Mesagne. La polizia indaga sui furti in abitazioni

Febbraio 21, 2024 1148

Due furti e un tentativo di furto è il bilancio del raid delinquenziale perpetrato da parte di una banda di malviventi nel quartiere Sant’Antonio che ha colpito anche a Mesagne. In effetti sembra che si tratti di una banda proveniente da fuori provincia che viaggia a bordo di auto di grossa cilindrata, con targhe taroccate perché prese da altri mezzi, e che preferisce razziare le abitazioni che si trovano in periferia per avere una via di fuga veloce. Sulle loro tracce vi sono polizia e carabinieri, dell’intera area jonico-salentina, nella speranza che prima o poi incappino nella rete tesa per acciuffarli. La banda viaggia e colpisce indiscriminatamente tra la provincia di Taranto, Lecce e Brindisi. I furti, infatti, si stanno svolgendo con la stessa dinamica anche in altre realtà del brindisino, come, ad esempio, San Vito, Latiano, Ceglie, Carovigno, con una sequenza che inizia a preoccupare non poco le forze dell’ordine. A Mesagne la banda ha colpito in via Bologna e in via Etna, mentre ha fallito, fortunatamente, in via Salvo D’Acquisto. La dinamica è sempre la stessa. Arrivano a bordo di auto di grossa cilindrata, quasi sempre nella fascia oraria tra le ore 7 e le ore 9, scelgono un’abitazione di periferia che gli aggrada, suonano e se non apre nessuno forzano l’ingresso e in pochi minuti fanno man bassa di tutto ciò che trovano a portata di vista. Poi fuggono e svaniscono nel nulla. Gli ultimi due furti hanno fruttato ai delinquenti qualche piccolo monile in oro e una ventina di euro. La banda di razziatori più volte è stata immortalata dalle telecamere di video sorveglianza sia private sia pubbliche per cui gli investigatori hanno tra le mani diversi elementi utili a poterli, prima o poi, inchiodare alle loro responsabilità. Il cerchio, infatti, presto si potrebbe stringere intorno a loro. È solo una questione di tempo, quello necessario a mettere insieme le tessere di questo puzzle che si sta componendo pur tra non poche difficoltà ambientali.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Ultima modifica il Mercoledì, 21 Febbraio 2024 20:33