La speranza di Mesagne per il ripescaggio In evidenza

Matteo Tamburrino Agosto 21, 2015 2278

mesagne-calcio-14-15Regna l’incertezza in casa del Mesagne che, al 21 Agosto,

appena 10 giorni prima dell’inizio della Coppa Italia di Eccellenza, non sa ancora a quale campionato dovrà partecipare. Andando per ordine, il Mesagne calcio, che ha battuto il Fasano per 2-1 nella finale Play-Off per la promozione nel Campionato di Eccellenza Pugliese, si è visto inserito al terzo posto nella graduatoria dei ripescaggi, dietro a Bisceglie (vincente Play-Off col punteggio maggiore in campionato) e Leverano (Finalista di Coppa Italia). A questo punto è giusto rilevare le carenze di un regolamento che premia una squadra che a febbraio arriva al secondo posto in Coppa e conclude il Campionato in sesta posizione, rispetto a una squadra che ha vinto i Play-Off dopo aver finito il campionato in seconda posizione a -1 dalla capolista. Il Mesagne resta così in attesa di un possibile ripescaggio, che sembra sempre più vicino dopo che il Barletta, dalla Lega Pro, si iscrive in Eccellenza portando così la Premier League Pugliese a 17 squadre, con il conseguente ripescaggio di una diciottesima. A questo punto sembra fatta, ma a complicare le cose per i giallo-blu ci pensa il Brindisi. Dopo i fatti riguardanti il cosiddetto “Dirty Soccer”, il Brindisi calcio, che aveva precedentemente versato la somma per la partecipazione al Campionato di Serie D, e scongiurato così il fallimento, nonostante l’enorme debito che grava sulla società, è condannato alla retrocessione in un campionato inferiore (Eccellenza o Promozione) e alla penalizzazione di 10 punti. Si resta ancora in attesa per sapere a quale campionato andrà a partecipare il Brindisi. Intanto a risentirne maggiormente è proprio il Mesagne e i mesagnesi. Di fatto, se il Brindisi sarà retrocesso in Promozione, il diciottesimo posto in Eccellenza spetterà al Mesagne, mentre se il Brindisi sarà retrocesso di una sola categoria, sarà la diciottesima squadra in Eccellenza e, salvo altri ripescaggi che cambierebbero ancora una volta le cose, taglierà fuori il Mesagne del patron Todisco. I tifosi restano nell’incertezza, e così anche i giocatori e la società. In questi giorni, infatti, due calciatori del Mesagne, i “gemelli del gol” Di Santantonio e Iunco , hanno deciso a sorpresa di lasciare la squadra e trasferirsi a Maglie in Promozione. Questo clima non aiuta di certo. Servono certezze e quanto prima. E sarebbe anche necessario che si cambi un regolamento che, col passare del tempo, lascia emergere sempre più lacune e ingiustizie. “Siamo nell’incertezza totale – ha spiegato il presidente del Mesagne calcio, Vincenzo Todisco – tra pochi giorni si scende in campo e non sappiamo cosa fare. I giocatori iniziano a lasciarci per trovare accasamenti. La giustizia sportiva è lenta e piena di incertezze”. Ed ha concluso: “Anche il Comune di Mesagne non si è mosso per mettere l’impianto sportivo nelle condizioni di affrontare il prossimo campionato”.