Mesagne, città cardio-protetta In evidenza

Aprile 17, 2024 740

Da pochi giorni la città di Mesagne è cardio protetta. La comunicazione è arrivata direttamente dal sindaco, Toni Matarrelli, e dal consigliere delegato alla Sanità, Alessandro Cesaria. Ben 12 defibrillatori automatici, collocati in punti strategici della città, che in caso di bisogno potranno essere utilizzati per salvare vite umane. Il Dae, alias Defibrillatore Automatico Esterno, è un dispositivo salvavita che rileva le alterazioni del ritmo della frequenza cardiaca.
È uno strumento elettromedicale automatico, con una voce guida, che in determinate condizioni cliniche del paziente è in grado di erogare una scarica elettrica al cuore per ristabilire il ritmo, quindi può essere utilizzato da un qualsiasi cittadino, che deve essere preventivamente formato. Basti pensare che la morte cardiaca improvvisa è una delle maggiori cause di mortalità fra giovani e adulti, ogni anno si verificano circa 60 mila casi. La manutenzione e controllo dei defibrillatori è stata affidata all’associazione “Mesagne nel cuore” di cui è presidente Rodolfo Tocci. Questi presidi sono solo i primi che sono stati collocati poiché il progetto ne prevede molti di più in maniera tale da coprire capillarmente l’intera Mesagne. Naturalmente adesso bisognerebbe espletare dei corsi per formare i cittadini all’uso del dispositivo che, se pur automatico, ha bisogno di una cultura tecnica di base. Critici verso questa disposizione del governo locale Fratelli d’Italia. In ogni modo la soddisfazione del Comune è tanta. “Il progetto è nato dalla sensibilità del consigliere Cesaria – ha spiegato il sindaco Matarrelli – che ha visto Mesagne divenire Città cardio protetta. I defibrillatori possono essere utilizzati lì dove dovessero esserci delle emergenze”. Il 50% del costo dei Dae è stato sostenuto dalle cliniche Mardighian, Omega e Puglia diagnostic. “La collocazione di questi defibrillatori è solo il primo step di un progetto ben più ampio che prevede nel tempo la collocazione di altri defibrillatori lì dove c’è maggiore presenza gente”, ha tenuto a precisare il consigliere Cesaria. La formazione dei cittadini per utilizzare il dispositivo sarà curata da “Mesagne nel cuore”. 

---------------matarrelli_e_cesaria.png
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci