Gatti nel vano motore delle macchine

Novembre 16, 2022 852

L’ultimo recupero è di ieri a cura dei Vigili del Fuoco di Trieste che hanno portato una gattina di circa tre mesi, trovata nel vano motore di un’auto a Trieste, alla sezione Enpa di Trieste che ora se ne sta prendendo cura. Ma l’Ente Nazionale Protezione Animali sta ricevendo numerose segnalazioni da Nord a Sud di situazioni similari. Negli ultimi dieci giorni le Sezioni di Trieste, Pescara, Ruvo di Puglia, San Giovanni Valdarno, Lugo e Bassano del Grappa, per citarne alcune, hanno recuperato dei gatti che si erano nascosti nelle auto per cercare di scaldarsi. Purtroppo con l’arrivo di temperature più rigide sono numerosi i gatti randagi o quelli che hanno la possibilità di stare all’aperto che cercano fonti di calore e tantissimi sono attirati dal calore del motore spento e vanno a rifugiarsi sotto le macchine, infilandosi addirittura anche all’interno del passaruota, o nella marmitta o nel motore stesso. Un habitat che può rivelarsi anche mortale. 

Per questo l’Ente Nazionale Protezione Animali lancia un monito a tutti gli automobilisti: fate attenzione prima di accendere il motore e controllate sempre prima di salire in macchina se ci sono gatti nascosti nei dintorni del motore o sulle ruote. Prima di partire date due piccoli colpetti sul cofano delle auto, il rumore può convincerli ad uscire. Se invece non vi siete accorti di avere un gatto nel motore e siete partiti, potreste sentire dei miagolii provenire dall’interno dell’auto, fermatevi immediatamente, cercate di mettere in sicurezza il gatto e chiamate la Polizia Locale, Vigili del Fuoco e associazioni animaliste di zona. Se invece sentite un miagolio in una macchina parcheggiata ma non avete modo di intervenire o di attendere il proprietario dell’auto, lasciate almeno un biglietto sulla macchina per avvertire della presenza dell’animale. E ancora non gridate e non circondate le possibili vie di fuga del gatto con la presenza di più persone, infatti il micio, già spaventatissimo, potrebbe scattare e finire investito da un'altra vettura. Con delle piccole attenzioni spesso possiamo salvare la vita di un animale!

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina 
Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube
Per scriverci e interagire con la redazione 
contattaci