Menu

Mesagne. Omologazione a rischio per lo stadio

stadio tagliata campo Ancora un’incognita sul prossimo campionato di calcio

per le società mesagnesi. La Figc di Roma, nei giorni scorsi, ha inviato una nota al Comune di Mesagne per comunicargli la scadenza dell’omologazione, nel presente mese di luglio, del campo di contrada Tagliata e le criticità riscontrate dagli ispettori durante un sopralluogo. In pratica se non saranno eseguiti alcuni lavori di ristrutturazione dell’impianto calcistico le società non potranno giocare i prossimi campionati. Quindi il sindaco Matarrelli oltre a risolvere il problema relativo all’iscrizione della società del “Mesagne calcio 2011” al prossimo campionato, dopo il forfait annunciato dal presidente Vincenzo Todisco, dovrà risolvere quanto prima questo gap per non incorrere in una mancata omologazione e di conseguenza l’inibizione delle squadre a disputare i campionati 2019/2020. Nel verbale che la Figc ha inviato in Comune ha fatto presente che gli ispettori durante il sopralluogo dello scorso 5 giugno hanno riscontrato il manto delle aree delle porte completamente usurato, pertanto va sostituito; vanno ripuliti gli spazi laterali al rettangolo di gioco poiché vi sono presenti delle erbe infestanti; bisogna ripulire le canalette di scolo delle acque poiché piene di materiali che si sono depositati col tempo; inoltre sul manto di gioco sono state riscontrate ampie zone usurate che vanno spazzolate e ricompattate, specialmente negli spazi centrali e di rigore; altro problema è dato dall’usura del colore bianco del manto. Tutte le strisce che tracciano il terreno di gioco sono sbiadite e non visibili ai giudici di gara; anche alcune giunture sui vari teli che compongono il manto di gioco sono aperte e vanno incollate. “Il certificato di omologazione – ha scritto Antonio Armeni, direttore del laboratorio Impianti sportivi della Figc – verrà emesso solo quando tutta la documentazione sarà completa. Compresa la comunicazione in cui si dichiara che tutte le prescrizioni sono state eseguite. In assenza di tale documentazione l’utilizzo del campo per le gare di campionato Figc/Lnd sarà sospeso”. “I lavori saranno eseguiti quanto prima”, ha confermato l’assessore ai Lavori pubblici, Roberto D’Ancona, che ha già avuto il preventivo di spesa pari a 8 mila euro. Intanto, nei giorni scorsi il presidente Todisco si è incontrato con il sindaco Matarrelli. L’idea è di formare una società con vari imprenditori e tifosi che sono disponibili a finanziare il progetto. Impresa ardua ma non impossibile.  

Ultima modifica ilMercoledì, 03 Luglio 2019 10:48
Torna in alto