Menu

Il Divella Mesagne Volley vola

mesagne volley fase gioco apr16Quando si scrive di sport, spesso si eccede negli aggettivi

e nella descrizione delle dinamiche di gara. Trovare le parole giuste per raccontare Divella Mesagne Volley-Pvg Bari, gara valida per la quarta giornata del campionato di serie B2 femminile, è impresa tutt'altro che semplice, ma ci proviamo. Coach Giunta conferma il 6+1 delle scorse giornate, con Abbracciavento volano della squadra, Labate (k) opposta, Culiani e Cristofaro laterali, Iacca e Mazzotta centrali e Zurlo libero. In panchina Liguori, Lapenna, Rosato, De Mitri, Milano e Demilito (L2). Il primo set inizia nel segno del più totale equilibrio. Nessuna delle due squadre riesce a imporre il proprio gioco, sia perché le due difese “tirano su” tutto quello che umanamente è possibile recuperare, sia perché appare chiarissimo come le due formazioni si siano ben studiate in settimana. Si prosegue punto a punto fino ai vantaggi, dove un paio di errori nella costruzione del gioco ed un po’ di sfortuna impediscono alle mesagnesi di tenere il passo delle ospiti, che chiudono sul 25-27 un primo set bellissimo, molto tirato e tecnicamente validissimo. Nel secondo parziale, le ragazze di coach Giunta scendono in campo poco decise, probabilmente ancora tramortite dal finale del gioco precedente, e non riescono ad opporre una resistenza valida al Bari che gioca, forse, il suo miglior set, esprimendo una pallavolo solida ed efficace (17-25). Quando tutto appare perso, la Divella Mesagne Volley inizia la sua personale partita, supportata da un pubblico che definire solo incredibile sarebbe quasi offensivo. L’inizio di terzo set è equilibrato, ma già intorno al giro di boa le gialloblu mettono il naso davanti, controllando poi un tentativo finale di rimonta delle baresi e chiudendo sul 25-21 un parziale nel quale si rivede la grinta e la determinazione delle precedenti giornate. Il gioco è più fluido, soprattutto al centro, e le percentuali in ricezione e difesa tornano quelle alle quali siamo (ben) abituati. Il quarto set ripercorre le orme del primo, con le ragazze di coach Giunta a correre e le ospiti prima a rincorrere e poi a sorpassare il Mesagne fino al 18-20 che coincide con il timeout del tecnico di casa. Dallo stop, le gialloblu escono con il piglio giusto e rimontano lo svantaggio grazie ad una Culiani impressionante. Sul fotofinish, questa volta, le braccia alzate al traguardo sono quelle mesagnesi, grazie allo stesso 27-25 (a parti invertite) che aveva messo la parola fine al primo gioco. Passare dallo 0-2 al 2-2, davanti a cinquecento tifosi letteralmente impazziti, carica a molla la Divella Mesagne Volley che, nel tie-break, arriva al cambio campo in vantaggio per 8-6. A questo punto si assiste all’ennesimo stravolgimento della giornata, con la Pvg che piazza un break importante fino al 10-13. Sembra nuovamente finita, quando le gialloblu danno fondo alle ultime energie fisiche e nervose segnando un parziale di 6-1 (grazie anche a due muri di Iacca e Culiani in situazione di uno contro uno) che ribalta il risultato e fissa il finale sul 16-14 e sul 3-2 complessivo. Entusiasta coach Giunta a fine gara: “E’ stata una partita dura, contro una squadra che farà benissimo fino alla fine del campionato. E’ un risultato che non ci aspettavamo, ottenuto con tanto cuore, tanta difesa e tanta organizzazione, davanti ad un pubblico che non smetterò mai di ringraziare. Ringrazio anche le ragazze, il presidente Sportelli, il patron Antoniolli, il direttore Saponaro, tutta la dirigenza ed il mio staff, che sento sempre vicini e che ci danno una carica incredibile”. E’ stata una partita stupenda, tra due squadre ben messe in campo che hanno espresso una pallavolo a tratti di categoria superiore. Forse la Divella Mesagne, nel momento clou del match, ha dimostrato di avere più fame, spinta sugli spalti da oltre cinquecento persone in alcuni momenti quasi commoventi per passione ed intensità di tifo. “Eye of the tiger”, pezzo dei Survivor che accompagna ormai da anni il nostro “starting six”, riassume la giornata di oggi meglio di qualsiasi parola. Nel momento caldo della sfida, le nostre ragazze hanno sfoderato gli “occhi della tigre”, ribaltando i pronostici e lanciando un messaggio chiaro al campionato: a Mesagne, prendere punti sarà difficile per chiunque. Divella Mesagne Volley: Abbracciavento 3, Labate (k) 5, Culiani 31, Cristofaro 18, Iacca 13, Mazzotta 12, Liguori, Lapenna, Rosato, De Mitri, Milano, Zurlo L1, Demilito L2.  

Torna in alto