Caroli: “Al Camberlingo viene inaugurato il reparto di oncologia ma scompare la risonanza magnetica”

Febbraio 23, 2024 662

Caroli: “Al Camberlingo viene inaugurato il reparto di oncologia ma scompare la risonanza magnetica”

Nota del consiglieri di Fratelli d’Italia, Luigi Caroli
“Certe cose, penso, avvengono solo a Brindisi, a conferma che la Sanità brindisina è per la Regione Puglia di serie B. All’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana viene inaugurato il reparto di oncologia ma viene portata via la risonanza magnetica ad alto campo. Assurdo! Mentre siamo ancora in attesa che riapra il centro nascite da quasi un anno, come promesso dal presidente Emiliano alla presenza del sindaco di Francavilla, Antonello Denuzzo, e del consigliere regionale del Pd, Maurizio Bruno.
Non solo, ma mentre i lavori e le attrezzature del reparto di rianimazione sono pronti da oltre un anno, del servizio non si sa ancora nulla. Inoltre la sala operatoria necessita di interventi urgentissimi di manutenzione ormai improcrastinabili e non si sa ancora a cosa serviranno gli spazi recuperati al piano superiore del pronto soccorso.
Questa la situazione in cui versa da tempo uno dei più importanti e fondamentali ospedali della provincia. Un intero territorio mortificato dall’indifferenza e incompetenza del centrosinistra che governa da troppo tempo la Regione Puglia”.

------------------------

– Comune di Oria. Marrazzi: “Basta con il depotenziamento del Camberlingo”

In riferimento alla decisione dell'Asl Brindisi di interrompere il servizio di risonanza magnetica nucleare presso l'Ospedale 'Camberlingo' di Francavilla Fontana, l'Assessore ai Servizi Sociali e Sanitari del Comune di Oria Elena Marrazzi esprime profonda preoccupazione per l'ulteriore depotenziamento della struttura, già segnata dalla chiusura del punto nascita.

“È con grande amarezza - afferma la Marrazzi - che constatiamo il progressivo depotenziamento dell'Ospedale 'Camberlingo' che rappresenta una risorsa essenziale per la salute della nostra comunità. Dopo la chiusura del punto nascita, che già aveva generato grande preoccupazione e che ha creato enormi difficoltà, questa nuova sospensione dei servizi di risonanza magnetica aumenta incertezza per i cittadini del Comune di Oria e dell'intero distretto.

La salute è un bene primario e il taglio di servizi essenziali come la risonanza magnetica impatta direttamente sulla qualità dell'assistenza sanitaria offerta. Chiediamo con forza un ripensamento da parte dell'Asl Brindisi e sollecitiamo misure immediate per il ripristino di questo servizio vitale per la diagnosi e la cura dei pazienti”.  

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube. 
Per scriverci e interagire con la redazione contattaci

Ultima modifica il Venerdì, 23 Febbraio 2024 16:39