Le avventure di Pinocchio tradotte in vernacolo mesagnese

Aprile 06, 2015 2575

Pinocchio - GIORDANOMartedì sera con inizio alle ore 19,00 presso

l’Auditorium del Castello Normanno Svevo di Mesagne verrà presentato il testo “Le avventura di Pinocchio”, il famoso e fortunato libro di Carlo Lorenzini (Collodi), tradotto in vernacolo mesagnese da Giuseppe Giordano. Si tratta della 102esima traduzione fatto in lingua diversa dall’Italiano ed è ambientato in Mesagne con i modi di dire, i nomi e le tradizioni locali. L’edizione mesagnese gode del patrocinio della Fondazione Collodi. La presentazione sarà fatta, dai proff. Vittoria Ribezzi e Marcello Ignone. Moderatore dei lavori sarà il giornalista Antonio Rigliano. Nc’era nna fiata... è l’esordio del libro che abbiamo tra le mani; un incipit, questa volta, dialettale in cui l’allitterazione della “a” sembra intonare un canto e dare il primo tocco “salentino” ad un lavoro che nella “salentinità” sarà calato non solo con il trasferimento linguistico e il corredo idiomatico, ma anche con l’ambientazione geografica, storica, antropologica.(Vittoria Ribezzi) … è bella la versione mesagnese anche perché propone una società migliore, ne racconta una ormai passata, relativa ad una Mesagne che non c’è più. È nnu cuntu della nostra tradizione, vicino in questo, ai cunti dei cantastorie, ai pupi siciliani, alle marionette che i mesagnesi avevano modo di vedere talvolta in piazza o durante qualche fiera.(Marcello Ignone)  

Ultima modifica il Lunedì, 06 Aprile 2015 09:35