Mesagne. Ingente furto nell'abitazione di noto professionista In evidenza

Maggio 01, 2016 3612

ladro in azioneUn ingente furto è stato portato a termine da alcuni malviventi

nella residenza estiva di un noto geometra di Mesagne. I ladri hanno fatto man bassa di attrezzatura agricola per un valore di diverse decine di migliaia di euro. La scoperta è stata fatta al mattino dal proprietario quando è andato in campagna ed ha trovato il garage aperto e i mezzi rubati. A quel punto non ha potuto fare altro che prendere il suo telefonino e avvisare la locale stazione dei carabinieri. I militari, una volta giunti sul posto, hanno rilevato l’effrazione e avviato le indagini per cercare di individuare i responsabili. In zona vi sono delle telecamere di videosorveglianza le cui immagini in queste ore sono al vaglio degli investigatori. L’episodio si è verificato nella notte di venerdì in via Rosamarina, nella zona residenziale Torretta, dove c’è l’abitazione estiva del geometra Raguso, noto e stimato professionista. Nella residenza ci sono anche un trattore, un furgone Iveco, uno scooter e altra attrezzatura necessaria per svolgere i lavori in campagna. Intorno alle ore 3 di venerdì scorso alcuni individui sono arrivati in via Rosamarina e hanno aperto il cancello. Una volta entrati nell’azienda hanno messo in moto il furgone, il trattore e hanno caricato nel furgone uno scooter e altra attrezzatura agricola. Quindi sono fuggiti facendo perdere le tracce. Come ogni mattina il geometra è giunto nella sua residenza e ha notato che alcuni attrezzi erano fuori posto. Inoltre il garage era aperto. Ha eseguito un rapido controllo durante il quale si è reso conto di essere stato derubato. All’interno della residenza vi è anche un sistema di videosorveglianza che non si sa bene se ha ripreso qualcosa. Quando si è accertato che era rimasto vittima di un furto ha allertato i carabinieri. Poco dopo una pattuglia è giunta sul posto e i militari hanno rilevato il furto. Secondo alcune indiscrezioni sembra che il valore della merce sottratta si aggiri intorno ai 60 mila euro. Gli uomini dell’Arma hanno diramato la ricerca anche alla polizia. Così, nella mattinata di ieri gli agenti del locale commissariato di pubblica sicurezza hanno rinvenuto in una campagna lo scooter che è stato restituito al proprietario. Per le indagini è importante individuare oltre i malviventi anche i ricettatori che alimentano il mercato dei furti. Purtroppo continuano senza sosta i furti in città tenendo costantemente in apprensione i cittadini.