Menu

Il primo passo verso un sogno

2017-05-15 131518(di Mauro Poci) Chi ha avuto la fortuna di assistere alla sfida di ieri tra Mesagne e Cerignola, valida come gara 1 della finale playoff per l’accesso in B, potrà raccontare di aver vissuto un pomeriggio all’insegna dello sport. Ci concediamo un inizio diverso dal solito, ma in un panorama sportivo sempre più contraddistinto dalla violenza, due tifoserie colorate e corrette, splendida cornice di una bella partita di pallavolo, fanno ormai notizia quasi più dell’evento stesso.

Il Mesagne arriva al big match con Mazzotta non in perfette condizioni. Coach Giunta decide di rischiarla, considerata la posta in palio, ed inizia l’incontro con la formazione tipo, con Abbracciavento al palleggio, Fiorini (k) opposta, Valente e Cristofaro al lato, Iacca e Mazzotta centrali e Zurlo libero. Nei nove metri opposti, mr. Valentino risponde con Gagliardi in regia, Tortora (k) opposta, Bellapianta e Albanese al lato, Romano e Giancane centrali, Rubino libero.

L’inizio dell’incontro è tutto di marca gialloblu: le ragazze di casa spingono sull’acceleratore sfruttando il servizio, che impedisce al Cerignola di costruire con regolarità le proprie azioni d’attacco, e l’ottima correlazione muro-difesa, che ne limita l’efficacia offensiva. La trama di gioco mesagnese, invece, è fluida ed eterogenea e, pian piano, scava un solco che le foggiane non riescono a ricucire. Il 25-12 che chiude il parziale racconta con esattezza la differenza di valori in campo osservata nel primo set.

Il secondo gioco si presenta da subito più equilibrato. Le ragazze di coach Giunta commettono troppi errori gratuiti (alla fine conteremo ben 5 battute sbagliate e 5 errori liberi in attacco) e non riescono ad esprimersi come nel primo parziale, al cospetto di un Cerignola molto più aggressivo a rete e meglio registrato in difesa. Si procede sul filo dell’equilibrio fino alle battute finali, quando le ospiti riescono a piazzare la zampata vincente per un 23-25 che pareggia il conto set.

L’inizio del terzo set ricalca le orme del secondo, con il Cerignola aggressivo ed il Mesagne troppo falloso. A metà del set, però, nel momento di maggiore pressione, le ragazze del presidente Sportelli tirano fuori gli artigli e costruiscono una rimonta, bellissima e meritatissima, che si conclude nel 26-24 che regala il 2-1 momentaneo all’Appia.

Tecnicamente la partita finisce qui. Nel quarto e decisivo parziale, infatti, il Mesagne ripete l’exploit magnifico del primo gioco, mettendo alle corde le ospiti e chiudendo set e partita rispettivamente sul 25-13 e sul 3-1.

Una vittoria assolutamente meritata, in bilico solo nel secondo e nel terzo parziale. Una grandissima prova di squadra, l’ennesima, di fronte ad un avversario ostico e ben messo in campo, meritatamente vincitore del proprio girone. Difficile descrivere con le parole le stupende emozioni di ieri: un Palazzetto pieno in ogni ordine di posto, due tifoserie festanti ed estremamente corrette ed una formazione mesagnese per la quale, al di là del tifo di appartenenza, abbiamo terminato gli aggettivi. Gialloblu tutte ampiamente promosse, tra le quali segnaliamo l’ottima prova delle centrali Iacca e Mazzotta, decisive a muro (5 muri per Iacca, 4 per Mazzotta), al servizio (3 aces Iacca e 4 Mazzotta) e nel conteggio totale dei punti (16 Iacca e 15 Mazzotta). Molto bene anche Cristofaro, con 13 punti (e +10 finale) in attacco e percentuali altissime in ricezione e difesa.

“E’ stata una partita molto intensa”, le parole di coach Giunta, “vissuta molto sulla tensione nervosa. Abbiamo giocato due set perfetti, il primo ed il quarto, ed altri due in cui abbiamo commesso errori che in genere non commettiamo. Ci lavoreremo in vista del ritorno. Siamo orgogliosi di quanto fatto finora, ma adesso serve mantenere alta la concentrazione per la sfida decisiva a Cerignola. Ci tengo davvero tanto a ringraziare pubblico e società per il supporto ed il tifo meravigliosi di ieri”.


Appia Project Mesagne: Abbracciavento 1, Fiorini 11, Iacca 16, Mazzotta 15, Cristofaro 13, Valente 5, Buccini 1, Longo, Demilito, Forleo, Prete, Zurlo L1.

Tecnomaster.biz Pallavolo Cerignola: Gagliardi 4, Tortora 5, Giancane 8, Romano 8, Bellapianta 9, Albanese 12, Mastrototaro, Santo, Castiglione, Rubino L1, Casalino L2.

Risultato finale: 3-1 (25-12, 23-25, 26-24, 25-13)

Ultima modifica ilLunedì, 15 Maggio 2017 13:20
Torna in alto