L'Amministrazione ringrazia tutti, o quasi

Settembre 21, 2016 1857

sagra ti li puvierieddiL'estate mesagnese è andata così bene che il sindaco,

Pompeo Molfetta, gongola e per tale motivo ha fatto affiggere dei manifesti con i quali hanno voluto ringraziare tutti gli artefici del successo. O quasi tutti. Poiché tra i tanti ringraziamenti ha dimenticato di inserire gli operatori della comunicazione che, forse, con i loro articoli, su carta stampata e online, hanno contribuito, anche in maniera determinante, a diffondere le iniziative, che si sono svolte a Mesagne, non solo in città ma nell'intero villaggio globale. Tuttavia, a parte l'annotazione sulla svista in città ci si chiede perché il sindaco non fa affiggere altrettanti manifesti per elencare gli insuccessi. Critico verso l'Amministrazione è, infatti, Marco Argentiere, agronomo e funzionario di un'associazione di produttori. Nei manifesti murali il sindaco e l’Amministrazione comunale hanno voluto ringraziare tutti i mesagnesi che "a vario titolo ed in vario modo hanno concorso a rendere la nostra città accogliente ed ospitale in una estate da incorniciare, trascorsa in serenità e sicurezza e impreziosita da tanti eventi culturali e di spettacolo che l’hanno resa ancor più bella agli occhi nostri e dei tanti turisti che ci hanno onorato della loro presenza". E giù con i ringraziamenti. "Un ringraziamento particolare va alle forze dell’ordine, ai vigili urbani, ai volontari della protezione civile", ha scritto il sindaco che ha continuato "alle associazioni culturali teatrali, musicali e cinematografiche, alle associazioni di volontariato sociale, alle associazioni sportive e alle scuole di danza, al comitato feste patronali e ai comitati parrocchiali, alla Pro Loco, al Gruppo Storico Città di Mesagne, agli operatori di Promocultura, ai ristoratori e tutti gli operatori commerciali, a tutti gli artisti che si sono esibiti e a tutti quelli che dimentichiamo di citare. Con l’aiuto di tutti la prossima estate sapremo fare di più e meglio". "Da mesagnese restituisco al mittente i ringraziamenti e rispondo che occorre darsi una mossa altrimenti, più che di estate da incorniciare si dovrà parlare di autunno caldo, molto caldo", ha esordito Argentiere ricordando la questione "Arneo, il servizio di integrazione scolastica, il trasporto studenti, la chiusura del passaggio a livello, l'ospedale, i rifiuti, la tassazione". Per Argentiere i cittadini "sono stufi di una politica distante ed arrogante che impone le sue posizioni spesso in forza di una spending review che poi non é applicata per la stampa di un inutile manifesto intriso di mieloso buonismo". Il manifesto di ringraziamento si conclude poi con l’auspicio di fare di più e meglio la prossima estate. "Caro Sindaco, perché aspettare l’estate? Cerchiamo di fare più e meglio subito, non solo per gli eventi culturali e di spettacolo ma anche per tutte le altre problematiche a cui la sua Amministrazione non riesce a dare risposte adeguate", ha concluso Argentiere.