A Mesagne il 17 febbraio omaggio a Giulio Cesare Vanini, il “Giordano Bruno di Puglia”

Febbraio 10, 2024 778

A Mesagne il 17 febbraio nell’anniversario del rogo del Nolano un omaggio a Giulio Cesare Vanini il “Giordano Bruno di Puglia”

Il 9 febbraio 1619, per determina della “Santa” Inquisizione veniva torturato e portato a morte Giulio Cesare Vanini filosofo di Taurisano (Lecce). Nel seicento Giulio Cesare Vanini Giordano Bruno, Baruch Spinoza, Galileo Galilei con la loro testimonianza hanno acceso la fiaccola dell’Illuminismo. A Mesagne un convegno nell’auditorio Castello comunale ore 18:00 nell’anniversario del rogo di Giordano Bruno (17/02/1600).
Il professore di storia di filosofia moderna dell’Università del Salento Mario Carparelli, uno dei massimo studiosi di Vanini racconterà la vita e la fortuna di quello che può essere definito il più famoso tra i filosofi di Puglia, conosciuto e studiato più in Germania Francia Inghilterra che non in Italia.
A Mesagne il seicento, il secolo di Vanini, Galileo e Bruno fu un un secolo di fermento. Ebbe i natali a Mesagne e ne fu sindaco il medico Epifanio Ferdinando. Si sviluppò per il suo tramite l'”accademia degli affumicati”. A contestualizzare il seicento a Mesagne contribuirà Enzo Debonis del centro studi Antonucci.

Programma:

Saluti:  Antonio Matarrelli sindaco
Interventi:
Enzo Debonis “Epifanio e gli Affumicati nella Mesagne del seicento”
Mario Carparelli “Giulio Cesare Vanini, il filosofo, l’empio, il rogo”
Modera: Antonio Licciulli

Ultima modifica il Domenica, 11 Febbraio 2024 22:16