Redazione

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 28 luglio 2021 in Puglia, sono stati registrati 12.494 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 163 casi positivi: 52 in provincia di Bari, 30 in provincia di Brindisi, 16 nella provincia BAT, 10 in provincia di Foggia, 42 in provincia di Lecce, 9 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota.

E’ stato registrato un decesso, in provincia di Foggia.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.862.638 test.

246.814 sono i pazienti guariti.

1.917 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 255.400 così suddivisi:

95.695 nella Provincia di Bari;

25.740 nella Provincia di Bat;

20.048 nella Provincia di Brindisi;

45.404 nella Provincia di Foggia;

27.539 nella Provincia di Lecce;

39.734 nella Provincia di Taranto;

843 attribuiti a residenti fuori regione;

397 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Nel fitto programma del «Borgo che dondola», il cartellone estivo del Comune di Cisternino, c'è spazio anche per l'arte contemporanea: questo weekend verrà finalmente svelato «Il ponte dei Desideri», il nuovo progetto artistico-scenografico a firma dell’artista-designer Bernardo Palazzo, realizzato in collaborazione con Luzzart APS, l’agenzia Syncretic e con il contributo del Comune di Cisternino. L'installazione sarà allestita sul Ponte della Madonnina di Cisternino, uno dei Borghi più Belli d’Italia, con lo sfondo dei tipici muri imbiancati a latte di calce. «Trentatrè centrini come grandi mantra, come preghiere scritte col cotone e le mani di donne pazienti».

L’installazione si inserisce nel più ampio progetto Firmamento, che ha fatto subito parlare di sé in tutta Italia grazie alla bellissima visione delle rotoballe di fieno associate ai centrini di merletti fatti a mano. Realizzato nelle campagne della già magica Valle d’Itria (a Locorotondo e Cisternino) e a Polignano a Mare, il progetto gode del patrocinio della Regione Puglia ed è stato realizzato con il contributo di Comuni di Locorotondo e Cisternino, il supporto della Fondazione Mimì Andidero e delle aziende agricole Montanaro Antonio, Cecere Cosimo e Tauro Damiano.

Con la nuova installazione «Il Ponte dei Desideri» Bernardo Palazzo e Luzzart vogliono farci volgere lo sguardo verso una rinascita collettiva, che passa dalla continua sperimentazione e studio delle trame dei centrini che ha condotto l’artista in un percorso di ricerca introspettiva, che si manifesta in questa nuova installazione.
Il tentativo è quello di condividere il proprio percorso e al tempo stesso di creare un ponte capace di interconnettere altri percorsi individuali, generando un’energia positiva, collettiva ed esponenziale.

«In natura nulla è fermo, tutto si muove, ogni elemento è vibrazione. La pietra, l’uomo, l’intero universo. Tutto è in continuo movimento e mutamento - spiega Bernardo Palazzo, ideatore dell'installazione -. Trentatrè centrini sul Ponte della Madonnina ruotano al vento, o alle mani dei fruitori, come le preghiere rotanti buddhiste ruotano allo sfiorare delle mani dei fedeli. Trentatrè centrini come grandi mantra, come preghiere scritte col cotone e le mani di donne pazienti - prosegue Palazzo -. Grandi girasoli antichi che guardano ogni giorno il tramonto, portando al Dio Sole i nostri desideri, le nostre profonde intenzioni. Chiedi e ti sarà dato disse il Maestro, allora come campane risuoneranno i nostri pensieri sul ponte dei desideri, come note di una sinfonia si libereranno nell’aria uniti da un pensiero comune il nostro, di pace libertà e unione».

«La pandemia – dichiara Luca Palazzo, curatore dell’installazione e presidente di Luzzart – Syncretic Agency APS, associazione coordinatrice del progetto - ha dimostrato, anche ai più scettici e individualisti, come tutti gli esseri viventi siano interconnessi tra loro e che nessuno si salva da solo. È necessaria una visione sincretica, che vede ciascuno contribuire al bene comune nel qui e ora. Il Ponte dei Desideri diviene così uno spazio partecipato dove ognuno può mettere in circolo energie positive attraverso una preghiera, una dedica, un desiderio o un pensiero di rinascita personale o collettiva».

