MENS SANA MESAGNE - BASKET FASANO = 49-55

Gennaio 22, 2023 294
MENS SANA MESAGNE – BASKET FASANO = 49-55
Mens Sana Mesagne: Rollo 12, Pesce, Prisciano 1, Ciccarese, Scalera, Piliego
3, Campana, Lamaj, Turchiarulo 2, De Vincentis 17, Malvindi 4, Colucci 10.
Allenatore: Angelo Capodieci.
Basket Fasano: Muolo, Aldini 11, Santoro, Paparella 12, Cervellera, Nisi,
Cassano 2, Capurso, Lombardi, Giuliani 4, Bensons 9, Cobianchi 17.
Allenatore: L. Serrano.
Parziali: 18-11 9-17 12-13 10-14
Arbitri: DE Carlo e Capobianco.
 
Lo scontro al vertice del campionato di serie D se lo aggiudica il Basket
Fasano, mentre la Mens Sana Mesagne perde in un colpo solo, il primo posto
in classifica e l’imbattibilità casalinga. In un paladefrancesco gremito con
una rappresentanza di tifosi ospiti, si è assistito a una partita dove le
difese e i tanti errori, hanno determinato l’esito finale. Il Mesagne ha
perso la gara in attacco dove le sue bocche di fuoco hanno fatto cilecca,
troppa improvvisazione, troppi passaggi sbagliati, percentuali di tiro
catastrofiche e tante conclusioni forzate al limite dei ventiquattro
secondi. Il Basket Fasano, pur soffrendo la difesa mensanina che comunque
resta la migliore del campionato, ha sfruttato nel migliore dei modi i due
migliori realizzatori del campionato l’ex Cobianchi (17) e l’argentino
Emiliano Paparella (12) con trascorsi nei campionati di A dilettanti e serie
B. A Mesagne i fasanesi si sono presentati anche con Ralf Kristapas Bensons,
atleta ventenne lettone tesserato nelle ultime ore. Coach Capodieci schiera
Rollo, Turchiarulo, De Vincentis, Malvindi e Colucci, mentre coach Serrano
manda in campo Aldini, Santoro, Paparella, Giuliani e Cobianchi. Il Fasano
parte subito in vantaggio con Paparella e Cobianchi,  ma i padroni di casa
non si lasciano sorprendere e ribaltano subito la situazione con un parziale
di 16-2 ponendo il risultato in doppia cifra. Il giovane De Vincentis mette
a referto dieci punti in tre minuti sorretto da Rollo, mentre Cassano e
Cobianchi riducono lo svantaggio e il primo quarto si chiude con la Mens
Sana in vantaggio 18-11. Nel secondo periodo si blocca l’attacco dei
biancoverdi. Dopo tre minuti di gioco c’è un parziale di 0-14, frutto delle
triple del duo straniero Bensons e Paparella (18-25). La Mens Sana non trova
più la via del canestro per 5’27” prima che Rollo rompa un vero e proprio
incantesimo. Un contro parziale di 8-0 riporta i mensanini in vantaggio,
prima che la tripla del solito Paparella, sulla sirena, mandi tutti negli
spogliatori sul punteggio di 27-28. Il terzo quarto è molto equilibrato, si
realizza con il contagocce e lo spettacolo cestistico non è dei migliori.
Rollo annulla l’argentino Paparella, mentre sale in cattedra Cobianchi che
prova un altro allungo con sei punti consecutivi. (29-34) Ancora una tripla
di De Vincentis rimette in carreggiata i padroni di casa spinti
incessantemente dal pubblico amico. Risponde Aldini con una tripla e un
canestro in penetrazione, ma Rollo e Colucci impattano sul 39-39 prima che
Giuliani chiuda il terzo parziale sul 39-41. In apertura dell’ultima
frazione di gioco Piliego riporta in vantaggio i mensanini, ma c’è subito la
reazione degli ospiti con Aldini e il lettone Bensons che portano il Fasano
sul 46-50 con ancora tre minuti da giocare. In un finale in volata, continua
la sagra degli errori in attacco per il Mesagne e il Fasano allunga con i
tiri liberi di Cobianchi e Aldini. La tripla in chiusura di Colucci serve
solo a limitare lo scarto del punteggio. Resta l’amaro in bocca al Mesagne
per aver giocato una partita così importante con percentuali di
realizzazione disastrose. Il Fasano mantiene meritatamente la prima
posizione in classifica e con questo risultato mette una serie ipoteca
all’accesso ai playoff. La Mens Sana Mesagne invece, pur occupando la
seconda posizione in classifica,  deve ancora lottare a denti stretti per
accaparrarsi uno dei quattro posti al sole. Il calendario non aiuta i
biancoverdi, il prossimo turno, sabato alle ore 18.30 presso il palazzetto
dello sport, affronta la Virtus Galatina sicuramente una delle squadre più
forti del campionato.