“Tutto l’amore in un click”, la relazione uomo - cane in una mostra fotografica

Agosto 10, 2022 618

“Tutto l’amore in un click”: la relazione uomo - cane in una mostra fotografica. Da sabato 13 agosto nella Sale espositive del Castello comunale: l’inaugurazione alle 18,30, incontro pubblico nell’Auditorium. Un cane è per sempre. Raccontare con le immagini l’incontro con un amico che non tradisce mai è il tema che ispira l’esposizione “Tutto l’amore in un click”. La raccolta di scatti sarà ospitata nelle sale espositive del Castello comunale di Mesagne a partire da sabato 13 agosto. In occasione dell’inaugurazione della mostra, l’Amministrazione comunale - in collaborazione con il competente servizio Veterinario della Asl di Brindisi - sabato 13 agosto alle 18.30 organizza un incontro aperto al pubblico nell’Auditorium del Castello.

Intervengono: Antonio Matarrelli, sindaco della città di Mesagne; Vincenzo Carella, consigliere comunale di Mesagne con delega al Randagismo e Benessere Animale; Maurizio Marra, medico veterinario, dirigente ASL competente per il territorio; Patrizia Aversa, fotografa e curatrice della mostra, volontaria del gruppo di soccorso unità cinofile “Le orme di Askan” – sezione di Fasano;  Giovanni Briattannico, volontario del gruppo di soccorso unità cinofile “Le orme di Askan” – sezione di Fasano; Francesca Catucci, educatrice e addestratrice cinofila, tecnico per cani specialmente abili; Yvonne Falcone, volontaria associazione animalista e ambientalista “Amici di Snoopy, oltre la specie” di Mesagne;  Roberta Mellone, educatrice cinofila, operatrice di pet therapy. Stefano Pinto, istruttore cinofilo.

“L’iniziativa tiene insieme due elementi che sono la faccia di una stessa medaglia: ci sono le immagini, che con immediatezza restituiscono esempi quotidiani di amore per i propri cani, e le parole degli “addetti ai lavori”, che raccontano un impegno di civiltà che le istituzioni sono chiamate ad assolvere al fianco di associazioni e cittadini”, commenta il sindaco di Mesagne, Antonio Matarrelli. Il progetto fotografico vede i suoi albori nel 2015 e si concretizza nel 2021, traendo ispirazione dall’osservazione dello sguardo speciale che può unire gli occhi di un cane a quelli del suo padrone: il risultato è un “amuleto” naturale che i Comuni e le associazioni di volontariato possono rendere più potente, accompagnandolo con le parole che le immagini suggeriscono in materia di politiche a tutela degli animali. Soddisfatto il consigliere comunale Vincenzo Carella: “L’incontro con la fotografa Patrizia Aversa crea un’occasione semplice ma efficace, contribuendo a far luce sugli aspetti di una problematica che in estate si complica: l’iniziativa rientra tra gli appuntamenti organizzati per sensibilizzare le persone sul fenomeno dell'abbandono degli animali, ponendo sotto gli occhi di chi guarda il legame tra uomo e animale”. Tra i magnetici frame scorre il filo di un racconto unico, che tiene insieme tante storie di ordinaria umanità, scritte con la complicità che contraddistingue i legami importanti. Come importanti sono le relazioni con i nostri amici a quattro zampe.

La mostra sarà visitabile fino al prossimo 28 agosto, ingresso libero.

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Agosto 2022 11:42