Una rettifica sui dati anagrafici del pittore Andrea Cunavi, con la genealogia di Giampietro Zullo

Enzo Poci Febbraio 27, 2017 2892

2017-02-17 083658(di Enzo Poci) «Il pittore Andrea Cunavi di Mesagne si può considerare tra i primi interpreti dell'arte controriformata in Terra d'Otranto agli inizi del Seicento».

Le parole dello storico dell’arte Stefano Tanisi rendono un riconoscimento pieno al lavoro ed al merito dell’artista mesagnese, che noi, suoi conterranei, conosciamo poco perché, sposato e residente in Ostuni, egli è stato attivo soprattutto fuori della nostra città, ma un po’ in tutto il territorio salentino.

Gli elementi sulla vita del maestro Cunavi, fino ad oggi riportati nella letteratura corrente, non sono stati corretti e questo lavoro li ha voluti rettificare.

Le pagine che seguono (in allegato sottostante) sono state pubblicate nel primo numero della rivista Rassegna Storica del Mezzogiorno, edita dalla Società Storica di Terra d’Otranto, nel mese di novembre 2016.

Ultima modifica il Martedì, 16 Agosto 2022 12:04