Stampa questa pagina

Il Movimento 5 stelle contro il sorteggio degli scrutatori

Maggio 12, 2015 2218
Vota questo articolo
(0 Voti)

movimento 5 stelle mesagne logoA Mesagne gli scrutatori sono stati scelti con il metodo del sorteggio

effettuato tra coloro che sono iscritti nella specifica lista presente presso l'ufficio elettorale. Nessuna indicazione "ad personam" è giunta dai partiti. Tuttavia, la scelta del sorteggio non è piaciuta al Movimento 5 stelle che giorni fa aveva depositato in Comune una richiesta popolare per scegliere gli scrutatori tra coloro che sono disoccupati o inoccupati. "La commissione elettorale del Comune di Mesagne, all’unanimità, ha deciso di ignorare i cittadini - ha spiegato Danilo Facecchia, candidato sindaco per i grillini - nonostante una petizione sottoscritta con centinaia di firme. Abbiamo provato ad usare tutti gli strumenti democratici ma con questa gente non si riesce ad andare oltre". Secondo Facecchia si tratta della stessa "gente che si ricandida, che a parole dice che ascolteranno i cittadini ma nei fatti dimostrano, ancora una volta, che non lo fanno". Ed ha aggiunto: "Bastava scegliere gli scrutatori con un criterio diverso, più umano e vicino alle aspettative delle persone. A San Donaci lo hanno fatto. Hanno scelto di aiutare i disoccupati. A Mesagne, se avessero voluto potevano farlo. Piccole azioni che però possono migliorare, anche se di poco, la vita di chi è in difficoltà. Purtroppo queste persone, che hanno preso possesso del palazzo, sono troppo lontane dai cittadini". Facecchia ha, quindi, fatto emergere quella che, di fatto, oggi è a Mesagne una situazione politica "atipica". "Questa gente - ha aggiunto - è incoerente poiché nel Consiglio comunale siede, ancora oggi, sia tra le fila della maggioranza che in quella dell'opposizione creando il caos. Non si comprende chi è all’opposizione, chi è nella maggioranza e chi sta realmente governando Mesagne". A tale proposito sarà interessante seguire l'ultimo Consiglio comunale, convocato per il 18 maggio alle ore 17, dove tra le altre cose ci sarà da discutere del rendiconto della gestione finanziaria del Comune per il 2014. In quella sede si vedrà la posizione della maggioranza e dell'opposizione. Facecchia ha, quindi, concluso: "Questa gente si propone come il cambiamento, dicono che ascolteranno i cittadini, ma da 20 anni a questa parte fanno solo ciò che conviene a loro". A Mesagne per la prima volta tutti gli scrutatori sono stati scelti con il metodo del sorteggio. Negli anni passati alcuni partiti segnalavano direttamente i nomi degli scrutatori creando non poco malcontento tra i giovani disoccupati o studenti che speravano nella fortuna di essere sorteggiati per riscuotere gli euro del compenso per acquistare qualcosa per se e non pesare sulle famiglie.  

Redazione

Ultimi da Redazione