Mesagne. I grillini attaccano sui rifiuti In evidenza

Marzo 15, 2016 2259

rifiuti su strada latiano -mesagneA Mesagne è ancora guerra dei numeri sul fronte dei rifiuti.

A essere contestati sono i dati forniti dall’Amministrazione comunale che stridono con la spazzatura presente nelle campagne. Perché se da una parte è vero che la raccolta indifferenziata è in calo è altrettanto vero che è in aumento la spazzatura abbandonata ovunque. Un reportage fotografico è stato realizzato dai “Cittadini attivi” del Movimento 5 stelle di Mesagne che l’anno utilizzato per esplicitare una pubblica denuncia. Inutile dire che hanno rispedito al mittente, cioè all’Amministrazione comunale, l’euforia dei dati snocciolati alcuni giorni fa. “Intanto c’è da dire che i dati della raccolta rifiuti di Mesagne sono fermi ad agosto 2015, come si evince dal sito web della Regione Puglia, a differenza degli altri Comuni della provincia per i quali i dati sono sempre aggiornati, ed è ora che qualcuno risponda ai cittadini”, hanno spiegato i dirigenti del movimento secondo cui prendendo in considerazione i dati di gennaio e febbraio 2016 “l’unica certezza è una riduzione generale di rifiuti conferiti senza l’aumento totale del differenziato al contrario della tesi sostenuta dall’Amministrazione”. Per i grillini non è plausibile considerare la raccolta dei rifiuti abbandonati nelle periferie “come un’operazione di raccolta straordinaria ed eccezionale che fa alterare i dati perché è un fenomeno costante e comunque è un rifiuto prodotto in casa che fa media con tutto il resto in termini anche di costi per i cittadini”. A fronte di questa situazione ambientale i dirigenti del Movimento 5 stelle si sono anche chiesti se il calo dei rifiuti non è da attribuire “alle disposizioni emanate dall’assessorato di non ritirare il rifiuto che si ritiene “non conforme” e dal conseguente timore del cittadino che, per non incorrere in errori che gli potrebbero costare una multa, decide, impropriamente, di abbandonare i rifiuti per strada”. Tuttavia, c’è un dato che preoccupa più di tutto i grillini: “Se circa dieci giorni fa è stata effettuata una raccolta straordinaria dei rifiuti abbandonati nelle campagne come mai le periferie sono oggi già piene di spazzatura di ogni genere?”. Evidentemente è in atto un abbandono selvaggio dei rifiuti a danno della raccolta differenziata. "Riteniamo, quindi, azzardate le considerazioni ottimistiche espresse alla cittadinanza dall'Amministrazione comunale perché non è semplice fare un’analisi seria dei dati", hanno messo in rilievo i grillini secondo cui la città "si trova in una condizione disastrosa e di emergenza non certo a causa di quella frangia di cittadini definiti poco virtuosi ma, probabilmente, per colpa di chi ci ha amministrato e continua a farlo".