle bariere architettoniche, ma sono solo parole, vi sembra normale  che un disabile debba fare salti mortali per passare? Oppure un genitore con passeggino? Direi proprio di no. Spero presto che qualcuno prenda provvedimenti adeguati per fa sì tutto questa situazione non accada più".

---------------via_carmine_tavolini_impediscono_passaggio_3.jpg
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Ultima modifica il Venerdì, 14 Luglio 2023 21:31