Mesagne e il volantinaggio selvaggio

Maggio 06, 2023 1495

Allarme per il decoro urbano di Mesagne a causa del volantinaggio selvaggio messo in piedi dalle società che gestiscono tale servizio per conto delle aziende committenti. Un volantinaggio che non sempre si svolge secondo i dettami di legge bensì in maniera anomala e, appunto, selvaggia. Le foto, sono solo alcune delle migliaia che ne avremmo potute fare, mostrano in maniera evidente che i volantini non solo vengono inbucati nelle apposite cassette postali bensì dove capita. Tra le finestre o le maniglie dei portoni. Senza considerare, poi, che le cassette postali sono destinate (ai sensi dell’art. 45 del d.m. 9.4.2001, recante le norme sulle condizioni generali del servizio postale) alla ricezione di invii postali. Invece, sempre più spesso si notano una serie di volantini lasciati in più posti della medesima abitazione.volantino_selvaggio_maggio_2023_2.jpg

Una tecnica che oltre a danneggiare la città, basta pensare ai quintali di carta che finiscono in strada e di conseguenza nelle fogne oppure devono essere raccolti con grande difficoltà dai netturbini, incidono negativamente anche sulle aziende committenti poiché l'offerta pubblicitaria non è razionale per ogni famiglia della città. Tuttavia, ci sono alcune misure che i cittadini possono adottare per non vedere i volantini schiaffati dappertutto. Innanzitutto, sulla cassetta postale può essere messo un cartello che recita: "No pubblicità". Poi può essere presentato presso il comando dei vigili, che avrebbe l'obbligo di monitorare la distribuzione dei volantini pubblicitari, una richiesta di controllo degli addetti per verificare se sono regolarmente assunti dalle ditte distributrici e in regola con il pagamento dei contributi previdenziali. Insomma, bisognerebbe verificare che questo servizio di distribuzione selvaggia dei volantini non sia un lavoro svolto in nero. 

 

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci