Menu

Blitz dei carabinieri nel Commerciale di Mesagne

carabinieri con drogaBlitz antidroga dei carabinieri di Mesagne

presso l’istituto tecnico Economico “Epifanio Ferdinando”, in via Damiano Chiesa. I militari, con l’ausilio delle unità cinofile, hanno controllato il plesso mentre alcuni studenti, che si erano accorti del loro arrivo, per non essere beccati hanno gettato le dosi di sostanza stupefacente, del tipo marijuana, dalle finestre delle aule. Però i carabinieri erano appostati anche fuori e hanno visto da quali classi le dosi sono volate fuori. Sono in corso accertamenti per cercare di individuare i ragazzi che fanno uso di droga. Le dosi raccolte dai carabinieri, lungo i piazzali, pesano 2 grammi. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane per prevenire l’uso di questa sostanza altamente pericolosa. Dunque, sono scattati ieri mattina i controlli dei carabinieri, con il supporto dei colleghi del nucleo cinofili di Modugno, negli istituti scolastici di Mesagne. Lo scopo è di prevenire sia che tali sostanze siano consumate da ragazzi sia di prevenire lo smercio. Tuttavia, l’obiettivo primario dei carabinieri resta l’individuazione dei pusher. Il primo blitz scolastico si è verificato nei confronti delle classi dell’istituto tecnico Economico di via Damiano Chiesa. I fatti si sono verificati intorno alle 8.30, poco dopo il suono della campanella, quando gli studenti erano appena entrati in classe. Un gruppo di militari, coadiuvati dai colleghi a quattro zampe, sono entrati nel plesso ed hanno iniziato a controllare le varie classi. I cani antidroga hanno annusato ogni metro del loro passaggio. Tuttavia, appena si è sparsa la voce, in una manciata di minuti, è partito un tam tam tra i vari ragazzi fino a quando, in preda al timore di essere scoperti, alcuni si sono recati presso le finestre e hanno gettato nel piazzale la dose che avevano in tasca. Così, mentre i carabinieri ispezionavano le aule con i cani, controllando i bagni, gli zaini e i cestini dei rifiuti, altri militari sono rimasti fuori a seguire e annotare le traiettorie dei lanci. Al termine dell’operazione nel piazzale, avvolti nelle pellicole di plastica, sono stati recuperati e sequestrati due grammi di marijuana. I docenti e il dirigente scolastico si sono messi a disposizione dei carabinieri fornendo la massima collaborazione. Le indagini proseguono poiché gli uomini dell’Arma, in queste ore, stanno individuando le classi da cui sono volate le dosi di droga per passare, successivamente, all’identificazione degli studenti e giungere, così, a dare un volto agli assuntori di sostanza stupefacente. I controlli dei militari proseguiranno anche nelle prossime settimane a orari sfalsati e riguarderanno anche altri istituti scolastici. Lo scopo è di prevenire lo smercio di sostanza stupefacente nelle fasce protette, e non solo, della popolazione. I controlli riguarderanno anche il resto della città che sarà monitorata in orari e luoghi differenti. Resta basilare individuare le fonti di smercio. (Foto  archivio) 

Ultima modifica ilMercoledì, 23 Ottobre 2019 12:24
Torna in alto