Ma le novità non finiscono qui, perché già dalla prossima settimana i fratelli Palazzo si metteranno a lavoro per realizzare ad Ostuni Il Grande Sole. Un'installazione, dicono, con un colpo d’occhio ancora più importante delle costellazioni che Firmamento ci ha donato sinora. Verrà montata all'interno degli orti urbani I Giardini della Grata, presenti a valle del bellissimo centro storico della Città Bianca e dedicati alla coltivazione, ricerca e sviluppo di semi antichi e cibo biologico. La composizione sarà archetipo e simbologia del sole in Terra, quale buon auspicio di abbondante raccolto. È un progetto sperimentale di integrazione tra arte e agricoltura sostenibile, realizzato con il contributo del Comune di Ostuni, in collaborazione con la cooperativa Bio Solequo Coop. e gode del patrocinio della Fondazione Seminare il Futuro.

Il Ponte dei Desideri è visitabile a Cisternino gratuitamente almeno fino alla fine di settembre.

2021 07 28 132947

Il 31 luglio 2021, a partire dalle ore 19,30, sarà aperta la personale di Alessandro Passaro, Via la pittura, mostra a cura di Nicola Zito.

Via la pittura, realizzato in collaborazione con l’associazione L’Ego di Artemide, è la prima esposizione di Passaro nel proprio paese d’origine, Mesagne, in piazza IV novembre 26. In questa occasione l’artista presenta una tela di 20 metri oltre a 5 opere più piccole (olio su tela), che trattano il rapporto tra la collettività e il paesaggio, facendo coincidere le due dimensioni in un unica visione fisiognomica; l’opera di 20m potrà essere acquistata a cm, venendo così a creare una riflessione sulla perdita dell’autorialitá e sulla caduta dello stereotipo di vendita del mercato.
La mostra, che vanta il patrocinio morale del Comune di Mesagne e il contributo di numerosi esercizi commerciali della zona (L’amo, pesca sportiva; Ursula Emiliano, hair stylist; Il Mangiameduse, sea food; Giù da Mino, cantina; Splendid 22, bar; Gwen Majesty; Xò Cafè; Officina Smart; Sottospirito; Seven B pub; Man of the trouble; Pecora Nera; Caffè dell’orologio; Sullo, gelateria; Masciullo; Caffè Vittorio Emanuele; Osteria del Leone; Tecnorete; Biscotto, gelateria; Celtic Public House; Benito abbigliamento; Zona 30 beer ‘n’ grill; L'incontro, trattoria; Studio 95, agenzia pubblicitaria; Architetto Carmelo), sarà visitabile fino al prossimo 31 agosto 2021, dalle ore 18 alle ore 22.
2021 07 27 215323

Il Lions club di Mesagne ha celebrato la 40^ Charter NIGHT  e ha effettuato il passaggio delle cariche 

A Tenuta Moreno si è svolta la tradizionale cerimonia della CHARTER ed è stato effettuato il passaggio tra il Presidente uscente MARIOLINA SEMERARO e quello subentrante LUIGI FACECCHIA che guiderà il club per l' anno sociale 2021-2022 . Sono intervenuti il 1° vice Governatore Roberto Mastromattei e il 2° vice Governatore Leonardo Potenza,  nonché il Sindaco della città Antonio Matarrelli, il quale, oltre ad aver apprezzato l ' operato del club specie durante la pandemia, ha rinnovato gli auspici di una stretta collaborazione con l' Amministrazione comunale e il club Lions di Mesagne, come del resto è stato in passato,  tant ' è che si sottoscriverà un protocollo d'intesa tra l ' Ente comunale e il club Lions. 
La Presidente uscente ha relazionato sui due anni di attività e di servizio svolti dal club e il Presidente entrante ha tracciato le linee programmatiche del suo anno sociale e poi ha proceduto alla presentazione del Consiglio Direttivo che è così composto:
Past Presidente Mariolina Semeraro 
1° vice Presidente Miro Devicienti 
Segretario Vito Lenoci 
Tesoriere Carlo Epicoco 
Cerimoniere Emilio Guarini 
Censore Costanzo Mardighian 
Presidente Comitato soci Vincenzo Gatto 
Presidente Comitato service Vito Briamonte 
Presidente Comitato Comunicazione e Marketing Mariolina Semeraro 
Presidente Comitato Revisore dei conti Carmelo Sconosciuto 
Leo Advisor Vito Briamonte. 

Si è ricostituita a Brindisi, in data 23 luglio, l’Assemblea Territoriale di Cittadinanzattiva Aps Puglia con i 117 iscritti. Cittadinanzattiva è un’Associazione no-profit che promuove l'attivismo volontario dei cittadini finalizzato alla tutela e alla difesa dei diritti riconosciuti dalle leggi e favorisce il riconoscimento di nuovi diritti. Tra i principali obiettivi: dare sostegno alle persone in condizioni di fragilità, prevenire le ingiustizie e le sofferenze inutili, adoperarsi per proteggere e prendersi cura dei beni comuni, fornire ai cittadini strumenti per costruire un dialogo ad un livello più consapevole con le Istituzioni e con i Soggetti Pubblici presenti sul territorio provinciale. La prima Assemblea della sede Brindisina si è svolta alla presenza del Segretario Regionale Cittadinanzattiva, Matteo Valentino, dal Presidente Regionale Cittadinanzattiva, Cesare Certini e del Responsabile Regionale Rete Consumatori, Pio Bufano.

Giuseppina Scarano è stata eletta Coordinatrice dell’Assemblea Territoriale di Brindisi, Pietro Dell’Olio è stato nominato Vicario e l’attività di comunicazione è stata affidata alla giovanissima volontaria Giulia Grasso. Il team di volontari che dirigerà le varie Aree di Interesse è composto da: • Maria Carrozzo – Area Tribunale per i Diritti del Malato; • Angela Corvino – Area Attivismo Civico; • Francesca Perugino - Area Rete Giustizia; • Rosanna Rossetti - Area Consumatori; • Rosa Leuzzi Area - Europa, Ambiente, Ecologia; • Tiziana Prete - Area Scuola. . “La decisione di rilanciare Cittadinanzattiva a Brindisi è maturata a seguito di attenta e dettagliata analisi del tessuto culturale, sociale ed economico del territorio provinciale di riferimento che ha consentito di misurare la capacità/incapacità delle Istituzioni Locali, deputate all’ erogazione dei servizi pubblici e a dare risposte concrete ed immediate alle istanze dei cittadini”. “Tale studio ha consentito di individuare più punti di interesse/ sofferenza meritevoli di attenzioni per diventare, in futuro, riferimento di collaborazioni finalizzate al miglioramento della qualità dei servizi erogati. In sintesi, Cittadinanzattiva vuole dare voce al cittadino grazie all’impegno dei volontari, per costruire una collaborazione ed un dialogo più efficienti e più efficaci con Istituzioni e Mondo dell’Associazionismo presenti sul nostro territorio” ha detto la dott.ssa Giuseppina Scarano, spiegando le motivazione che l’hanno portata non solo a candidarsi come Coordinatrice ma anche a ricostituire la Sede Territoriale di Brindisi. Per seguire le iniziative di Cittadinanza Attiva Brindisi è sufficiente collegarsi alla pagina Facebook. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Giulia Grasso, Coordinatrice Dott.ssa Giuseppina Scarano.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Le attenzioni del consigliere regionale di Fasano, Fabiano Amati, per i nuovi grandi gruppi industriali che in un modo o nell'altro hanno interessi nella nostra città hanno raggiunto ormai livelli parossistici di stucchevolezza.

Brindisi sta provando a costruire un futuro completamente differente dal passato cui è stata costretta con scelte che hanno irrimediabilmente sacrificato naturali vocazioni, reali possibilità di sviluppo e soprattutto la salubrità dell'ambiente e quindi la salute delle persone.

Quel modello di sviluppo ha fallito, le grandi imposizioni e le presenze impattanti sono il racconto del passato e adesso, piaccia o no ad Amati, la storia che si sta costruendo è altra, diversa, finalmente e senza ripensamenti.

Ignoriamo i motivi per i quali (e nemmeno ci interessano) Amati oggi viva questa ossessione per Brindisi così come ignoriamo i motivi che spingono Amati, che pure vanta un impegno pluridecennale nelle istituzioni assolutamente anonimo rispetto alle istanze della nostra città, a non avere altre soluzioni per Brindisi se non le solite idee dal puzzo stantio di vecchio e miopi dinnanzi al futuro.

Quello che però sappiamo con certezza, e vogliamo lo sappia una volta per tutte anche Amati, è che Brindisi in questo momento, non solo ha le giuste capacità per costruirsi il suo destino ma anche tutto il diritto di farlo. Senza timore di subire interferenze, ricatti e pressioni da nessuno. Le ingerenze da piccoli potentati (anche quelli della provincia) fanno parte di quel passato che proprio perché passato, non esiste più.

                                                                                                                                              Brindisi Bene Comune

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Aggiornamento settimanale dei dati sull’emergenza Covid-19 nell’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl. Alla data del 25 luglio 2021 risultano positivi 146 soggetti, di cui 69 uomini (47,3%) e 77 donne (52,7%), con età mediana di 23 anni. I positivi sono così suddivisi per fasce di età: 49 nella fascia 0-18 anni, 82 tra 19-64 anni, 9 tra 65-79 anni, 6 negli 80 e oltre.

I fattori di rischio per cui è stato predisposto il tampone sono: “sospetto di caso” 51 (34,9%), “contatto con caso accertato” 48 (32,9%), “screening” 3 (2,1%) e “rientro da area a rischio” 12 (8,2%); in 32 casi (21,9%) il fattore di rischio non è definito. L’ultimo aggiornamento sullo stato di salute degli attualmente positivi descrive 69 (47,3%) soggetti paucisintomatici, 48 (32,9%) asintomatici, 15 (10,4%) con sintomatologia lieve, 2 (1,4%) con quadro severo, 2 (1,4%) critici, 1 (0,7%) in fase di guarigione e per 9 (6,2%) il dato non è noto. Per 105 (71,9%) soggetti è stata predisposta la sorveglianza con isolamento fiduciario e per 11 (7,5%) il ricovero in isolamento; per 30 (20,6%) soggetti il dato non è noto.

Per quanto riguarda la distribuzione per Comune i positivi sono 33 a Oria, 21 a Brindisi, 19 a Fasano, 16 a Francavilla Fontana, 12 a Ostuni, 8 a Mesagne, 6 a San Michele Salentino, 5 a San Pietro Vernotico, 4 a Latiano, 4 a San Pancrazio Salentino, 4 a San Vito dei Normanni, 3 a Cellino San Marco, 3 a Cisternino, 3 a Torchiarolo 2 a Carovigno, 2 a Ceglie Messapica, 1 a Villa Castelli, 0 a Erchie, 0 a San Donaci, 0 a Torre Santa Susanna. I Comuni della provincia di Brindisi con i maggiori valori di incidenza cumulativa sono, nell’ordine, Brindisi, Torre Santa Susanna, Francavilla Fontana, Oria.

Nel periodo compreso tra il 24 febbraio 2020 e il 25 luglio 2021, sono stati sottoposti a tampone molecolare per la ricerca di Sars-CoV-2 in totale 120.511 residenti nella provincia di Brindisi, ovvero 308,6 soggetti ogni 1.000 residenti. Per 97.168 (80,6%) soggetti sottoposti a test è definito il fattore di rischio per cui è stato predisposto il tampone; si osserva come il test effettuato per “caso sospetto” rappresenti la motivazione di esecuzione del tampone in circa il 44% dei casi. Dei 120.511 soggetti sottoposti a tampone molecolare, 19.910 (16,5%) sono risultati positivi al test, con una incidenza cumulativa stimata pari a 509,9 casi x10.000 residenti; si osserva un nuovo aumento dei casi.

I positivi comprendono 10.251 donne (51,5%) e 9.659 uomini (48,5%) e l’età mediana è pari a 44 anni; si osserva nelle ultime due settimane una brusca diminuzione dell’età mediana dei casi.

Il tasso di letalità è pari a 1,9%, inferiore al corrispettivo tasso pugliese del 2,6%. All’aumentare dell’età si osserva un incremento di tale tasso, mentre nella fascia 0-29 anni non si registrano decessi. Sono 381 i decessi totali: 299 casi tra persone che hanno tra 70 e 90 anni e più; 52 tra i 60 e i 69 anni, 22 casi tra i 50 e i 59, 6 casi tra i 40 e i 49, e 2 nella fascia 30-39.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Le Asl pugliesi non insisteranno nel sollecitare dai pazienti il pagamento delle prestazioni di Pronto Soccorso non seguite da ricovero, precedentemente al 30 giugno 2016. Lo stesso vale per i ticket non versati per un'esenzione dichiarata ma insussistente. Lo prevede l’articolo unico di una legge regionale approvata all’unanimità dal Consiglio regionale.
La limitazione dell’intervento normativo al giugno 2016 è stata determinata da un emendamento condiviso dall’intero Assemblea rispetto alla testo iniziale della proposta legislativa, che estendeva il termine della sanatoria a tutto il 2020. La modifica si è resa necessaria per superare le obiezioni tecniche e giuridiche sollevate dagli uffici regionali.
Sono quindi “automaticamente annullate e stralciate” dalle scritture contabili tutte le rivalse per omesso versamento e omessa compartecipazione alla spesa sanitaria, riferite ai ticket di Pronto Soccorso dovuti dai cittadini alle Asl. La disposizione si applica, con lo stesso limite temporale, anche alle sanzioni per la mancata disdetta delle prenotazioni emesse a carico di quanti fossero esonerati per legge dal pagamento del ticket sanitario. 
Si viene incontro alle condizioni di povertà di tanti debitori, alle difficoltà di alcuni di provare pagamenti effettuati anni prima, alla dubbia esigibilità di molti crediti e all’antieconomicità del recupero crediti da parte delle Asl, che distraggono risorse umane dai procedimenti amministrativi più recenti ed affrontano spese di notifica a fronte di incassi spesso esigui. In genere arriva a risultato meno del 10% delle procedure.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Approvata all’unanimità dal Consiglio regionale e dichiarata urgente la legge regionale che disciplina dell’Enoturismo in Puglia. L’iniziativa legislativa – il cui percorso è stato e condiviso dalla quarta commissione e dall’Aula dopo un confronto intenso e partecipato, ha fatto presente il proponente, il capogruppo della Lega Davide Bellomo - è nata dall’esigenza di attuare norme statali che disciplinano l’attività enoturistica, integrando la disciplina delle altre forme di turismo rurale, dall’agriturismo alle masserie didattiche.
La Regione colma così il vuoto normativo in materia, offrendo agli operatori la possibilità di sviluppare le attività complementari ed incentivare le iniziative didattiche e ricreative legate alla conoscenza della vitivinicoltura regionale: visite a vigneti,  cantine e luoghi ove siano esposti gli strumenti della civiltà contadina, degustazione di vini e prodotti tipici e tradizionali.
Vengono definiti  i requisiti per l’esercizio dell’attività enoturistica, secondo le disposizioni statali, che stabiliscono competenze e livelli formativi per il personale addetto. È istituito l’elenco regionale degli operatori che svolgono attività enoturistiche, con procedure di iscrizione semplificate per gli operatori agrituristici riconosciuti dalla normativa regionale.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci