Brindisi in bicicletta 2024, il ritorno dopo 5 anni quasi 800 i cicloturisti della XXXVII Edizione

Maggio 26, 2024 551
Ci sono circa 800 (ottocento) buoni motivi per decretare il successo della XXXVII Edizione di “Brindisi in bicicletta”. È infatti proprio questo il numero di iscritti che il Raduno Cicloturistico “Brindisi in bicicletta”, ideato nel 1975 dal compianto Romeo Tepore, decano del ciclismo brindisino e figura storica della città, ha raggiunto nella mattinata di oggi. 
 
Dopo cinque anni di assenza, quindi, la ciclopasseggiata è ripartita da Piazza Vittorio Emanuele risalendo Corso Garibaldi, con lo sbandieramento di start realizzato dall’Assessore al Marketing Territoriale Luciano Loiacono e dal Sindaco dei Ragazzi Diego Caianiello e snodandosi poi lungo i vari quartieri cittadini e ritornare in centro, sul Lungomare Regina Margherita fino alla Scalinata Virgilio, dove si è tenuta la premiazione finale, con la consegna dei riconoscimenti. Ad essere premiati dalle dell’Assessore Loiacono e dal Sindaco Junior Diego Caianiello, nell’ordine, il cicloturista piú giovane, la piccola Nicole Chirico, il più anziano il signor Marcello Branca classe 1947, i più originali Luna Portolano che ha partecipato travestita dall’eroe dei videogiochi SuperMario, Roberto Iunco travestito in stile anni ‘50, Cristian Cocciolo da venditore ambulante dell'anguria brindisina, Alessandro Cazzato con il figlio Christian a bordo di un particolarissimo tandem e la signora Rita De Matteis con un look coloratissimo esteso anche alla sua bicicletta, infine per la bicicletta più antica premio a Irene Marseglia per aver partecipato con un velocipede degli anni ’50. Si è poi passati al riconoscimento per famiglia più numerosa, i Rollo con 22 cicloturisti iscritti capitanati dalla bisnonna Elisa Rollo.
 Brindisi_in_bicicletta_2024_-_Arrivo_Scalinata_Virgilio_2.jpg
In chiusura della edizione 2024, il XV Trofeo “Mimino Blasi”, assegnato al gruppo con maggior numero di cicloturisti e consegnato per mano del nipote del compianto Blasi alla Asd Li strashiddati (34 iscritti), ha anticipato l’assegnazione del I Trofeo “Romeo Tepore”, istituito in quanto prima edizione in assoluto di Brindisi in bicicletta dalla scomparsa del suo ideatore, con il quale ha attraversato cinque decenni nella storia di Brindisi, stravinto dall’Istituto Comprensivo Casale della Dirigente Scolastica Mariavittoria Caprioli con ben 130 studenti iscritti (scuola che ha inoltre realizzato la grafica celebrativa diventata logo ufficiale della edizione numero 37) che ha alzato la coppa al cielo tra gli applausi di tutti.
 Brindisi_in_bicicletta_2024_-_Partenza_3.jpg
Entusiasmo espresso anche dai familiari di Romeo Tepore, i figli Manlio e Simona Tepore, i nipoti Andrea e Davide Tepore e la nuora Giusy Iorio hanno espresso i propri ringraziamenti ai presenti a alla squadra messa in campo dalla ASD US ACLI “Fausto Coppi”di Brindisi, che annovera: Giovanni Cappelletti, Mimma Cappelletti, Cosimo D’Angelo, Ilaria Lenzitti, Raffaele Maggio, Antonio Mitrugno e Nando Spedito. 
 
La XXXVII Edizione di “Brindisi in bicicletta” patrocinata del Comune di Brindisi e da Sport e Salute, è stata organizzata dalla ASD US ACLI “Fausto Coppi”di Brindisi del Presidente Nico Lorusso, in collaborazione con il Coni Provinciale di Brindisi, il Gruppo Comunale AIDO - Associazione Italiana per la donazione di Organi Tessuti e Cellule “Marco Bungaro” di Brindisi, Hitch Bike Brindisi, Brindisi Touring l’Associazione  Ricetrasmissioni C.B. Brindisi, CISOM Gruppo di Soccorso dell’Ordine di Malta di Brindisi con la partecipazione straordinaria della esperta promotrice mobilità ciclistica certificata all’Università di Verona e del progetto “Bici è bello” Monica Fontanive e del Consiglio Comunale dei Ragazzi con la Cooperativa “Amani”.Brindisi_in_bicicletta_2024_-_Partenza_5.jpg

---------------Brindisi_in_bicicletta_2024_-_Partenza_1.jpg
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci