Menu

Volley. Mesagne - Napoli 3-1

volley  Cantine Paolo Leo Antoniolli Mesag 1Per la sesta giornata di campionato, la Cantine Paolo Leo Antoniolli Mesagne

volley  Cantine Paolo Leo Antoniolli Mesag 2ospita la Molinari Volley Napoli nuovamente tra le mura amiche del Palasport di via Udine, pieno e chiassoso nonostante la pioggia, il vento e l’allerta meteo, a dimostrazione di un amore ormai radicato nei confronti delle ragazze e dell’ambiente gialloblu. Coach Giunta schiera Di Bert, Armonia, Cristofaro, Leone, Iacca, De Paola e Della Rocca. In panchina Lapenna, Demilito, Tornesello, Malerba. Ancora ferma ai box Pichierri. Nel primo set, il Mesagne si porta subito avanti, nonostante qualche imperfezione al servizio e nella gestione dei contrattacchi. Le interruzioni richieste dalla panchina ospite, sul 13-7 e sul 18-10, non cambiano l’inerzia del parziale, chiuso abbastanza agevolmente sul 25-17. Ottimo inizio di gara da parte di capitan Cristoforo, devastante da posto 4. Nel secondo parziale, qualcosa si inceppa. Le ospiti scappano via due volte, ma vengono prontamente riprese dalle ragazze di coach Giunta. Sul finire del gioco, dopo un timeout chiesto dalla panchina campana sul 19-17, il Mesagne si spegne e subisce un break di 1-8 che rimette in parità l’incontro. Da segnalare l’esordio di Tornesello, classe 2004, centrale dal sicuro avvenire, che segna anche il suo primo punto in B con un ace al servizio (20-25). Nel terzo set, l’equilibrio dura solo nei primissimi punti. Alcune dubbie decisioni arbitrali accendono le gialloblu, fino a quel momento meno “cattive” del solito, imprimendo alla gara un’accelerazione che le ospiti non sono in grado di gestire. Il 25-16 che chiude il parziale è l’esatta fotografia delle differenze viste in campo. Il quarto ed ultimo set, invece, nonostante un sostanziale predominio mesagnese, resta in bilico fino al giro dei venti, quando le messapiche piazzano la zampata decisiva che fissa il punteggio sul 25-21 e sul 3-1 finale. Una vittoria importantissima, sofferta il giusto, contro un avversario che ha giocato una buona gara dimostrando di non meritare la classifica che occupa, almeno per quanto visto sul parquet gialloblu. Le ragazze di coach Giunta hanno offerto una prestazione di livello, ma più altalenante del solito, commettendo qualche errore di troppo soprattutto al servizio ed a muro. Nel momento caldo del match, tuttavia, il Mesagne ha dimostrato di avere qualcosa in più delle avversarie, non solo a livello tecnico, ma anche e soprattutto a livello mentale. “Sapevamo che oggi avremmo incontrato delle difficoltà”, ammette coach Giunta, “Le nostre avversarie sono molto strutturate fisicamente e difendono con grande attenzione. Abbiamo vinto una partita davvero importante e siamo contenti di poter continuare il nostro percorso di crescita”. Buona la risposta della squadra ai momenti di impasse, segnaliamo le ottime prestazioni di Cristofaro e Della Rocca. Il capitano gialloblu è stato il principale riferimento offensivo per tutto l’incontro, gestendo e poi spingendo forte a seconda dei momenti della gara, chiusa con un notevole 55% di efficienza offensiva. Della Rocca, invece, ha guidato la difesa con la solita, lucida, accortezza. Al di là del 72% in ricezione, in alcuni momenti si è avuta l’impressione che potesse quasi coprire da sola i nove metri gialloblu. Mesagne-Napoli 3-1 (25-17, 20-25, 25-16, 25-21) Note: Arbitri - Cantore e Traversa; Muri: 5-9; Battute sbagliate: 13-6; Ace: 8-1; Errori: 34-32. Mesagne: Di Bert 2, Armonia 13, Cristofaro (k) 18, Leone 17, Iacca 12, De Paola, Lapenna, Demilito, Tornesello 1, Malerba, Della Rocca L1. All. Giunta. Napoli: Giaquinto 10, Spirito 10, Palumbo 4, Drozina (k), Imbimbo 11, Favali 5, Lama, Padolino, D’Alessio, Ferrara 5, Raucci, Maggipinto L1. All. Dellavolpe. MAURO POCI  

Torna in alto