Mesagne. Bando di gara sospetto del Gal

Luglio 31, 2015 3196

galUn bando di gara, dell'importo di 38 mila euro,

per la fornitura di brochure turistiche e altro materiale turistico del Gal Terra dei Messapi di Mesagne ha fatto insorgere la piazza virtuale di Facebook a causa delle modalità richieste. In pratica bisogna presentare un preventivo di fornitura e la stampa di una guida turistica multilingue, di 80 pagine, 8 guide da 16 pagine, una cartoguida con punti d’interesse, cartoline, espositori, audio guide multimediali su 70 monumenti e 16 cartelli, poster, roll-up, cartoline. Il tutto in sette giorni. Un tempo di consegna improponibile per le aziende di settore poiché tra grafica, impaginazione, stampa e consegna ci vogliono ben altri tempi. Da qui il sospetto degli internauti che la gara di appalto delle brochure possa nascondere ben altro. La preoccupazione è che possa essere “viziata”. Il materiale turistico è funzionale alla promozione e alla fruizione del territorio. "L'iniziativa è sicuramente encomiabile ma fuori dalla portata di qualsiasi azienda o essere umano", ha spiegato su Facebook Andrea Tenore, esperto in grafica, per il quale una "tipografia impiega 7 giorni solo per la realizzazione degli impianti di stampa di un lavoro del genere". Infatti, per fare un buon lavoro c'è da scegliere la grafica, la realizzazione e l’elaborazione delle immagini, il copywriting e la correzione delle bozze, la registrazione delle guide, la stampa e la consegna. "Chiedere la consegna di un progetto di comunicazione tanto complesso ed elaborato in soli 7 giorni lavorativi è pura follia - ha precisato Tenore - è indubbio che il bando sia stato elaborato con fretta ed estrema leggerezza". Secondo Tenore chi gestisce risorse pubbliche "dovrebbe però prestare maggiore attenzione ed essere molto professionale e trasparente, altrimenti si corre il rischio di esporsi a "cattive" interpretazioni: forse il Gal si è ridotto all’ultimo momento e rischia di perdere risorse pubbliche importantissime per il territorio oppure il materiale è già bello e pronto". Lo stesso esperto in grafica ha chiarito che questo bando potrebbe dare seguito a "interpretazioni che è il caso di evitare, soprattutto per un ente che gestisce compiti e risorse vitali per il territorio". Le affermazioni e preoccupazioni di Tenore sono state condivise da altri internauti cui il bando di gara emesso dal Gal è sembrato intempestivo. "Le nostre procedure sono chiare e trasparenti - ha affermato il direttore del Gal, Cristiano Legittimo - ecco perché abbiamo invitato tutti i fornitori che abbiamo in elenco. I tempi ristretti sono stati dettati dalle procedure regionali. In ogni modo chi vuole maggiori delucidazioni può rivolgersi direttamente nella nostra sede di via Albricci".