Xylella: Coldiretti Puglia, abbattimento ulivo a Ostuni giusto e tempestivo

Ottobre 22, 2016 1286

coldiretti puglia logo2“L’abbattimento immediato dell’unico ulivo infetto a Rosa Marina – commenta il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - è un provvedimento giusto e tempestivo per contenere l’avanzata della Xylella fastidiosa, perché servono misure drastiche per fermare la malattia.

Per salvaguardare il parco degli ulivi monumentali, non si faccia lo stesso errore di perdere alberi millenari come il gigante di Alliste. Ribadiamo la necessità dei monitoraggi grazie ai quali è stato scoperto l’albero infetto ad Ostuni e la stretta sulla profilassi. Allo stato attuale la ‘sputacchina’ è allo stadio adulto e sta deponendo le uova che schiuderanno tra la fine dell’inverno e la primavera.

Gli olivicoltori non vanno lasciati in balia delle onde, va loro indicato un percorso chiaro, nel pieno rispetto della condizionalità, affinché siano svolte regolarmente in campo le buone pratiche agronomiche, ma anche i Comuni e tutti gli enti pubblici devono garantire pulizia di fossi, canali e buone pratiche nelle aree pubbliche e demaniali. Serve il coinvolgimento di tutti i soggetti della società civile, economica, politica e istituzionale nella lotta senza quartiere all’insetto vettore, seguendone il ciclo biologico, in modo che anche la Puglia non agricola si immunizzi contro gli attacchi della ‘sputacchina’”.

Ultima modifica il Sabato, 22 Ottobre 2016 12:28