Mesagne. Banda di ragazzini tenta di entrare in parafarmacia

Giugno 24, 2016 3175

carabinieri 112Un probabile tentativo di furto, o una bracata, è stato portato

a segno mercoledì pomeriggio a Mesagne da quattro ragazzi minorenni, due ragazze e due ragazzi, ai danni della parafarmacia “Olospharma Srl” di Angelo Sconosciuto in via Carducci. Intorno alle ore 17 hanno sollevato la saracinesca del deposito per entrare dentro. Fortunatamente il dottor Sconosciuto ha udito dei rumori e si è diretto nel deposito dove si è trovato di fronte i quattro ragazzi pronti a entrare. Questi, appena si sono visti scoperti, sono fuggiti inseguiti dal proprietario. Il farmacista ha preso le immagini del sistema di videosorveglianza e si è recato in caserma dove ha presentato una denuncia piuttosto dettagliata con allegate le immagini dei ragazzini. La para farmacia del dottor Sconosciuto si trova in via Carducci, a pochi metri dalla scuola media e dal primo circolo didattico, in uno stabile in cui vi sono altri condomini. Nel pomeriggio il farmacista si è recato a lavoro ed ha iniziato a sistemare i medicinali. A un tratto ha udito il rumore della saracinesca che si alzava. L’unico ad aver la chiave è lui per cui ha pensato subito che fosse in atto un tentativo di furto da parte di qualche malvivente. Si è precipitato nel retro della farmacia ed ha notato che quattro ragazzi, tra cui due ragazze, erano pronti a entrare. Ha iniziato a gridare e questi sono fuggiti. Non è la prima volta che sia la farmacia che altri residenti sono destinatari di atti d’inciviltà e prevaricazione. Perciò ha preso i fotogrammi e si è recato presso la stazione dei carabinieri dove ha presentato una denuncia per i fatti accaduti. All’esposto ha allegato anche le immagini del servizio di videosorveglianza in cui si vedono nitidamente i ragazzini mettere in atto la loro bravata. “Non è la prima volta che accadono questi episodi – ha raccontato il dottor Sconosciuto – questa volta, però, abbiamo le prove che sono date dalle immagini”. Con grande senso civico il farmacista ha consegnato il materiale ai carabinieri. Adesso saranno loro a identificare i ragazzi e avvisare la procura minorile di Lecce. Dire che i residenti della zona sono ipertesi da questa situazione è solo un eufemismo. Di fatto sono terrorizzati dagli atti d’inciviltà che giornalmente bande di minorenni portano a segno nella zona. Nella vicina corte i residenti hanno denunciato atti di prevaricazione da parte di ragazzini che, senza nessuna inibizione, orinano e defecano davanti alle abitazioni. Oppure bevono birra e lasciano le bottiglie, e alcune volte il vomito, davanti agli stabili. Più volte la gente disperata ha presentato denuncia alle forze dell’ordine che, per la verità, più di una volta hanno fermato e identificato ragazzi che bighellonavano in zona. Più di tanto, purtroppo, non possono fare.  

Ultima modifica il Sabato, 25 Giugno 2016 15:27