Polizia: arrestato per detenzione e spaccio di droga In evidenza

Novembre 12, 2016 1561

LOBUONO AngeloNel corso del pomeriggio di ieri personale

della Sezione Antidroga di Questa Squadra Mobile, impegnato in specifici servizi finalizzati alla prevenzione ed alla repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti, traeva in arresto, nel rione La Rosa di questo centro, il brindisino Angelo LOBUONO, di anni 29. Ad insospettire gli agenti della “Mobile”, che già da tempo avevano attenzionato l’arrestato in ragione dell’insolito comportamento, procedevano al controllo di una autovettura Renault Megane di colore grigio. La conseguente perquisizione del mezzo consentiva di rinvenire, magistralmente occultata all’interno dell’abitacolo dell’auto, un quantitativo di stupefacente, precisamente cocaina, che andava oltre l’uso personale e, per di più, già suddivisa in dosi per il successivo spaccio al minuto. L’attività di perquisizione veniva, quindi, estesa all’abitazione del LOBUONO dove il personale di polizia giudiziaria operante rinveniva ulteriori venti grammi circa di cocaina, oltre a materiale per il confezionamento delle singole dosi e ad un bilancino di precisione perfettamente funzionante; veniva, inoltre, rinvenuta una rilevante somma di denaro che si sottoponeva a sequestro in quanto ritenuta essere provento dell’attività di spaccio.Droga nov 2016 Le circostanze che determinavano l’intervento prima e l’arresto poi lasciavano pochi dubbi sull’attività illecita posta in essere dal LOBUONO che, evidentemente, riforniva di stupefacente un consistente numero di assuntori, specialmente durante i fine – settimana. L’attività di contrasto si inserisce, infatti, in una serie di programmati servizi che la sezione “Narcotici” della Squadra Mobile attua al fine di prevenire e reprimere l’ormai diffusissimo “sballo” del sabato sera che è causa di preoccupanti fenomeni in ragione, proprio, del dilagare della attività di spaccio di stupefacenti. Al termine delle formalità di rito l’arrestato, a disposizione del Dott. Antonio COSTANTINI, P.M. di Turno alla locale Procura della Repubblica, veniva associato presso la Casa Circondariale di Brindisi.