Menu

Mesagne. Realtà la costruzione di una multisala

multisalaDal 2015 la città di Mesagne è in attesa della costruzione di una multisala

cinematografica e una stazione di carburanti. L’iter burocratico, piuttosto lungo e farraginoso, sta andando avanti regolarmente superando uno dopo l’altro i vari problemi burocratici. La richiesta è stata avanzata, sottoforma di manifestazione d’intenti, dal centro commerciale Auchan di ampliare il proprio interesse merceologico in circa tre ettari di terreno attiguo all’attuale insediamento dove intenderebbe costruire un distributore di benzina e un cinema multisala. Dell’argomento si è discusso una prima volta nel Consiglio comunale del 15 gennaio 2015. Sono due ambiziose idee progettuali. Si tratta di un distributore di benzina, la cui gestione sarebbe acquisita direttamente da Auchan, dove offrirebbe benzina e gasolio a prezzi competitivi e di assoluto interesse per il consumatore finale, e un cinema multisala che avrebbe come bacino di utenza, oltre che la stessa città di Mesagne, anche altre realtà locali come Latiano, Torre Santa Susanna, Erchie, San Donaci e San Pancrazio. Oltre che la stessa città di Brindisi dove già c’è un impianto cinematografico multisala. Entrambi gli insediamenti sono particolarmente graditi all’utenza che in questo modo potrebbe abbattere i costi sia del carburante, ottenendo prezzi inferiori all’attuale mercato, sia del cinema evitando di spostarsi su realtà lontane dalla propria residenza per vedere i film preferiti. Inoltre i due impianti avrebbero una discreta ricaduta occupazionale sul territorio. Certo bisognerà calcolare l’impatto negativo che il distributore potrebbe avere sullo specifico mercato merceologico della città. L’area della zona interessata di proprietà dell’Auchan è di 28 mila metri quadrati. “Al momento si tratta di una manifestazione d’interesse che sta superando le varie fasi burocratiche, compresa quella regionale deputata a rilasciare le autorizzazioni necessarie, per giungere al progetto”, ha spiegato il sindaco Pompeo Molfetta affatto contrario ad accogliere sul territorio mesagnese due realtà commerciali vivaci e frizzanti. In particolare l’insediamento di una multisala potrebbe offrire un’ottima opportunità lavorativa per i giovani non solo di Mesagne ma dell’intero bacino d’utenza. Entrerebbe in gioco la legge della libera concorrenza, tra domanda e offerta, dove il consumatore finale potrebbe trarre dei benefici tutt’altro che irrisori.  

Torna in alto