Mesagne. Ecco il vincitore dei 25 mila euro della Lotteria Italia In evidenza

Gennaio 08, 2016 7012

gusmano proprietari tabaccheria via nino bixio mesagneA Mesagne è caccia al vincitore dei 25 mila euro (Articolo completo su Nuovo Quotidiano di Puglia)

del biglietto di "consolazione" della lotteria Italia. I mesagnesi ieri matttina hanno appreso dai giornali che uno dei premi di consolazione era stato vinto da un compaesano. E come sempre in questi casi la curiosità è tanta. Per cui immediatamente si è scatenata una sorte di fobia nel conoscere il vincitore. Impresa piuttosto ardua poichè il tabaccaio ha venduto ben 300 biglietti e individuarlo non è cosa facile. In ogni modo proviamo a tracciare un identikit di colui che è stato baciato dalla dea bendata. Il biglietto, serie P035389, è stato venduto nella tabaccheria dei coniugi Gusmano al civico 48 di via Nino Bixio, a un centinao di metri dalla basilica del Carmine e una decina da "Love Garden", il giardino dell'amore. Il proprietario, Antonino, ieri sera era intento ad accettare le varie giocate degli avventori e vendere i biglietti di altre lotterie. Sulla vetrina faceva bella motra un foglio bianco con su scritto il premio di 25000 euro vinti nel loro esercizio commerciale. A lato altri volantini con migliaia di premi vinti nei giorni scorsi nelle varie lotterie. La sodisfazione, tuttavia, era palpabile nell'aria oltre che sul volto dei proprietari. "Il biglietto è stato venduto sicuramente negli ultimi giorni di dicembre – ha detto la moglie – il numero di serie, infatti, ci indirizza verso questa tesi". Inutile dire che sulla fatidica domanda di chi possa essere il vincitore c'è il massimo riserbo. Un dire non dire, ricordo ma non ricordo. Insomma è chiaro che il vincitore è un cliente abituale e non si tratta di un avventore di passaggio. La tabaccheria è frequentata principalmente da gente di ceto medio. Operai, impiegati, pensionati. Gente a cui i 25 mila euro fanno comodo. Antonino Gusmano fino a ieri sera non aveva ricevuto nessuna telefonata di ringraziamento. Forse perchè il timore per il vincitore di essere riconosciuto è davvero alto. Anche perchè nella tabaccheria si conoscono un pò tutti.