Ostuni: operazione antidroga, sequestrati 5 chili di ashish e arrestato 1 corriere

Gennaio 27, 2016 2074

polizia drogaContinua l’attenta e particolareggiata attività

di controllo del territorio di competenza da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni Albano. In costante sintonia con le direttive rese dal Questore di Brindisi, Dott. Roberto Gentile, personale della Squadra Volante e della Polizia Giudiziaria del Commissariato della Città Bianca, nella notte appena trascorsa, traeva in arresto nella flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di droga, Angelo CISTERNINO residente a Ostuni. L’arrestato dopo le formalità di rito, su disposizione del PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, Dott.ssa Chimienti, è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi a disposizione dell’A.G. competente. I particolari dell’operazione: da diverso tempo gli investigatori ostunesi avevano allestito appositi servizi di osservazione e monitoraggio nei confronti dell’odierno arrestato. Lo stesso, era stato di fatti notato innumerevoli volte dagli Agenti, ed in particolare nei fine settimana, effettuare strani movimenti in prossimità di alcuni bar e circoli ricreativi della zona e non solo ove, a bordo dell’autovettura di sua proprietà, giungeva sul posto, assumeva i tipici contatti finalizzati alla cessione dello ‘stupefacente’ e, raggiunto il luogo in cui aveva occultato la droga, ne prelevava i necessari quantitativi, effettuando successivamente le consegne anche a consumatori di giovane età. Pertanto tra la sera di ieri e l’appena decorsa notte, dopo un ulteriore certosina attività di osservazione, si monitoravano gli spostamenti del Cisternino il quale raggiungeva, sempre a bordo della sua utilitaria, una zona isolata dell’ abitato ostunese ove sostava per un certo periodo di tempo intento a prelevare qualcosa, nell’immediatezza dell’osservazione non perfettamente identificata, poi caricata all’interno dell’abitacolo dell’autovettura. Avendo il fondato sospetto che il soggetto monitorato avesse prelevato un quantitativo di droga, si decideva di allestire un posto di controllo al fine di fermarlo e sottoporlo a più approfondita verifica. Durante la stessa, il fermato, richiesto di esibire i propri documenti personali, esternava profonda insofferenza ed agitazione dinanzi al controllo di Polizia tanto da destare particolare sospetto e da indurre il personale operante ad approfondire l’accertamento all’interno della macchina. Una decisione operativa avveduta dal momento che, al di sotto del sedile anteriore lato passeggiero, sotto un cartone impiegato a mo’ di doppio fondo, veniva rinvenuto, debitamente ed artatamente occultato, un ingente quantitativo di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di 5 chili. Le successive operazioni di perquisizioni domiciliari permettevano inoltre di rinvenire nella disponibilità dell’odierno arrestato, materiale tipico per il confezionamento della droga, oltre ad un bilancino di precisione, nastro isolante e bustine proprie della cessione a terzi dello ‘stupefacente’. I 5 chili di hashish, l’autovettura utilizzata per il trasporto dell’ingente quantitativo di droga, il bilancino e il restante materiale per il confezionamento, venivano sottoposti a sequestro penale. La droga, del valore commerciale al dettaglio di oltre 50.000 euro, se immessa sul mercato locale avrebbe potuto fortemente alimentarlo anche ai danni di fasce giovani di consumatori con tutte le conseguenze negative che una siffatta possibilità avrebbe potuto causare. L’ingente quantitativo di droga sequestrato al Cisternino nonché il sistema di confezionamento dello ‘stupefacente’ fanno ritenere che l’arrestato fosse inserito all’interno di un’ organizzazione di trafficanti internazionali appartenenti alla mala vita organizzata e, in tal senso, proseguiranno le attività d’indagine da parte degli investigatori del Commissariato ostunese. I servizi di controllo del territorio volti alla prevenzione e alla repressione dei reati ed in particolare di quelli attinenti lo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, proseguiranno da parte della Polizia di Stato ostunese nei prossimi giorni e nell’ottica della sicurezza generale. Ostuni, 27.01.2016 Il Dirigente Commissario Capo ALBANO Dr. Gianni