Mesagne. Da pista ciclabile a parcheggio: il passo è stato breve

Dicembre 28, 2021 1211
Da pista ciclabile a parcheggio privilegiato per auto il passo è stato breve. Peraltro siamo di fronte a un parcheggio alquanto pericoloso poiché si trova proprio in via Guglielmo Marconi, l'arteria maggiormente trafficata della città di Mesagne. Certamente nelle intenzioni degli amministratori locali non c'era la volontà di creare questa imbarazzante situazione. Ma l'inciviltà della gente impera, specialmente quando i controlli non possono arrivare dappertutto. Come ha già precisato, in altra occasione, un nostro lettore non si può avere un vigile o un agente dietro a ogni cittadino. Tuttavia, è altrettanto vero che le unità di pronto intervento delle forze dell'ordine hanno l'obbligo, e sottolineamo obbligo, davanti a queste situazioni, di fermarsi e regolamentare il tutto. Magari prima in maniera preventiva e poi repressiva. A onor di cronaca il fenomeno era presente anche prima della realizzazione della nuova pista ciclabile, ma in manierameno evidente. Il cordolo che divideva la pista dalla strada in un certo senso inibiva un parcheggio selvaggio. Oggi, senza le "zanelle" il parcheggio è comodo e facilitato. Diversa la gente che si è indignata verso questa situazione di lassismo civico che sembra aver contagiato diversi cittadini. "Da pista ciclabile a parcheggio la strada è breve", è stato il commento sui social di Marco Profilo, nota guida locale e cultore delle buone maniere. Da pochi giorni la vecchia pista ciclabile è stata smantellata ed ormai sono tantissimi gli episodi di auto che utilizzano lo "spazio in più" per parcheggiare le proprie auto e fare i propri comodi. Eccoci qui, dunque, ad ammirare questi bravi mesagnesi che, evidentemente, hanno difficoltà a rispettare le regole base di convivenza comune. La speranza è che chi di dovere possa porre rimedio...magari con qualche multa da reinvestire proprio per migliorare la pista ciclabile".

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci  

Ultima modifica il Martedì, 28 Dicembre 2021 16:02