Menu

Ex funzionaria del Comune di Mesagne lavorerà gratis per un anno In evidenza

comune parcheggio della polizia localeChi l’ha detto che i funzionari pubblici

non sono legati al loro lavoro. Una dimostrazione di attaccamento professionale è quello dimostrato da Lucia Gioia, ex funzionario capo dell’ufficio Tributi e vice segretaria comunale, andata in pensione lo scorso 1° dicembre, che per un anno lavorerà gratuitamente presso il Comune di Mesagne. Il tempo necessario per l’ente di bandire un concorso per assumere un suo sostituto. La decisione della dottoressa Gioia è stata accolta positivamente in città dove la professionista è particolarmente stimata per il lavoro svolto presso il Comune a servizio dei contribuenti. Il Comune di Mesagne lo scorso 22 dicembre ha avviato la procedura per l’assunzione di un istruttore direttivo amministrativo/contabile, categoria D1, da assegnare all’area Tributi. A seguito dell’espletamento delle procedure di mobilità obbligatoria e volontaria, richieste dalla legge alla scadenza del termine per la presentazione delle domande, non è pervenuta alcuna candidatura e pertanto il Comune procederà a un bando pubblico di concorso per l’assunzione dall’esterno non essendo disponibili graduatorie presso l’ente in corso di validità. Per espletare l’iter burocratico delle procedure di concorso ci vorranno alcuni mesi coincidenti con l'inizio della sessione per l'approvazione del bilancio 2019-2021. “La dottoressa Lucia Gioia è in possesso delle conoscenze e delle competenze necessarie per rispondere alle esigenze dell'Amministrazione in materia di tributi e garantire la corretta funzionalità del servizio”, ha spiegato il sindaco, Pompeo Molfetta, convinto che “il conferimento di un incarico di collaborazione gratuita nell’ambito dell’area Tributi e Risorse Umane consente al Comune di Mesagne di avvalersi della comprovata esperienza e conoscenza specifica finalizzata alla programmazione e definizione del bilancio 2019-2021, nonché ad affiancare il personale di prossima assunzione al fine di non creare disservizio in un settore estremamente delicato quale quello dei tributi”. “Nelle more che siano espletate le formalità del concorso pubblico per l’assunzione del sostituto della dottoressa Lucia Gioia, cosa vuoi dire a persone così? Chapeau”, ha detto Fernando Orsini, consigliere comunale del Partito democratico. Per il gioielliere Giuseppe Forio “la dottoressa Lucia Gioia meritava applausi a scena aperta già fin qui. Una campionessa di dedizione al lavoro ed alle istituzioni”. L’ex assessore alla Cultura, Roberta De Netto, ha detto: “Straordinaria. Semplicemente straordinaria. L’ho sempre pensato e questa è una piacevolissima conferma. Tutti dovremmo prendere esempio dalla sua dedizione e dalla sua serietà”. Un plauso è giunto anche dal presidente dell’Auser, Vito Marchionna: “Il lavoro della dottoressa Gioia è un nobile esempio di dedizione al lavoro. Noi dell’Auser ne sappiamo qualcosa poiché ci ha aiutati diverse volte”. Così, mentre per l’ingegnere Angelo Capodieci “il passaggio delle competenze è una questione cruciale in qualsiasi contesto: pubblico, privato, scolastico, familiare. Con questa scelta la dottoressa Gioia permetterà tutto ciò”, per l‘operatrici culturale, Anna Rita Fersini, il gesto della Gioia è da annoverare tra “I piccoli grandi eroi del quotidiano”.  

Torna in alto