Mesagne come Lecce: furto notturno da Distante Expert, bottino 100 mila euro

Febbraio 15, 2016 3366

distante expertAlcuni malviventi nella notte a cavallo tra sabato e domenica

hanno messo a segno un furto nel megastore Distante elettrodomestici di Mesagne. I ladri dopo aver infranto una vetrina si sono impossessati di computer e telefonini per un valore commerciale di diverse migliaia di euro. Indaga la polizia. 

Dopo il negozio di Lecce anche il megastore "Expert" di Mesagne, entrambi di proprietà della famiglia Distante, è stato depredato dai ladri. E’ accaduto la notte a cavallo tra sabato e domenica quando alcuni individui, probabilmente due, hanno infranto una vetrina del megastore “Distante elettrodomestici Expert” e sono entrati all’interno facendo man bassa di computer, smartphone, tablet e telefonini. Poi sono fuggiti lasciando alle loro spalle l’ennesima traccia del mistero. La scoperta del furto è stata fatta al mattino dai dipendenti quando sono andati in negozio e l’hanno trovato depredato. Sul furto indaga la polizia. L’episodio si è verificato la notte di domenica, probabilmente intorno alle ore 2, quando due individui hanno saltato la cancellata e si sono portati davanti a una vetrata del megastore quindi l’hanno infranta presumibilmente con una grossa mazza ferrata. Una volta all’interno hanno eluso il sistema antintrusione e si sono portati davanti alle vetrine in cui sono custoditi i computer e i telefonini. Qui con impressionante velocità ne hanno arraffati un bel po’ e poi sono fuggiti. La scoperta del furto è stata fatta al mattino dai dipendenti che sono andati in azienda e hanno trovato il negozio depredato. Immediata è stata la richiesta di aiuto alla polizia che è giunta sul posto con alcuni agenti. Dopo le formalità di rito sono state avviate le indagini. Il punto di partenza sono le immagini dei malfattori che i diversi sistemi di video sorveglianza, presenti in zona,  potrebbero aver ripreso. Questo furto ha diverse similitudini con quello portato a segno giovedì scorso nella zona industriale di Lecce dove una coppia di malfattori, dopo aver praticato un foro nella saracinesca di uno degli accessi, si è introdotta nei locali che ospitano i magazzini rubando numerosi telefoni cellulari. Sette le vetrine espositive svaligiate dov'erano custoditi smartphone e accessori di varie marche, più quattro scaffali contenenti apparecchi ancora imballati. Un'azione rapida, come quella di Mesagne, interrotta dal sistema d'allarme che, una volta scattato, aveva fatto arrivare sul posto un vigilante dell'istituto preposto alla sicurezza. Anche lì i due ladri erano stati filmati dalle telecamere di sorveglianza. Il bottino si aggira intorno ai 100 mila euro. Tuttavia, ciò che lascia perplessi in questi furti è la spavalderia con cui sono messi a segno nonostante i ladri sanno che la zona industriale di Mesagne è particolarmente controllata sia dalle forze dell’ordine sia dagli istituti di vigilanza privati. L’ammontare del bottino si aggira a diverse migliaia  di euro anche se l'inventario è ancora in corso. Merce che, probabilmente, sarà messa in vendita sul mercato nero, oppure su internet, a prezzi irrisori. Solo alcune settimane fa alcuni ladri avevano rubato dei camion dall’Italiana calcestruzzi che ha sede nella zona industriale. Anche lì i ladri avevano  agito con la massima tranquillità.  

Ultima modifica il Martedì, 16 Febbraio 2016 08:28