Mesagne. Arrestato per furto

Settembre 22, 2016 2150

carabinieri-enelNon si attenuano i furti di energia elettrica a Mesagne

dove a un uomo, O. M. 61enne originario di Oria, residente in campagna è stato scoperto un allaccio abusivo alle rete pubblica: è stato tratto in arresto per furto aggravato dai carabinieri della locale stazione e poi scarcerato. I carabinieri di Mesagne da un po' di tempo avevano avviato un'indagine tesa a far emergere i furti di energia elettrica. Durante tali controlli i militari, nel corso di una verifica effettuata con l’ausilio del personale Enel di Brindisi, hanno accertato che l’interessato, affittuario di un terreno ubicato in contrada "Verardi", rubava energia elettrica poiché aveva allacciato abusivamente alla rete pubblica il contatore privato del suo pozzo artesiano. I militari hanno acquisito il contratto di affitto dell'abitazione, del terreno e le varie bollette dell'ente gestore del servizio di energia elettrica emesse fino allo scorso mese. Da una comparazione dei dati hanno notato che qualcosa non andava in quella struttura. Il successivo sopralluogo ha avvalorato i sospetti poiché hanno effettivamente rinvenuto un filo elettrico che alimentava abusivamente il pozzo artesiano. L'importo oggetto del furto è ancora in fase di quantificazione da parte degli uffici Enel. L’arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione dell'autorità giudiziaria, è stato scarcerato e rimesso in libertà.