Menu

Volley. La Santissima Annunziata perde con il Lecce 2 - 3

santissima annunziata logoDomenica 11 al Pala Udine è andata

in scena la sfida d’alta quota tra i padroni di casa della SS Annunziata, terzi in classifica, e la Bee Volley Lecce capolista e imbattuta. Partita dalle mille emozioni in cui al culmine delle 2 ore di gioco a spuntarla sono i salentini per 2-3 in rimonta. Mister Capozziello manda in campo Solazzo (K) al palleggio, Demitri opposto, De Fazio e Magrì di banda, Friolo e Marciante al centro e Argentieri libero. Mister Vannicola risponde con Fasano in regia e Vecchio a completare la diagonale, Lezzi e Cillo in banda, Mancino e Ubaldo al centro, Donatiello e Sciurti alternati in difesa e ricezione nel ruolo di libero. In avvio la partita procede punto a punto, preludio di una lunga battaglia. Il Lecce prova l’allungo sull’11-14 ma il Mesagne rimane lucido e si rifà sotto sul 16 pari. Entra in campo De Maria nelle file leccesi al posto di Vecchio, che alla fine della partita risulterà la vera spina nel fianco della difesa giallo-blu. I padroni di casa piazzano il break decisivo sul 23-19 e poi chiudono per 25-21. Nel secondo set mister Vannicola inserisce in pianta stabile De Maria ma è il Mesagne a giocare meglio scappando sul 15-10. Il Lecce sembra frastornato e il Mesagne, sotto i colpi di un imprendibile Demitri, ne approfitta chiudendo sul 25-20 dopo aver sprecato tre set point. Ma la partita non è finita. Nonostante il Mesagne sembri in totale controllo del match e in vantaggio per 13-11 anche nel terzo set, qualcosa si inceppa. Il Lecce sentendo sulle spalle lo spettro della prima sconfitta stagionale, accende il turbo e fa suo il set con un netto 16-25. Nel quarto set il Lecce è determinato a portare la gara al tie-break. Il Mesagne sembra non avere le forze per reagire e i salentini chiudono il set sul 19-25. Il tie-break è un monologo leccese che si portano al cambio campo sul 3-8 e poi chiudono per 9-15. Impresa sfiorata, per due set e mezzo è il Mesagne a comandare il gioco con Solazzo a imbeccare alla perfezione i suoi attaccanti, soprattutto De Fazio e Demitri che fanno letteralmente impazzire la difesa avversaria. Poi alla metà del del terzo set la luce si è spenta con il Lecce a far vedere i muscoli e mandare un segnale di supremazia, non a caso è prima con 17 vittorie su altrettante partite giocate e 49 punti su 51 disponibili. Non è bastato Demitri a mantenere a galla la barca, ma resta comunque l’ottima prestazione forse anche più di quello che ci si poteva attendere, sicuramente buon preludio per la semifinale di Coppa Puglia del 31 marzo proprio contro il Lecce. Le posizioni in classifica restano invariate con il Mesagne sempre terzo ma adesso a 5 punti dal Racale secondo vittorioso in casa contro l’Ostuni. Prossima partita contro la Materdomini Castellana sabato 17 in trasferta a Francavilla. SS Annunziata Mesagne - Bee Volley Lecce 2-3 (​25-21/25-20/16-25/19-25/9-15)​ Durata: 20’, 25’, 22’, 26’, 15’ effettivi, totale 2h Mesagne: Solazzo(k), De Fazio, Greco, Nicolì, Argentieri(L), Magrì, Friolo, Marciante, Demitri, all. Capozziello. Lecce: Ubaldo, Mancino, Vannicola G., D’Amato, Sciurti(L2), Fasano, De Maria(k), Lezzi, Vecchio, Cillo, Mondoni, Donatiello(L1), all. Vannicola D., ass. Capone. 

Ultima modifica ilLunedì, 12 Marzo 2018 17:17
Torna in alto