Morto suicida il mesagnese Sandro Campana In evidenza

Marzo 31, 2020 3292

2020-03-31 100336Il collaboratore di giustizia mesagnese Sandro Campana, 45 anni, uno degli ultimi e più attendibili esponenti della della Sacra corona unita, si è tolto la vita impiccandosi, pare nella località segreta in cui viveva sotto protezione.

Campana, fratello del boss Francesco che non aveva esitato, tra gli altri, ad accusare, aveva deciso di collaborare nel 2015 dopo essere stato arrestato dalla squadra mobile di Brindisi. Le sue accuse, riscontrate dagli investigatori, sono alla base di alcune delle più importanti operazioni antimafia condotte dalla Dda di Lecce in provincia di Brindisi. Ignoti i motivi del gesto. Le indagini sono in corso per chiarire i motivi che hanno indotto il Campana all'estremo gesto.

Ultima modifica il Martedì, 31 Marzo 2020 10:12