Menu

Da domani iniziano i riti della settimana santa In evidenza

misteri-2012--Anche a Mesagne, come nel resto del mondo cattolico,

da domani iniziano i riti della Settimana Santa che si concluderanno, nella cittadina messapica, martedì prossimo con la giornata di Pascone. La Settimana Santa culmina con il Triduo Santo, centro dell’intero anno liturgico, nel quale viene celebrato il mistero pasquale del Signore crocifisso, morto, sepolto e risuscitato. Nel Triduo Santo si entra con un preludio rappresentato dalla messa della cena del Signore, il giovedì Santo a sera, e si svolge pienamente nella giornata di venerdì, indicata come la vittoria della Croce e in quella del sabato, giorno della sepoltura del Signore che ridesta la speranza della risurrezione. Domani sera, in tutte le chiese parrocchiali di Mesagne, si potranno vedere gli “Altari della Reposizione” addobbati con fiori e con il repositorio in cui si conserva il calice con l’immagine figurata del corpo e sangue del Cristo. Per i mesagnesi è una tradizione fare il giro delle chiese visitandole sempre in numero dispari. Il venerdì è la giornata dei “Misteri”, ossia della processione cittadina, in cui prendono parte, oltre alle confraternite in costume e gran parte dei mesagnesi, le statue, in cartapesta, che raffigurano i vari momenti della crocifissione del Cristo. Sono statue di artisti cartapestai leccesi cui si è aggiunta, negli anni scorsi, una statua realizzata dall’artista mesagnese, Rita Fasano. Il sabato è la giornata del silenzio, della deposizione del Cristo nella sua tomba, in cui ci si prepara alla Resurrezione partecipando alla messa notturna. Il giorno di Pasqua è il giorno della Resurrezione del Cristo. Una giornata di festa in cui le famiglie si ritrovano a pranzo con il caratteristico menù a base di piatti tipici dove non manca la tradizionale “puddica cu l’ovu”. Lunedì è la giornata di Pasquetta dedicata alla gita fuori porta. I mesagnesi la trascorrono tradizionalmente nelle campagne oppure a mare. Mentre martedì il divertimento è bissato poiché si celebra la festività di Pascone questa volta presso il santuario della Madonna delle Grazie, sulla via provinciale per San Pietro. La celebrazione della messa e lo sparo dei fuochi pirotecnici chiude, per i mesagnesi, le iniziative pasquali.  

Torna in alto