Mesagne. Allarme bomba, svelato il mistero

Settembre 21, 2016 2233

stazione di servizio esso - allarme bomba - 18-09-2016 1Svelato il giallo della valigetta abbandonata

in una stazione di servizio di Mesagne che domenica mattina aveva causato un allarme bomba mandando in tilt la città. La valigetta era completamente vuota. Uno scherzo di cattivo gusto oppure una semplice dimenticanza da parte di qualche soggetto? Purtroppo il mistero resta poiché in zona, purtroppo, non vi sono telecamere di videocontrollo che possano dare una lettura corretta alla vicenda. Le indagini, tuttavia, sono in corso per cercare di individuare il proprietario della valigetta. La polizia scientifica ha rilevato una serie di impronte che adesso confronterà con il database in loro possesso. Dopo la bomba esplosa nella stazione di Elizabeth, sui binari della linea ferroviaria che collega Manhattan all'aeroporto internazionale di Newark, in America, contenuta in uno zainetto, la tensione è alta alla vista di qualsiasi oggetto abbandonato che possa far percepire un pericolo. Specialmente in luoghi a rischio come può essere, appunto, una stazione di benzina. Domenica mattina, intorno alle ore 10, era scattato l'allarme bomba e in pochi minuti sul posto erano giunte volanti e gazzelle oltre che le auto della polizia locale. Il traffico era stato prima bloccato e poi spostato su direttrici alternative. Polizia e carabinieri avevano creato un cordone intorno alla stazione di servizio e inibito il transito a pedoni e auto. L'intera zona era stata isolata. Nel frattempo sul posto era stato fatto giungere un artificiere della polizia. Il poliziotto, dopo aver fatto allontanare i presenti, si era avvicinato con cautela alla valigetta e aveva iniziato a studiarla. Con l'attrezzatura in dotazione aveva effettuato alcune verifiche fino a quando aveva avuto la certezza che non si trattava di un ordigno. A quel punto l'aveva aperta e verificato che, in effetti, non si trattava di una bomba.