ESORDIO IN B2 DEL C.T. “DINO DE GUIDO” DI MESAGNE

Maggio 10, 2021 216

L’Albo d’oro del C.T. “Dino De Guido” di Mesagne, nei suoi 45 anni di attività agonistica, è particolarmente ricco di riconoscimenti; numerosi sono i titoli regionali conseguiti in tutte le categorie che hanno visto in diverse circostanze l’approdo alle fasi nazionali. 

Il 26 aprile 2018 cominciava un’altra bellissima ed esaltante avventura agonistica: quattro volte finalisti per l’aggiudicazione del titolo regionale della serie C, una volta vincitori, per due volte la conquista del diritto a partecipare alle fasi nazionali per la promozione in B e lo scorso anno la sospirata promozione in B2 con la vittoria nello spareggio con il T.C. Potenza, nel doppio incontro dell’11 e 18 ottobre 2020.

Inizia domenica 16 maggio alle ore 10,00 sui campi in sintetico play-it  dell’ “Out Line Tennis School” di Lecce, la nuova, prestigiosa sfida della squadra del sodalizio mesagnese.

Il C.T. “Dino De Guido”, nel suo girone, avrà come avversari anche il C.T. Barletta, il “Tennis Petrarca” di Napoli, il “New Tennis TDG” di Torre del Greco (Na), il C.T. Chieti e il C.T. L’Aquila. 

Dopo il commiato dal tennista bulgaro Vasko Mladenov che, con la sua professionalità, tanto ha contribuito al raggiungimento dell’obiettivo B2, i dirigenti del “Dino De Guido” sono riusciti a raggiungere l’accordo per l’innesto di due nuovi tennisti con un ottimo curriculum: Marek Jaloviec, 27 anni, della Repubblica Ceca, 244^ posizione ATP (classifica FIT 2.4) e l’argentino Lautaro A. Falabella, 23 anni, impegnato solitamente nel circuito ITF, oggi 1757^ posizione ATP, ma ha raggiunto anche la 1478^ posizione (classifica FIT 2.6).

Oltre ai due rinforzi stranieri, completano la squadra che affronterà la B2, i sei tennisti cresciuti nel C.T. “Dino De Guido”, già in squadra nello scorso anno, alcuni dei quali con una consolidata esperienza nelle competizioni agonistiche.

Armando Caforio, 50 anni, capitano della formazione gialloblù, ha raggiunto una classifica FIT di C2 e 3.2, è maestro nazionale dal 2000, ha ricoperto l’incarico di responsabile provinciale per diversi anni, classifica FIT 3.2.

Giuseppe Canuto, 28 anni, cresciuto nel circolo mesagnese, si è messo in luce nell’attività under, vincendo il campionato under 12 e 14 regionale col C.T. Lecce, laureato in scienze motorie, istruttore FIT 2° grado, Preparatore Fisico 2° grado, classifica FIT 3.1.

Antonio Caramia, 44 anni, ha raggiunto la classifica FIT 2.8, è stato campione regionale di serie C a squadre nel 2019, classifica FIT attuale 3.2.

Simone Pacciolla, 18 anni, formatosi nel C. T. “Dino De Guido”, si è distinto nell’attività giovanile, raggiungendo anche i quarti di finale del Master Kinder di Roma under 16, campione regionale di serie C a squadre nel 2019, classifica FIT 2.8.

Luigi Pisoni, 49 anni, è stato campione regionale di serie C a squadre col C.T. Ostuni e Mesagne, campione nazionale di quarta categoria individuale nel 2018, ha raggiunto la classifica FIT 2.8, è istruttore FIT di 2° grado, classifica FIT attuale 3.4.

Davide Spina, 28 anni, cresciuto tennisticamente nel C.T. “Dino De Guido”, è stato campione under 12 e under 14 individuale e a squadre, campione regionale di serie C a squadre nel 2019, Classifica FIT migliore nel 2018, 2.5, maestro nazionale FIT, classifica FIT attuale 2.7.

Tutti gli incontri si disputeranno, con ingresso libero, nel pieno rispetto delle normative anti-covid 19, a tutela della salute di tutti.

Con questa squadra i dirigenti del C.T. “Dino De Guido”, col sostegno sempre appassionato dei soci-tifosi, con quello degli sponsor che con sensibilità aiutano a sostenere l’impegno economico che un campionato di serie B2 comporta, confidano nella disputa di una competizione dignitosa, nel rispetto delle tradizioni di un sodalizio d’eccellenza nel panorama del tennis pugliese.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci