"Piccole storie ignobili", di Pompeo Molfetta

Marzo 29, 2024 772

La Processionaria durante la processione del S. S.mo Sacramento, in un paesino immaginario, dell’entroterra lucano, un giovane prelato muore soffocato dalle spire della processionaria: un verme parassita del pino. Questo è quel che appare per evidenza scientifica, per credo popolare e per direttiva ecclesiale. Il prof. Ciccio Catamenò, letterato in pensione, seguendo il suo istinto, le sue personali indagini e le informazioni carpite in paese, arriverà ad un’altra determinazione e cioè che il prete, ingiustamente chiacchierato, è stato avvelenato… da chi e perché si capirà (spero) alla fine del racconto. Seguono altri nove racconti che trattano storie differenti ma tutte legate da un comune denominatore: le miserie e le nefandezze dell’uomo qualunque. I racconti sono compresi nello spazio virtuale della mia immaginazione dentro la cornice di un Sud bello, struggente, misero e miserabile.

Pompeo Molfetta vive a Mesagne (BR) dove svolge l’attività di medico di medicina generale. Precedenti pubblicazioni: “Il Recupero del Centro Storico” 1989 - “Correva l’anno - storia politica di Mesagne alla fine del secolo scorso” 2019. Ha scritto alcuni testi teatrali sperimentali inediti rappresentati durante il periodo universitario e oltre alla scrittura coltiva la passione per la pittura, la scultura, il teatro, la musica ecc.. “Questo eclettismo artistico, per certi versi sconclusionato, mi tiene sospeso nella perenne ricerca delle ragioni dell’esistenza mia e degli altri, ragioni che finora non ho trovato e che dispero ormai di trovare... per questo canto”.

Ultima modifica il Venerdì, 29 Marzo 2024 18:15