Menu

A Mesagne un avviso pubblico per partecipare al “Treno della Memoria”

2019-11-28 102058Il Comune di Mesagne aderisce al progetto il “Treno della Memoria”, un viaggio culturale ed educativo che si configura come un percorso nella storia realizzato attraverso la scoperta dei luoghi, delle storie e delle testimonianze del periodo relativo alla Seconda Guerra mondiale.

“Si tratta di un’esperienza forte che predispone i giovani partecipanti a riflessioni profonde. L’ambizioso obiettivo è quello di stimolare nei ragazzi un coinvolgimento attivo e una conoscenza che, partendo da tragiche vicende storiche del passato, aiuti ad analizzare in maniera costruttiva il presente che ci circonda”, ha spiegato il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli. Il progetto prevede un viaggio didattico con destinazioni finali a Cracovia e Auschwitz con partenza prevista nel mese di gennaio 2020. “Da quest’anno abbiamo ritenuto opportuno introdurre una tappa intermedia che permetterà ai partecipanti di visitare anche la città di Berlino, Praga o Budapest. Raggiunta Cracovia. Saranno visitati l’ex ghetto ebraico e i campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz-Birkenau a cui sarà dedicata una intera giornata che si concluderà con una cerimonia di commemorazione presso il ‘Piazzale dell’Appello’”, ha spiegato il presidente dell’associazione il “Treno della Memoria”, Paolo Paticchio.

Il Comune di Mesagne ha accolto l’invito a partecipare prevedendo un avviso pubblico che consentirà la partecipazione di 5 giovani mesagnesi tra i 18 e i 28 anni. “I partecipanti prenderanno parte alle attività di gruppo e formative che si svolgeranno durante l’intero itinerario; chi aderisce dovrà essere disponibile a presentare al Comune di Mesagne un reportage dell’esperienza vissuta, a raccontare l’esperienza online tramite i social network e durante un evento dedicato da organizzarsi al termine dell’esperienza”, ha precisato il consigliere alle Politiche Giovanili, Vincenzo Sicilia. Le domande di partecipazione, redatte secondo il modello predisposto dall’ufficio Politiche Giovanili (modello di domanda a fine pagina), possono essere presentate presso l’ufficio Protocollo dell’Ente dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12; il giovedì pomeriggio dalle 16 alle 17.30. Fino ad oggi, il progetto ha consentito a 16.000 ragazzi di prendere parte alla preziosa esperienza. Alla conferenza stampa che si è tenuta al Comune di Mesagne, insieme ai relatori erano presenti il vicesindaco, Giuseppe Semeraro; l’assessore alle Politiche Sociali Anna Maria Scalera e il consigliere con delega ai Quartieri, Antimo Sportelli.

 2019-11-28 102112

Ultima modifica ilGiovedì, 28 Novembre 2019 10:28
Torna in alto