Visita ai Musei di rappresentanti dell’AUSER  di Torre S. Susanna

Novembre 09, 2023 799

Visita ai Musei di rappresentanti dell’AUSER  di Torre S. Susanna.

Un interessante incontro conoscitivo tra varie realtà locali si è avuto ieri sera, 9 novembre 2023, tra il presidente della Associazione “La Luce” di Mesagne con una delegazione dell’AUSER di Torre S. Susanna guidata dallo storico locale e redattore di vari articoli sul mensile locale “Terranostra” Giovanni Diviggiano. La loro visita è stata anche finalizzata a ricostruire la storia dell’energia elettrica sul territorio torrese, probabilmente seconda in ordine di tempo (dopo Brindisi) nella realizzazione dell’officina elettrica da cui si dipartiva la sempre più intensa e fitta rete elettrica sui territori dell’abitato. L’Associazione “La Luce” custodisce infatti nel suo piccolo museo l’antico quadro elettrico a cui originariamente era asservito l’impianto del teatro dei Carmelitani di Torre S. Susanna, nonchè documenti e foto che evidenziano la tenacia e la caparbietà di Pranzo Luigi, nonno del prof. Luigi Pranzo, già docente presso il nostro liceo Scientifico “E. Ferdinando.
L’esposizione degli oggetti presenti nel piccolo museo testimonia non solo  l’incredibile e palpabile evoluzione tecnologica di oltre un secolo e mezzo di progresso tecnologico ma anche la fantasia ed il senso del gusto nella elaborazione quasi artistica oltre che funzionale nella realizzazione di apparecchi di uso comune come radio, corpi illuminanti, grammofoni, telefoni, etc. Perchè bisognava dare a qualcosa di impalpabile, evanescente ma incommensurabilmente potente e duttile,  qual è l’elettricità, un corpo e un significato per l’essere umano. 
La storia dell’elettricità di Torre S. Susanna con tutte le sue specificità e sfaccettature non è da meno di quella di Mesagne che con l’avv. Scipione Terribile ebbe il suo illuminato alfiere di tale rivoluzionaria invenzione. Anche a Torre S. Susanna , come a Mesagne, si ha desiderio di riscoprire questo passato poco conosciuto ma alquanto intrigante: si farà un altro libro tutto nostro (“Prima che quella Luce si spenga” di A. Summa stampato nel 2015)   che ripercorra quei fantastici momenti che visse la comunità torrese? Vedremo.