Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 22 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 4516 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 67 casi positivi: 34 in provincia di Bari, 6 in provincia BAT, 3 in provincia di Brindisi, 10 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.

E’ stato registrato 1 decesso nella provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 381.476 test.

4371 sono i pazienti guariti.

2190 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 7.142, così suddivisi:

2.780 nella Provincia di Bari;

586 nella Provincia di Bat;

761 nella Provincia di Brindisi;

1.692 nella Provincia di Foggia;

765 nella Provincia di Lecce;

503 nella Provincia di Taranto;

54 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

 

 

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 20 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 2.777 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 50 casi positivi: 29 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto.

E’ stato registrato 1 decesso in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 375.065 test.

4.287 sono i pazienti guariti.

2.128 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 6.994, così suddivisi:

2.709 nella Provincia di Bari;

566 nella Provincia di Bat;

758 nella Provincia di Brindisi;

1.657 nella Provincia di Foggia;

755 nella Provincia di Lecce;

495 nella Provincia di Taranto;

53 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 20.9.2020 è disponibile al link: undefined

^^^^^^^

DICHIARAZIONI DEI DG DELLE ASL:

Dichiarazione del Dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce: “Sono in totale 29 i casi positivi rilevati oggi dal Dipartimento di Prevenzione. La positività al virus Sars-Cov 2 riguarda specificamente 23 contatti stretti collegati a casi già isolati e posti sotto sorveglianza epidemiologica e altri 6 casi per i quali si sta procedendo al tracciamento”.

Dichiarazione del Dg Asl Bt, Alessandro Delle Donne: “3 casi oggi nella provincia Bat. In un caso si tratta di contatto stretto di un caso positivo registrato nei giorni scorsi mentre gli altri due casi sono sintomatici”.

Dichiarazione del Dg Asl Br, Giuseppe Pasqualone; "I due positivi registrati oggi in  provincia di Brindisi sono collegati a casi già accertati e sono stati individuati con il contact tracing".

Dichiarazione del Dg della Asl Foggia, Vito Piazzolla: “In provincia di Foggia, in data odierna, sono state registrate complessivamente 8 nuove positività. Si tratta di: 4 contatti di casi già noti; 2 persone sintomatiche; 2 persone individuate durante l'attività di screening di pre-ricovero”. Per quanto riguarda la RSSA di Foggia il Dg Piazzolla specifica che: “La ASL Foggia è impegnata nel monitoraggio continuo della criticità creatasi all'interno della RSSA dove ieri sono state registrate altre 8 positività su 10 tamponi effettuati ai contatti stretti dei primi 2 casi positivi.

Nel pomeriggio di ieri sono stati sottoposti a tampone i restanti 43 ospiti e tutti i 43 operatori tra personale di ruolo, volontari e operatori della protezione civile. Al momento siamo in attesa dei risultati.

Per 3 degli ospiti positivi si è reso necessario il ricovero ospedaliero. Tempestivamente è stato incaricato il dipartimento di Prevenzione che ha effettuato un sopralluogo in modo da verificare il rispetto degli standard di sicurezza adottati nella struttura. Gli esiti di questo sopralluogo saranno comunicati alla direzione generale lunedì.

Nel frattempo abbiamo avviato una procedura di messa in sicurezza in modo da isolare, qualora fosse necessario, un intero piano della struttura per la gestione dei casi positivi asintomatici o paucisintomatici attraverso le Unità Speciali di Continuità Assistenziale (U. S. C. A.) e l'equipe della M.A.R. dedicata”.

Dichiarazione del Dg Asl Lecce, Rodolfo Rollo: “Sono 6 i casi registrati oggi dalla Asl Lecce: 4 sono cittadini temporaneamente presenti in provincia e in isolamento, uno è un contatto stretto di casi già noti, uno è un residente rientrato dalla Sardegna”.

Dichiarazione Dg Asl Taranto, Stefano Rossi: “I 2 casi Covid rilevati nella provincia di Taranto riguardano contatti stretti di casi positivi già noti e sottoposti a sorveglianza”.

 

 

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Si è tenuto oggi, 16 settembre 2020, in piazza Santa Teresa dinnanzi la Prefettura di Brindisi lo sciopero nazionale dei lavoratori della sanità privata contro AIOP e ARIS e quello dei lavoratori del servizio di pulizie e sanificazione della Sanitaservice ASL BR. Massiccia adesione. Non si possono ingannare in questo modo i lavoratori che in questi ultimi anni hanno continuato a svolgere con dedizione il proprio lavoro e che in questi mesi di emergenza si sono spesi per garantire il diritto alla salute degli assistiti, lavorando anche in condizioni estreme.  Non è mai avvenuto che delle controparti negassero in questo modo il diritto al rinnovo del CCNL e all'adeguamento delle retribuzioni. Le parole non sono più sufficienti, ci vogliono atti concreti. I lavoratori non intendono più attendere e vogliono da subito la firma del CCNL. Il diritto al rinnovo del CCNL è un diritto di tutti e il contratto collettivo nazionale di lavoro non può essere messo in discussione da nessuno, perché è una forma di garanzia per tutti, dai lavoratori alle imprese, dai cittadini alle istituzioni, è un bene per il Paese e va preservato, altrimenti si apre uno scenario di conflitto permanente che non farebbe bene a nessuno. Emblematico è quello che sta accadendo ai lavoratori del Servizio di Pulizie e Sanificazione della Sanitaservice ASL BR che ha portato a una massiccia adesione allo sciopero.

sanitaservice sciopero 16 sett 2020 2Oltre 280 lavoratori del Servizio innanzi richiamato, rischiano di essere nuovamente esternalizzati a causa di beghe meramente burocratiche che hanno visto soccombere la ASL BR in sede di giudizio presso il Consiglio di Stato, inficiando la precedente internalizzazione dello stesso servizio ed in virtù della quale si è deliberata una gara ponte per l’affidamento all’esterno di questa importante articolazione Aziendale. Diversi gli incontri che le Scriventi hanno tenuto con i livelli istituzionali regionali e aziendali, l’ultimo, nell’ordine di tempo, con il Comitato SEPAC della Regione Puglia, dove veniva presentata una proposta d’accordo che prevedeva l’esternalizzazione del servizio in parola per la durata di un anno. Proposta irricevibile e rigettata all’unanimità dai lavoratori interessati. Di una cosa siamo certi: questa è una battaglia per il diritto sociale dei lavoratori e dei cittadini e non ci fermeremo finché non sarà vinta.

 

 

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci