Menu

Angelo Capodieci confermato responsabile tecnico della Mens Sana Mesagne In evidenza

capodieci angelo mens sana 18Sarà ancora Angelo Capodieci il responsabile tecnico della Mens Sana Mesagne per la prossima stagione sportiva.

Mentre i campionati federali volgono al termine, la società mesagnese getta le basi per il futuro confermando alla guida tecnica il giovane coach. Si riparte dall'allenatore cresciuto in casa, dopo la lunga trafila che lo ha visto protagonista dal minibasket al settore giovanile come atleta, per poi prendere la strada di Istruttore giovanile e allenatore della formazione senior. La Mens Sana Mesagne si affida all'usato sicuro, riconoscendo in Capodieci quelle doti tecniche e umane che soddisfano in pieno la politica societaria.

"Ormai Angelo è una componente della grande famiglia mensanina - dice il presidente Emanuele de Tullio. Riteniamo che la sua preparazione tecnica e il suo rapporto umano con gli atleti, siano indispensabili per il nostro modo di concepire lo sport. Sappiamo che è stato cercato da altre società, anche di categorie superiori, ma sono bastati due minuti per raggiungere un accordo e iniziare a programmare la prossima stagione sportiva. Terminiamo questa faticosissima annata che ci vede protagonisti in quasi tutte le finali regionali giovanili e poi  insieme stileremo il programma tecnico dei prossimi campionati, in attesa di un eventuale ripescaggio in serie C silver. Grandi novità riguarderanno il settore giovanile che assumerà una connotazione ancora più professionale".

Coach Capodieci: "Sono contento della mia riconferma nella Mens Sana Mesagne, in questa società il mio ruolo va oltre quello di un semplice allenatore. Raggiunto l'obiettivo della salvezza in serie D, aspettiamo l'esito dei campionati giovanili ancora in corso e poi getteremo le basi  per il prossimo campionato senior. Ho chiesto alla società di ripartire dallo zoccolo duro dei giocatori dello scorso anno e poi inserire qualche supporto per affrontare il campionato, qualunque esso sia, nelle migliori condizioni. Ancora una volta sarà dato ampio spazio ai ragazzi che provengono dal nostro settore giovanile, purtroppo come ogni anno perderemo coloro che raggiungono la maturità scolastica come Perez e Caroli, ma il nostro serbatoio ha tante giovani promesse che dovranno essere impiegati nel campionato senior. Adesso ci godiamo la finale nazionale del Join the game a Jesolo, dove rappresenteremo la Puglia Under 13 e poi cercheremo di portare a casa qualche prestigioso risultato  giovanile".

Ultima modifica ilGiovedì, 10 Maggio 2018 08:45
Torna in alto