Menu

L'Apulia Diagnostic è in serie C

apulia diagnostic squadra masch 12-5-19Allora Serie C si sognava e Serie C e' stata'. Piegando per 3-2 (25/18 8/25 25/21 17/25 14/16) un ostico Gioia del Colle, nella bella, in terra barese, finalmente l'Apulia Diagnostic Mesagne ha conquistato quella tanto sospirata promozione nel Massimo Campionato Regionale di Volley Maschile. E' stata una gara molto sofferta, per i ragazzi di Mimmo Alfeo e Tony Lo Re, e lo si e' capito sin dal primo set, quando i giovani avversari hanno aggredito  con veemenza gli ospiti, mettendo in difficoltà meccanismi ancora poco oliati.

Musica diversa invece nel secondo set, dove registrata ricezione e difesa, per merito di Musa e  di  monumentale Rescio, libero dei mesagnesi, l'Apulia ha decisamente asfaltato il Gioia, grazie anche agli attacchi di un ispirato Claudio De Mitri  e  di un Mimmo D'Elia ripresosi alla grande dopo la gara d'andata, e i muri di Magrì e Marciante, continui per tutto l'incontro. Ma nel terzo set cambia di nuovo la musica.

Stavolta e' il Gioa a prevalere ma soprattutto ad esaltarsi anche nel quarto,pregustando sino al quel momento un trionfo certamente meritato. Ma i ragazzi terribili del Gioia non avevano ancora fatto i conti con l'esperienza dei vecchi "Satanassi" mesagnesi, che grazie ai muri del duo Marciante-Magri, i salvataggi in difesa di un incredibile Rescio e soprattutto ad grande Semeraro in regia, i giallo ble' salentini si sono guadagnati un insperato Tie beak. Quinto set che e' stato ricco di emozioni con l'Apulia  sempre in vantaggio,ma che si e' fatta riprendere sul 14 pari, prima  che una veloce stampata a terra da Magrì ed un errore avversario, sancissero la giusta apoteosi per un successo inseguito da 10 anni. Anni in cui,da una costola della Polisportiva SS.Annunziata, guidata allora ed adesso, dal "Decano" di tutti i Presidenti, Raffaele Montanaro, venne alla luce la sezione Volley, sotto la spinta di un "Visionario" e appassionato Dott Aldo Indolfi, deciso a rinverdire gli antichi fasti pallavolistici di questa settantennale societa'.

Tanti sono stati atleti, tecnici,e dirigenti, che si sono alternati nei posti chiave di questa "Locomotiva" sportiva,che dopo i primi successi ,in C.S.I.hanno poi trascinato l'attuale Apulia a raggiungere questa promozione ,la prima in assoluto per una compagine maschile mesagnese. Come non ricordare i vari Tony Maggiore, Walter Magrì, Giuseppe D'Adorante, Antonio Fanelli, Raffaele Capozziello, tanto per citarne alcuni, che hanno contribuito alla riuscita di questa memorabile impresa. Ma dovere impone pure citare gli artefici recenti che rispondono ai nomi, oltre ai citati Mimmo Alfeo e Tony Lo Re, il mega dirigente Mimmo Bagnardi ottimo atleta del Volley S Vito negli anni 80, che si e' precipitato a Mesagne quando e' stato chiamato da Andrea Magrì, Angelo Buccolieri prezioso segnapunti sempre presente e disponibile e poi degli altri atleti che ugualmente hanno contribuito alla promozione.  

Antonio Gabellone titolare nella prima parte del campionato, sempre pronto ad entrare in campo malgrado i turni asfissianti di lavoro, Umberto Maizza che malgrado un infortunio serio non ha mai fatto mancare il proprio apporto, il secondo palleggiatore Mazzotta, sempre pronto a farsi trovare pronto ogni qual volta fosse chiamato in causa, il giovanissimo Cristian Conte, l'ultimo arrivato, tenace panchinaro ma con una gran voglia di imparare, Raffaele Argentieri vero factotum della squadra nel ricoprire tutti i ruoli volta per volta con serieta' e umilta'. Mario Del Bono, libero di esperienza pluriennale che ha sacrificato ore di lavoro per stare sempre disponibile. Per ultimo,significativa e graditissima e' stata per i vertici della squadra, la e-mail di congratulazioni mandata dal Dott. Giaffreda, sponsor del sodalizio Apulia Diagnostic Mesagne, in cui si evidenziava come tale evento potesse essere di buon auspicio per entrambe la parti in causa visti gli ultimi dolorosi episodi di cronaca successi.

Ultima modifica ilDomenica, 12 Maggio 2019 14:45
Torna in alto